ARCHITETTURA

Alla ricerca della semplicità

Uno stile di vita, prima che un progetto. “In Finlandia la densità di popolazione è molto bassa e le persone si sentono in una relazione molto stretta con la natura – dicono Ville Hara e Anu Puustinen, titolari dello studio di progettazione Avanto Architects di Helsinki – Se è vero che un terzo delle emissioni di diossido di carbonio nel mondo è dovuto alle costruzioni e un altro terzo deriva dai trasporti, è anche vero che tali fonti di inquinamento possono essere ridotte drasticamente grazie alla progettazione attenta degli edifici. Noi di Avanto Architects intendiamo compiere progetti che durino nel tempo e che siano contemporaneamente flessibili; progetti di alta qualità, sostenibili e innovativi”.
L’equilibrio con la natura è la principale preoccupazione dei progettisti? “L’opera dell’architetto può essere paragonata a quella della levatrice: all’architetto spetta di rivelare il potenziale nascosto del luogo. Per questo riteniamo che la nostra sia una specie di anti-architettura. Il nome ’Avanto’ vuol dire ‘buco nel ghiaccio’. Vogliamo creare architetture che si fondino sull’esperienza delle persone.
L’architettura ha successo se riesce a dare esperienze che commuovono”.
Quali sono le particolarità di questa casa di Virrat?Viste interne. Lo spazio della casa è unico: 78 metri quadrati che sono distribuiti nella pianta a croce. Tale sistemazione fa sì che al centro resti disponibile un ambiente ampio, per il soggiorno e la cucina, mentre nei bracci della croce si costituiscano, pur senza barriere, ambienti distinti per lo studio o il riposo.
Nella forma stessa del tavolo, che poggia su sostegni a piramide, si rivela la ricerca della semplicità.
La casa è concepita come uno spazio di silenzio, come occasione per abitare nel bosco, nella lontananza dalla città, nell’isolamento dalla folla.
Le coperture piane fanno sì che la neve si accumuli, a sua volta contribuendo con la propria massa a mantenere un buon clima interno in inverno.
Assi di legno ricoprono le superfici esterne e quelle interne. Queste colorate di bianco, quelle di nero: in tal modo si garantisce che tutta l’energia della luce solare sia assorbita dalla casa, e questo contribuisce al mantenimento di un buon clima interno, insieme con alcune stufe a legna che, sole, riscaldano l’ambiente.
La casa poggia su piedi di legno, e resta così isolata dal terreno.“La villa è stata progettata con questa forma a croce per inquadrare quattro prospettive diverse. Allo stesso tempo questa pianta consente di ottenere uno spazio interno aperto e definito in diversi ambiti. Esprime un modo di vita semplice ed ascetico, tipico della campagna, totalmente diverso dal modo di vivere frenetico della città. Qui non c’è elettricità né acqua corrente”.
L’esterno è pitturato di nero, il che consente il massimo assorbimento della luce e quindi un riscaldamento passivo… “E per contrasto l’interno è totalmente bianco. L’edificio è ben isolato e riscaldato soltanto con una stufa a legna”.

Il locale sauna è indefettibilmente collegato alle case svedesi. Qui la sauna serve anche come deposito per la legna. Anche nell’edificio della sauna è seguito il principio costruttivo che caratterizza la casa: l’ampia parete vetrata è arretrata nel volume costruito così da restare protetta in uno spazio di mediazione tra esterno e interno.

APPROFONDIMENTO
Usa il link per avere approfondimenti tematici.
Punta il tuo smartphone oppure digita il linkpro seguito dalla stringa chiave
Es:http://pro.dibaio.com/avanto-helsinki
<Video, schede web, approfondimenti, dettagli prodotto e altro ancora>LO STUDIO DI ARCHITETTURA AVANTO (“BUCO NEL GHIACCIO”) È STATO COSTITUITO DA ANU PUUSTINEN E VILLE HARA NEL 2004 NELL’OCCASIONE DI UNA COMPETIZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CAPPELLA CIMITERIALE DA LORO VINTA. LO STUDIO È SPECIALIZZATO IN PARTICOLARE NELL’USO DEL LEGNO. ATTUALMENTE OPERA SIA NELL’EDILIZIA PRIVATA RESIDENZIALE CHE NELL’EDILIZIA PUBBLICA E IN CAMPO URBANISTICO. ENTRAMBI I PARTNER HANNO STUDIATO ALL’UNIVERSITÀ DI HELSINKI E QUINDI A PARIGI E A DELFT. ENTRAMBI HANNO RICEVUTO IL BRYGGMAN PRIZE NEL 2004. ANU PUUSTINEN HA INSEGNATO ALL’UNIVESITÀ DI HELSINKI DAL 2004, VILLE HARA VI HA INSEGNATO FINO AL 2007. LA “FOUR CORNERED VILLA” È IL LORO EDIFICIO PIÙ NOTO, AMPIAMENTE PUBBLICATO IN TUTTO IL MONDO.Il colore delle superfici esterne fa sì che l’edificio ha una superficie coperta di 78 metri quadrati cui si aggiunge un locale sauna di 24 metri. Il colore delle superfici esterne fa sì che l’edificio sia quasi mimetizzato sullo sfondo delle vicine piante, mentre le ampie finestrature consentono una vista libera e aperta verso tutto l’intorno e in particolare verso il vicino lago Vaskivesi. La semplicità della forma e l’articolazione che conferisce allo spazio interno hanno creato molto interesse attorno a questa casa, facendone un’icona del progetto contemporaneo.

La planimetria mostra il rapporto tra casa, il locale della sauna, il bosco e il lago.
Scorcio dalla camera da letto. Non vi sono a porte, qui una parete fa da testiera e parziale separazione.
La vista esterna mostra in primo piano il locale notte e la parete trasparente del soggiorno, che guardano verso nord.
Due viste della cucina e una vista della sauna.
Il tavolo del soggiorno.
L’elettricità è fornita da pannelli fotovoltaici. Il costo totale dell’opera è stato di 150 mila euro.VIRRAT (VIRDOIS IN SVEDESE) È UNA CITTADINA FINLANDESE DI POCHE MIGLIAIA DI ABITANTI, SITUATA NELLA REGIONE DEL PIRKANMAA NELLA FINLANDIA OCCIDENTALE. SI TROVAANORD DI TAMPERE, IN UNA ZONA PIANEGGIANTE CARATTERIZZATA DALLA MOLTEPLICITÀ DEI LAGHI CHE D’ESTATE CONSENTONO TRANQUILLE GITE IN BARCA NEL SILENZIO DI UNA NATURA IN CUI DOMINA L’ELEMENTO ARBOREO. IL PREGIO PRINCIPALE DI QUESTA PARTE DEL MONDO È PROPRIO IL SENSO DI ISOLAMENTO CHE VI SI TROVA, PER CUI LA ZONA STA CONOSCENDO UN CERTO INTERESSE TURISTICO.

condividi :
Le scale
10/10/2005
MCZ
01/09/2005