ARCHITETTURA FARE PENSARE

Maria Carmela Frate

Intervento di Maria Carmela Frate, architetto
Presidente, Ordine degli Architetti di Perugia

In area umbra c’è una inveterata tradizione del camino come luogo fondamentale della casa, in particolare nei casali contadini. In questi luoghi tuttora si trovano esempi sopravvissuti di camini antichi, dalle dimensioni grandi a sufficienza perché al loro interno siano collocate, in posizione laterale, due panche in muratura. In questi casi, la cappa ha più o meno l’altezza di un metro e mezzo. Poiché il calore dei camini non si diffonde nelle altri ambienti vigeva la consuetudine di riunirsi in quel piccolo spazio.

• La tecnologia tipica è il laterizio: il mattone e la cosiddetta ‘pianella’, ossia un mattone ribassato di qualche
centimetro. Per quanto non si trovino camini di recente fattura dalle dimensioni così cospicue, la tradizione del laterizio si conserva sia nelle case di campagna, sia nelle case unifamiliari di città, tenuto conto che, comunque, la dimensione urbana umbra è contenuta (Perugia, la maggiore delle città umbre, si attesta intorno ai 170 mila abitanti). Difficilmente si trovano camini nelle residenze di edifici multipiani recenti, mentre negli edifici di edilizia residenziale pubblica anni ‘50 è più facile trovarli.

Stile Urbano
Un camino molto funzionale, che sfrutti al massimo i vantaggi della tecnologia domotica per facilitare
il benessere e il relax di chi stà poco in casa o ha poco tempo per dedicare alle faccende domestiche.
Famar trasforma il camino in un impianto autonomo
alternativo, infatti, il rivestimento in Travertino Tivoli stuccato e spazzolato con passe-partout in Pietra lavica con lavorazione scoppato fine, cela una caldaia camino che già nel modello di serie assicura un riscaldamento e una produzione d’acqua calda costante nel tempo.

• Il problema oggi nella progettazione degli interni è la conflittualità che sorge sotto il profilo architettonico, tra
il camino e il televisore. Infatti, entrambi di forma rettangolare, devono essere posti a debita distanza tra loro per
evitare sovrapposizioni (e per non rischiare il surriscaldamento del televisore). Essi, tuttavia, costituiscono due
poli di attrazione alternativi. Dove va l’occhio: al camino o alla televisione? Il committente chiede di averli entrambi
nella stessa stanza, e il progettista si trova di fronte a un problema distributivo di non facile soluzione.

Stile Industriale
I materiali dell’industria sono esaltati nella loro funzionale bellezza si ha così
acciaio e vetro per camini, stufe e cucine d’ultima generazione caratterizzati dalla più alta tecnologia.
Design contemporaneo per cappe e cucine a legna
proposte da Artecalore. L’azienda offre una grande libertà di forme, colori, materiali e dimensioni con una vasta gamma che consente di inserire la cucina a legna in qualsiasi tipo di ambientazione abbinandola a piani
di cottura e forni elettrici, piani di lavoro in acciaio
inox, lavelli, ecc.

• Un altro elemento caratteristico nelle case della zona, è il prolungamento del camino: il comignolo (cosiddetto
fumaiolo). Anche in questo caso il manufatto è prevalentemente in laterizio; nelle aree in cui c’è la tradizione della
ceramica (Deruta, per esempio) lo si trova anche in terracotta. I fumaioli in mattoni sono prevalentemente in
“pianelle” e possono essere a due o quattro venti. Varie le forme dei terminali: “alla cappuccina” (con coppi a
capanna), “a tomino” (con mattoni di taglio, a ziggurat), con calottina lavorata a paraboloide o semisfera; alcuni
hanno un’edicola sul terminale, altri hanno il cimale aggettante….
• Le amministrazioni locali, nell’ambito della ripresa delle tecniche tradizionali, hanno incentivato il recupero da
parte delle maestranze della capacità di realizzare manufatti di questo tipo, così che nei centri storici o nelle campagne si possano recuperare e conservare i camini storici esistenti; sono stati anche realizzati manuali del recupero architettonico che hanno classificato le diverse tipologie di comignoli esistenti. Insomma, la tradizione sta
rinascendo…

condividi :
AIPi, l’ambiente cucina nella casa variabile, ADI: 19° compasso d’oro
24/11/2005
Una casa prefabbricata piena di fascino
06/09/2007