PENSARE

Miniappartamenti con camino.

Come abitare in pochi metri quadri senza rinunciare al piacere del fuoco

Con i costi elevati degli immobili nelle grandi città, le giovani coppie e i single hanno notevolmente aumentato la domanda di miniappartamenti. Le aziende che producono sistemi di riscaldamento a legna, si sono adeguate
alle richieste del mercato e offrono stufe progettate per rispondere in modo efficiente alle esigenze ed al fabbisogno
termico di queste abitazioni. Soluzioni che permettono di risparmiare notevolmente sui costi del riscaldamento e non
rinunciare alla romantica atmosfera del fuoco.

Come calcolare la superficie degli ambienti
Ogni ambiente monolocale o bilocale devono sottostare a precise leggi che ne regolano la metratura e la superficie
aeroilluminante. Il Regolamento Edilizio del Comune di Milano individua a 30 mq la superficie utile minima dell’alloggio
(art. 35) in cui “le parti apribili dei serramenti occorrenti per la ventilazione naturale degli ambienti mediante aria esterna, misurate convenzionalmente al lordo dei telai, non possono essere inferiori a 1/10 del piano di calpestio dei
locali medesimi” (art 42). La dimensione minima utile della camera da letto chiusa e separata dalla zona giorno è di 9
mq; per la camera a due letti comprensiva della cabina armadio anche in muratura è di 14 mq mentre la dimensione
minima del bagno è 3.50 mq (se la superficie dell’alloggio è maggiore di 70 mq un lato del bagno deve misurare almeno 1.70 m). Per il secondo servizio è richiesta una superficie minima di 2 mq e un lato minimo di 1.20 m” (art. 36).

Nelle foto: La stufa ad accumulo Functio prodotta da NunnaUuni, marchio distribuito da Paccagnel, soddisfa il bisogno di calore nell’ambiente domestico, con una splendida vista sulle fiamme ardenti. L’ambiente ideale delle stufe Functio sono gli spazi limitati o le seconde case dove si possono apprezzare al massimo le proprietà di veloce irraggiamento termico durante il funzionamento e l’eccezionale capacità, successiva al funzionamento, di rilascio del calore accumulato durante la combustione.

La mansarda con camino
rappresenta una soluzione
abitativa di grande fascino,
accogliente e intima. In
questo caso il progettista
Consuelo Carducci ha scelto di utilizzare materiali naturali come le pitture murali con pigmenti naturali e il parquet in legno non trattato.

Il focolare angolare, circondato da oggetti di moderno design e prodotti stilizzati di altre culture, contribuisce a determinare un insieme in cui domina un apparente semplicità, arricchita da elementi ricercati con grande cura.
"Esprimi il tuo stile e personalizza la tua stufa con
gli esclusivi e vivaci rivestimenti intercambiabili"

Solida

MODELLO: Solida
PRODOTTO DA: Calimax, Rankweil (Austria)
RIVESTIMENTO: si possono scegliere tra due materiali – acciaio e ceramica – e molteplici colori – dall’argento
al mais fino al rosso rubino.
ALIMENTAZIONE: pellets
CARATTERISTICHE: Una garanzia di questa semplicità è la centralina intelligente dotata di funzionamento start-stop. Una volta scelta la temperatura ambiente desiderata: la regolazione ed il controllo del funzionamento vengono presi in consegna completamente dalla centralina. Una sonda termostatica integrata avvia la stufa a pellet Calimax tramite una candeletta in ceramica, spegnendola al raggiungimento della temperatura desiderata.

Bellina

MODELLO: Bellina
PRODOTTO DA: Calimax, Rankweil (Austria)
MATERIALI: la stufa a ventilazione forzata è costruita in ghisa. Nella camera di combustione sempre in ghisa si trova come segno di riconoscimento Calimax una fiamma in rilievo.
RIVESTIMENTI LATERALI: particolarmente innovativi i rivestimenti laterali sostituibili e disponibili in otto differenti colorazioni, così chi vuole vedere la propria stufa a pellet nei colori di moda o chi vuole arredare in modo diverso il proprio appartamento trova in Bellina l’ideale oggetto di arredamento e di riscaldamento. I rivestimenti si cambiano velocemente, costano poco e danno sempre un nuovo tocco all’ambiente.
ALIMENTAZIONE: pellets.
DOTAZIONI: una preziosa candeletta in ceramica, accensione e spegnimento automatici ed un termostato integrato sono standard tecnici. Un ulteriore hit è l’innovativa centralina: un grazioso pannello futuristico è posizionato sul lato superiore della stufa, progettato per semplificare la gestione.
MANUTENZIONE: i tecnici Calimax hanno pensato anche ai dettagli pratici per Bellina, integrando prese per aspirapolvere e spazzole per la pulizia dei condotti fumi laterali, per facilitare sia lo svuotamento della cenere che la pulizia della stufa.
CARATTERISTICHE: Bellina è progettata sopratutto per piccoli ambienti abitativi o appartamenti. Il design compatto caratterizzato da linee pulite ed essenziali, si adatta perfettamente ad ogni stile abitativo.

Akaba

MODELLO: Akaba
MARCHIO: Hase
DISTRIBUITO DA:Celsius Italia, Lecco
DIMENSIONI (LAR. X PROF. X H.):41 x 41 x 110 cm.
MATERIALI: acciaio e maiolica. La struttura scanalata del basamento
valorizza la lavorazione della maiolica stessa, eseguita a mano e disponibile in diverse tonalità di colore.
CARATTERISTICHE: ideale per piccoli appartamenti, grazie alla media
potenza termica adatta alle nuove abitazioni a risparmio energetico, è destinata a locali che non necessitano di un elevata potenza calorifica. La ridotta quantità di legna necessaria (3 kg di legna per 3 ore di funzionamento), la contenuta
potenza termica e le dimensioni compatte sono fattori importanti per non installare in spazi ridotti una stufa sovradimensionata, permettendo comunque, una buona visione del fuoco. Disponibile in due varianti: una con sistema tradizionale alimentata dall’ossigeno presente nell’ambiente, l’altra chiamata RLU è progettata per abitazioni a basso consumo energetico e con impianto di aerazione controllato. Questo modello a ventilazione indipendente e con chiusura ermetica è consigliato negli ambienti piccoli.

Pellets: il combustibile certificato

Sempre più si sta diffondendo l’uso del pellet come combustibile per stufe e anche camini: questo piccolo cilindretto di sola legna pressata, ricavata degli scarti della lavorazione industriale (assolutamente prima che il legno sia trattato) o dalla potatura di alberi o siepi, senza aggiunta di alcun legante chimico (la forte pressione cui è sottoposto scioglie la lignina contenuta nelle fibre del legno e la rende il miglior collante), con un diametro tra i 6 e gli 8 mm e una lunghezza di 4 – 5 volte tanto, ha umidità molto bassa, che va dal 3 al 5%, potere calorifico di 4500 Kcal/kg e più, con rese termiche anche superiori al 90% bassissimo residuo di ceneri, solo 0,52%,ed emette pochissimi inquinanti: il monossido di carbonio è solo 0,04%, mentre la normativa prevede 0,12%.

È importante che il pellet sia certificato in classe A da un istituto riconosciuto internazionalmente che controlli che questi parametri siano rispettati e che siano assenti elementi chimici quali azoto, cloro e zolfo o resine e olii, indice di una cattiva produzione. Emerge da questo il carattere ecologico di questo combustibile, che non solo recupera quanto è destinato alle discariche e ne utilizza totalmente l’energia termica, ma anche produce una combustione pulita e sicura. Un altro indiscutibile vantaggio è quello di trasformare la stufa o il camino in una vera e propria caldaia, da collegare con una rete di canalizzazioni di aria calda a tutta la casa o all’impianto dei termosifoni, totalmente programmabile giornalmente o settimanalmente, anche a distanza tramite cellulare o Internet.

Ecofire Minnie

MODELLO: Ecofire® Minnie
PRODOTTO DA: Palazzetti, Porcia (PN)
DIMENSIONI (LAR. X PROF. X H.): 47.6 x 47.8 x 103.4 cm.
MATERIALI: acciaio verniciato disponibile in rosso, azzurro metallizzato, grigio metallizzato.
AUTONOMIA DI FUNZIONAMENTO: massimo 32 ore
CAPACITÀ SERBATOIO DI ALIMENTAZIONE: max 16 kg
CARATTERISTICHE: accensione automatica tramite comando sul pannello digitale; telecomando per modulare a distanza la potenza della fiamma e la velocità del ventilatore; programmatore incorporato per creare fino a 6 programmi personalizzati per la gestione delle fasce orarie di funzionamento,

sia su base giornaliare sia settimanale; sonda ambiente per mantenere costante la temperatura programmata; ampia portina in vetroceramico con sistema di autopulizia; cassetto cenere estraibile; ventilatore centrifugo regolabile su più velocità, Pannello digitale LCD. Tra gli optional: la possibilità del GSM control per l’accensione e lo spegnimento a distanza tramite telefonata o SMS.

Jessica

MODELLO: serie Jessica
PRODOTTO DA: Vescovi, Villa Lagarina (TN)
DIMENSIONI: 4 modelli da 60, 90, 96, 104 cm di larghezza per altezza 85 cm e profondità 60 cm.
COLORE: sono disponibili 13 varianti di colore.
CARATTERISTICHE: le cucine della serie Jessica rappresentano un classico intramontabile. Finiture, sportelli e top in fusione di ghisa, determinano uno stile tradizionale per cucine a legna di elevata qualità. Nella foto ambientata Jessica 4 nera con finiture inox e nel dettaglio il particolare del corrimano di serie a 3 lati in ottone.
PREZZO: da Euro 1.751,00 a Euro 2.059,00

Cucine professionali

MODELLO: cucine professionali
PRODOTTO DA: Vescovi, Villa Lagarina (TN)
DIMENSIONI: le misure variano da 120 cm a 250 cm con profondità 65 cm.
COLORE: sono disponibili 13 varianti di colore.
CARATTERISTICHE: In occasione del 60° anniversario Vescovi presenta “Novelle Cuisine” il nuovo monoblocco professionale di alta gamma, sinonimo di garanzia ed alta professionalità. Vengono realizzate anche esecuzioni personalizzate e a isola. Ad esempio qui nella foto è presentato il modello da 180 cm combinata legna gas.
PREZZO: da Euro 6.000,00

La zona giorno a doppia altezza con il camino al centro della parete e la scala a vista che collega i due piani sono il nucleo attorno al quale ruotano le altre funzioni dell’abitare. Di grande effetto la scelta del parquet in frassino sbiancato che si collega, per mezzo dei muri bianchi e il volume parallelepipedo sporgente della cappa del camino alle travi a vista del tetto realizzate nella stessa finitura di colore (frassino sbiancato). L’inserimento di elementi d’arredo in tonalità scure crea eleganti contrasti e amplifica la sensazione di spazi aperti fluidi e luminosi.

Le misure del soppalco
“Si può costruire un soppalco in muratura con una superficie non superiore a 1/3 del locale soppalcato quando l’altezza minima degli spazi sottostanti ai soppalchi non deve essere minore di 2.10 m; almeno la medesima altezza deve intercorrere tra il pavimento finito dei soppalchi e il soffitto finito dei locali, ove i soppalchi siano destinati alla permanenza di persone. Qualora l’altezza come sopra definita sia per la parte sotostante che per la parte soprastante, sia almeno di 2.20 m la superficie del soppalco può raggiungere 1/2 della superficie del locale.

Ove sia consentito realizzare soppalchi, vanno rispettate le seguenti norme: le parti soprastanti devono avere almeno un lato completamente aperto; la parte soprastante deve essere munita di balaustra non inferiore a m. 1,10 di altezza” (art.38). In generale nei monolocali considerati abitabili da una sola persona sono ammessi l’angolo cottura aperto sul soggiorno, un bagno senza finestra e un ripostiglio; per quelli da due persone si prevede una superficie minima da 41 a 54 metri quadrati”. (tratto dal Regolamento edilizio del Comune di Milano)

Tutto per il fumo

La particolare tecnologia Save offre una vasta scelta di prodotti e soluzioni per ogni esigenza legata ai condotti del fumo. Così, accanto alla completa gamma tradizionale di canne fumarie in acciaio porcellanato e a quelle flessibili in alluminio Save produce anche la linea di tubi e accessori in acciaio di spessore 2 mm verniciati a forno nero opaco. I tubi verniciati neri provengono dalla tradizione nordeuropea, sono di gradevolissimo aspetto estetico e ben si adattano all’istallazione su stufe artistiche di un certo pregio. Costruiti con lamiera di acciaio sono esternamente rivestiti con una vernice per alte temperature che resiste fino a 500°C.

La linea dei tubi porcellanati pesanti in nero opaco 1.2 mm hanno l’aspetto identico ai tubi verniciati ma sono rivestiti anche internamente con smalto porcellanato, eliminando così ogni problema legato alla vernice: non si graffiano, possono essere puliti con qualsiasi solvente o prodotto di pulizia, e soprattutto garantiscono resistenza (700°C) e stabilità del colore alle alte temperature. Creata appositamente per le stufe di ultima generazione la linea dal design estremamente contemporaneo e studiata per le moderne stufe a pellets. La linea di tubi in acciaio porcellanato nero opaco (rivestiti anche internamente) hanno spessore 1.2 mm sono muniti di guarnizione di tenuta. Resistono perfettamente anche a situazioni estreme come il fuoco di fuliggine, senza rovinarsi o alterarsi.

I consigli di Save

Per evitare il problema della condensa che è un fenomeno abbastanza frequente sia per il tipo di stufe su cui si installano
(con fumi a basse temperature) sia per l’inerzia termica dei tubi
dovuta al loro grosso spessore si consiglia di:
• evitare la posa in lunghi condotti, soprattutto se orizzontali
• di montarli con l’innesto rivolto verso il basso in modo che
l’eventuale condensa non possa uscire dalla connessione fra
un pezzo e l’altro (cfr. disegno 1).

Legno, sole e gas insieme per risparmiare

Le nuove frontiere del riscaldamento sono impianti integrati a biomassa legnosa, solare e gas che offrono ottime prestazioni, rispetto dell’ambiente, elevati rendimenti, bassi consumi, tecnologia d’avanguardia ed elegante design. Abbiamo chiesto informazioni a Marco Palazzetti, Ingegnere responsabile del Settore
Ricerca e Sviluppo dell’omonima azienda.

Fanalino di coda di quell’Europa che già da alcuni decenni guarda alle fonti di energia rinnovabili, è proprio l’Italia, il paese baciato dal sole con un immenso patrimonio boschivo (circa 9.000.000 ettari): le due fonti di energia sane e inesauribili che consentono di ridurre l’inquinamento e di risparmiare sulle bollette. Oggi, le opportunità di risparmio energetico ci sono a patto di scegliere un impianto su misura per le proprie esigenze. È in questa fase che di solito iniziano i problemi. A fronte di un’offerta di sistemi di riscaldamento sempre più ampia, più differenziata e quindi meno trasparente per i consumatori spesso manca, non solo all’utente finale ma anche ad architetti e progettisti, un’informazione aggiornata, completa ed oggettiva sulla disponibilità delle tecnologie esistenti, sui costi reali delle applicazioni, sui tempi di ritorno degli investimenti e sui benefici in termini di comfort e durata nel tempo.

Stufa – caldaia Clemy

MODELLO: Stufa-caldaia Clemy
PRODOTTO DA: Palazzetti, Porcia (PN)
CARATTERISTICHE: l’esclusiva stufa- caldaia a pellets Clemy di Palazzettiè disponibile in due versioni: con fiamma a vista e carenatura rivestita legno Zebrano, studiata per una collocazione nella zona giorno della casa; con una carenatura più lineare per il posizionamento nei locali di servizio. Completamente automatica, Clemy è dotata di un display intuitivo che facilita l’uso e fornisce all’utente tutte le informazioni sullo stato di funzionamento. Grazie all’ampio serbatoio ha autonomia di funzionamento di 35 ore ed è attivabile con due modalità: solo riscaldamento o riscaldamento con predisposizione all’accumulo esterno. Può essere integrata ad impianti di riscaldamento esistenti ed operare in sinergia con altri sistemi di riscaldamento alternativo.

In qualità di consulente energetico altamente specializzato, Palazzetti, con la professionalità e competenza che hanno caratterizzato gli oltre cinquant’anni di attività nel settore, si propone come il partner ideale per accompagnare clienti privati e professionisti nella scelta, progettazione e realizzazione di soluzioni personalizzate per il riscaldamento domestico, compatibili con lo stile di vita e le capacità di investimento dell’utente. Palazzetti offre un pacchetto ‘chiavi
in mano’ di riscaldamento integrato che comprende un insieme coerente di tecnologie innovative e selezionate per il riscaldamento che, opportunamente coordinate tra loro permettono di integrare o sostituire i tradizionali combustibili fossili e soddisfare le esigenze degli utenti. I risparmi si ottengono combinando in modo efficiente lo sfruttamento
delle tre principali fonti energetiche: combustibili fossili (gas e gasolio), biomasse legnose (legna e pellet) e l’energia termica del sole (pannelli solari).

Helsinki

MODELLO: rivestimento Helsinki
PRODOTTO DA: Palazzetti, Porcia (PN)
DIMENSIONI (L X P X H): 115.5 x 84 x 135.5 cm
CARATTERISTICHE: forme lineari per la cornice Helsinki realizzata in pietra bianca bocciardata con piccoli inserti in acciaio satinato e piano in marmo Bianco Mediterraneo lucido. All’interno l’innovativo focolare a sviluppo verticale Multifire® disponibile nella versione sia ad aria che ad acqua che può essere alimentato a legna oin modo automatico a pellets.

Il cuore del sistema è un impianto ad accumulo costituito da una cella termica che immagazzina il calore prodotto dalle diverse fonti per rilasciarlo in un secondo tempo, solo quando serve davvero alle diverse utenze come i radiatori, pannelli radianti, ecc. L’accumulo, elimina l’asincronia tra l’eccesso d’energia prodotta e il fabbisogno effettivo, evita lo spreco di carburante durante le soste o i riavviamenti dei generatori negativi per il rendimento termico e la formazione di condense nel percorso dei fumi. Migliora il comfort in quanto la distribuzione del calore diventa programmabile e continua perché un’abitazione mantenuta a temperatura costante di 20/22° C consuma e inquina molto meno di una scaldata a intermittenza (per esempio, lasciata fredda di giorno e scaldata alla sera). L’esempio è chiaro con una metafora: se paragoniamo la caldaia e ancora di più la stufa a legna a un’automobile possiamo affermare che se si percorre l’autostrada Roma- Milano a 90 Km/h si consuma meno che tenere la velocità di 180 Km/h e fermarsi a ogni autogrill.

Ecofire Freddy

L’intermittenza per la macchina come per i sistemi di riscaldamento è un momento critico che comportano enormi consumi e inquinamento, perché, ogni volta che si spegne l’impianto il calore va disperso in breve tempo e si perde l’inerzia termica mentre nella fase di riaccensione la combustione nei primi 5/8 minuti, avviene in condizioni non ottimali inoltre bisogna riscaldare di nuovo tutti i muri. Uno staff selezionato di ingegneri e personale termotecnico formato direttamente all’interno dell’azienda, affianca i clienti nella scelta e nel dimensionamento dell’impianto, offrendo competenza tecnica e consulenza progettuale per individuare la soluzione più adeguata alle loro necessità.

Come risparmiare sul riscaldamento: cliccate questo link per leggere un esempio

Ogni realizzazione è un progetto ‘su misura’ che tiene conto, ad esempio, della locazione dell’abitazione (collina, montagna, città, ecc
.), della tipologia (casa indipendente, a schiera, condominio, ecc.), dell’orientamento e dell’esposizione, di quanto si usa la casa, in quali periodi, con quale continuità, della disponibilità della legna o di altri combustibili, ecc. Il servizio si spinge alla realizzazione di rivestimenti ‘su misura’ nell’ottica che nelle abitazioni funzionalità ed eleganza devono fondersi in una soluzione ideale. Una scelta coerente con la filosofia di Palazzetti che ha sempre messo in primo piano da una parte la soddisfazione dei bisogni dell’utenza all’insegna di funzionalità, resistenza, affidabilità e sicurezza, dall’altro il rispetto per la natura, promuovendo la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie e prodotti in grado di garantire le migliori prestazioni in armonia con la natura e l’ambiente che ci circonda. (R.GH)

condividi :
La città balneare continua
13/09/2010
Le ricette:
22/09/2005