FARE

Accendere la NOTTE di colori

In una stanza per un single o per uno studente sta bene il divano letto che si trasforma in salotto, questo espediente permette di vivere bene una zona giorno che coincide con la zona notte.

Il divano letto è un’invenzione ottocentesca, quando anche lo squattrinato bohémien poteva avere una sua dignità in poco spazio, spesso negli abbaini, grazie a quel marchingegno che ne mascherava l’indigenza. Spesso il letto era celato dentro un armadio con ante a specchio: era lì che si nascondeva l’amante quando entrava il marito sospettoso (così almeno avveniva nei vaudevilles e nelle comiche del cinema muto).
La povertà di spazio ha sempre aguzzato l’ingegno ne è un esempio il mobile di Joe Colombo progettato nel ‘71 (e tutt’ora in produzione). L’esatto contrario rispetto al divano letto è l’aristocratico letto con baldacchino, che esibisce e magnifica (anziché nasconderla) la funzione del dormire. Qui siamo all’esibizione del lusso, il letto lo si ricopre con stoffe di seta damascata lavorate a mano, e lo si dota di doppie cortine, quelle trasparenti per il giorno e quelle opache per la notte. È l’intervento dei colori accesi a mutare lo scenario trasformando la casa in un grande living.3. “Hydepark”. Un letto che offre un comodo contenitore laterale per la biancheria, Cinova.
4. Letto a scomparsa “Living Bed”. ll designer Joe Colombo ne progettò un prototipo nel 1971, il Cabriolet Bed. Oggi, la riedizione, tecnicamente aggiornata, è prodotta da Bernini.
5. Armadio “Pl@y” dal segno molto giovane e deciso con ante laccate in rosso, SMA.
6. Un letto verde acido ripropone lo stile anni ‘50, per il nuovo brand Creazioni by Silik.
7. Letto a baldacchino moderno “Marrakech”. Di Leonardo Bainelli, Ego Zeroventiquattro.
8. La teatralizzazione della natura. Tutti i colori di un Oriente fantastico nei cuscini di Etro.
9. Letto tessile con imbottitura in piuma. È “Academy Piuma”, Twils by Veneta Cuscini.

condividi :
Lorenzo Imbesi
15/06/2007
DIFFONDERE l’area cucina
29/04/2010