FARE

Il calore della montagna: un arredamento di fascino

Nella casa di montagna tutto deve parlare di natura e di bellezza, di comodità e di eleganza, come i vecchi legni recuperati e restaurati, senza però trascurare le tecnologie che rendono la vita più agevole

Chi sceglie di comprare una casa di montagna vuole ambienti naturali il più possibile incontaminati, nevi candide, prati verdi, boschi che profumano, e naturalmente cerca di ideare la propria casa in sintonia con l’ambiente esterno.
Ma, nello stesso tempo, non vuol certo rinunciare alle comodità odierne, alla tecnologia che ci permette di vivere meglio, ai ritrovati che ci riducono la fatica, agli accorgimenti per risparmiare e per non danneggiare la natura.
Per questo la casa di montagna deve essere il giusto connubio tra tradizione e innovazione, tra testimonianza d’epoca e attualità dell’high tech, tra fantasia e razionalità.
Lo vediamo in questa casa del Sestrière, in cui il recupero dei vecchi travi in rovere, scartati e abbandonati durante le demolizioni e i restauri, porta alla creazione di mobili e arredamenti di pregiata bellezza, seguendo il filo conduttore del fascino dell’opera artigianale, della cura dei particolari, della scelta dei materiali e della finitura realizzata rigorosamente a mano, per ambienti senza tempo, senza rinunciare ai vantaggi della tecnologia e della funzionalità.In questa elegante ma funzionale casa di Sestrière, tutto è stato pensato su misura dell’ambiente e delle esigenze dei padroni di casa, con cura attenta di ogni particolare, grazie alla lavorazione artigiana: lo vediamo nella camera dei bambini, con letto a castello, boiserie orizzontale, armadi, tutto in rovere naturale.www.arterovereantico.it
30 anni con un’unica passione: il particolare di tradizione

condividi :
I segni del PASSATO
27/03/2012
Il nuovo bagno
11/01/2008