PENSARE

L’inserto del camino


Testo: arch. Federica Colombo

Accolti da un abbraccio tra fuoco e mare

Il camino come abbraccio accogliente, biglietto da visita di una famiglia che considera l’ospitalità un valore irrinunciabile: un progetto dal grande valore simbolico, da inserire in una casa di rappresentanza con vista sul mare
della Costa Smeralda. Un’intera parete è aperta verso l’esterno, grazie alle finestre scorrevoli che scompaiono nei
muri, e l’occhio degli ospiti è rapito dall’incantevole veduta dell’isola della Maddalena.
Sulla parete opposta, come un cordiale invito ad accomodarsi per godere di quello spettacolo, due "braccia" in muratura formano un semicerchio, coperte da cuscini sulle tonalità del blu che rendono confortevole la seduta.
Al centro, tra le due braccia, il vero cuore della sala: il camino integrato nella parete immacolata.

Grande impatto visivo in piccoli spazi

Il fascino sobrio e l’operosità del centro di Milano si riflettono in questa idea di ristrutturazione, che coniuga funzionalità e tradizione.
Sorprendentemente una piccola porzione di casa a corte, due locali situati nel cuore pulsante del capoluogo lombardo,
riesce ad offrire ad una giovane coppia un rifugio dalla frenesia della città e allo stesso tempo una cornice ideale per accogliere gli ospiti.
Donare ad uno spazio di modeste dimensioni una veste di grande impatto visivo e all’ospite una sensazione di
confort e semplicità, rappresenta davvero una sfida per l’architetto.
Vincente è risultata la scelta del camino come elemento essenziale che racchiudesse in sé le due priorità progettuali.
Si è potuta così migliorare la distribuzione spaziale, che ha trovato nella fiamma di luce e calore il punto"focale"
della casa.

La tecnologia Palazzetti ha sviluppato per Multifire® una
particolare centralina elettronica che gestisce con facili
comandi, la programmazione, la combustione, la potenza e il
passaggio dal funzionamento da legna a a pellet.
Anche la pulizia del braciere avviene automaticamente, con
un ciclo continuo che permette di mantenere una pulizia
costante durante tutto il funzionamento, autoregolando la
frequenza in funzione del combustibile selezionato.

Più efficienti, silenziosi e con una migliore visione della fiamma.
3 larghezze disponibili: 58, 68 e 78 cm. Facilità di posa e svariate possibilità d’installazione.
La nuova gamma di inserti Stuv 16, distribuita da Mont Export,
offre prestazioni elevate grazie ad un eccellente controllo della
combustione.
La novità importante è che questo inserto è progettato come
modulo polivalente: l’aria può essere convogliata in altri locali;
il ventilatore può essere incorporato o collocato a distanza e
altre soluzioni ancora, come una scelta di rivestimenti Stuv già
pronti da adattare per chi desidera evitare opere murarie!
Nelle abitazioni piccole dove lo spazio è ridotto la soluzione
ottimale è Superjolly di Jolly Mec: un impianto di riscaldamento ad alto rendimento a combustione controllata e prolungata, che scalda con aria calda umidificata e funziona a
legna. Dotato di uno scambiatore di calore in acciaio speciale
a doppia parete sagomata, trattato internamente, coibentato
con materassino di lana di roccia e mantello in lamiera zincata per contenere al minimo la dispersione termica, la sua particolare costruzione è destinata a durare nel tempo e
permette di sfruttare al massimo il calore prodotto dalla
combustione ottenendo alti rendimenti (fino al 78%).
Lo scambiatore di calore adeguatamente dimensionato garantisce l’efficace riscaldamento per convezione. Grazie
all’ampia superficie di scambio ed alle sue molteplici uscite
d’aria calda, in genere quattro, l’aria della stanza viene riscaldata in modo ottimale e sano.
Tramite il sistema Air-Wash, il vetroceramico resta pulito più?
a lungo. Semplice utilizzo, chiusura agevole, facile pulizia.
L’interno del focolare in genere S rivestito in materiale
efrattario, prodotto dalle elevate capacità di accumulo del
calore.

Rustici richiami alla verticalità

Pini secolari e guglie granitiche si fondono nell’ispirazione di questo camino, pensato come fulcro di una baita alpina.
Il rivestimento in pietra ollare, che incornicia le fiamme, realizza un’astrazione visiva del bosco, così che il legno, elemento essenziale per il fuoco, diventa forma per la progettazione.
L’ospite rimane sorpreso da questa soluzione, che esula dal canone del camino classico: la cappa tradizionale
non esiste, la muratura incamera il prefabbricato dove il fuoco e le linee pulite della pietra contengono la fiamma.
L’aspirazione alla verticalità, che nell’esperienza di ogni uomo si traduce in tensione al miglioramento, porta in questo
progetto i valori semplici ma radicati della gente di montagna. L’elemento camino diviene così una metafora dell’esistenza che ben si integra nell’ambiente rustico di una casa valdostana, immersa nel verde in estate e adagiata su un tappeto bianco scintillante in inverno.

Sobria praticità per un camino da vivere intensamente

La piacevole sensazione offerta dalla visione della fiamma e dal gradevole odore della legna che brucia invita ad
abitare intensamente nelle serate fredde lo spazio della tavernetta dominata dal camino.
Pur se progettata in vista di un utilizzo comodo e pratico, questa soluzione ha soddisfatto pienamente la richiesta
dei committenti di un’estetica elegante e sobria,adatta ad un’abitazione raffinata ma confortevole alle porte di
Milano.
La fiamma scintilla in una nicchia incastonata tra due "spalle" in mattoni a vista,ai lati delle quali sono riposti gli attrezzi per governare il fuoco e i ceppi da ardere, pronto all’uso. Anche la cappa viene mascherata da una struttura
in mattoni a vista, che sale fino al soffitto e si estende coprendo tutta la parete. Il caminetto risulta così pienamente
integrato nella taverna,anche grazie alle due funzionali mensole in legno e muratura bianca che lo sovrastano
e si propongono come appoggio per oggetti che ricordano la vita delle famiglie degli anni passati attorno alla fonte di calore per il riscaldamento e la cucina.
L’accostamento del colore caldo e accogliente dei mattoni contrasta e bilancia il candore dell’intonaco ruvido e la
combinazione dei materiali utilizzati regala un accenno rustico all’ambiente dalle linee classiche e regolari.

 

condividi :
Il monumento da cui è annunciata la Risurrezione
05/11/2008
Mobili artigianali secondo la tradizione tirolese
31/07/2005