ARCHITETTURA FARE PENSARE

Nel Parco delle Groane

Suggestioni orientali e moderne in una vecchia filanda.
Oriental and modern impressions in an old spinning mill.

Progetto e realizzazione: Arch. Tiziano Ciceri
Foto: Athos Lecce
Testo: Alessandra Bettaglio

All’interno del Parco delle Groane, un territorio che occupa il più continuo ed importante terreno semi naturale dell’alta
pianura lombarda a nord ovest di Milano, un edificio nato dalla ristrutturazione di una vecchia filanda, il cui progetto architettonico prevedeva, in principio, anche la realizzazione di un ristorante affacciato sulla corte. Col tempo, la
destinazione d’uso è stata modificata e sono state ricavate alcune abitazioni.

Inside the Parco dell Groane, the most uninterrupted and important semi-natural terrain of the upper Lombard plain to the northwest of Milan, is this building that comes from the renovation of an old spinning mill. The architectural project originally envisaged a restaurant looking onto the courtyard, but over time its use has changed so that now it is a home instead.

La ristrutturazione dell’edificio è riuscita nel tentativo di inserire un’abitazione
dalle caratteristiche assolutamente attuali in uno scenario dal passato
particolare, integrando armoniosamente caratteristiche ed elementi moderni
con una tipologia dalla significativa valenza storica.

All’esterno il portico riveste un ruolo significativo, in quanto funge da passaggio fra la sala da pranzo e la tipica corte, aprendosi su di essa. Non a caso sotto il portico è stato posto un tavolo in legno massello in noce, per pranzi all’aria aperta dove si può godere di una certa privacy creata da siepi e glicine tutt’attorno. L’interno, la cui metratura complessiva sui due piani è di 66 mq., è dominato dall’uso del marrone sfumato del rivestimento e della pavimentazione in grès porcellanato che crea una continuità in tutta la casa. Anche l’arredamento (divano, cucina, veneziane, mobili su misura) è stato scelto sulle stesse tonalità, regalando in tutta la casa una certa armonia. Nel piano interrato, misurando un’altezza inferiore rispetto al primo, è stata ricavata la zona notte col bagno, ma entrambi i livelli mantengono lo
stesso tipo di pavimentazione e rivestimento murario.

The portico outside has an important role, in that it acts as a passageway between the dining room and the characteristic courtyard. This explains why beneath the portico there is a solid oak table for outdoor lunches, which can be enjoyed behind the privacy of bushes and wisteria all around. The interior, with a total surface area of 66m2, has a predominant use of soft brown, as can be seen with the glazed stoneware floor and wall covering that creates continuity throughout the house. Even the furniture (sofa, kitchen, Venetian blinds, and custom-made furniture) is in the same tonality, thus providing a certain sense of harmony. The basement, which is lower in height, is used for the sleeping area and the bathroom; both floors have the same floor and wall covering.

Scendendo al piano inferiore attraverso una suggestiva scala a chiocciola di ferro, si entra nella
zona notte caratterizzata, all’arrivo della scala stessa, da una ampia vasca dai sapori etnici, posta ai
piedi del letto e da una particolare lampada da terra cilindrica rivestita con bustine vuote di thè che
emana una luce calda e che illumina la vasca. La parte superiore delle pareti, come nel resto della casa,
sono trattate con una resina spugnata color grigio che riproduce un effetto intonaco rustico ed accogliente.
La continuità nel tipo di rivestimento in tutta la casa fa sì che chi la abita ha l’impressione di vivere in spazi
più ampi di quanto siano in realtà. Nella stanza da letto l’angolo della vasca, incassata nel muro
da un lato, infonde un’atmosfera rilassante dagli accenti etnici.

condividi :
Storia e tradizione
16/06/2010
Eventi
31/07/2005