ARCHITETTURA FARE

Le finestre da tetto

La trasformazione del sottotetto in mansarda abitabile rende necessario installare le finestre da tetto, pratiche e moderne: le analizziamo nelle loro caratteristiche

Recuperare il sottotetto fa guadagnare spazio prezioso (oggi alcune Regioni, come la Lombardia, hanno apposite leggi che lo agevolano): ma bisogna rispettare alcuni requisiti.
– Le leggi prevedono che i sottotetti, per diventare abitabili, devono possedere o acquisire i giusti rapporti aeranti
e illuminanti (la superficie delle finestre deve essere almeno un ottavo, o un decimo, di quella del pavimento): è dunque necessario, nella maggior parte dei casi, realizzare nuove aperture. La scelta più razionale sono le finestre da tetto: sono già pronte in una vasta serie di misure e richiedono solo il foro sul tetto e un facile montaggio.

– Le finestre da tetto possiedono requisiti tecnici elevati: rivestimento di metallo pregiato (alluminio o rame) all’esterno, massello di legno solido ed elegante all’interno, guarnizioni a perfetta tenuta, raccordi per ogni tipo di tegole o coppi,
ferramenta che resiste inalterata in ogni clima, vetri ad alta resistenza meccanica (antigrandine) e ad alto isolamento termico, vasta possibilità di motorizzazione, ampia gamma di accessori.
Appunti

La finestra in poliuretano

La finestra GGU Velux è realizzata in pino nordico come tutte le finestre Velux, ma ha la particolarità di essere rivestita in poliuretano bianco. Questa caratteristica offre una serie di vantaggi: non richiede la manutenzione del legno, mantenendone tutte le caratteristiche positive; offre una maggiore resistenza all’umidità, rendendola particolarmente adatta a locali destinati a bagno o a cucina; apposite fessure permettono di far defluire esternamente eventuali condense. La combinazione del legno con il poliuretano garantisce elevata stabilità, eccellenti proprietà termoisolanti, resistenza, semplicità di pulizia, e durata nel tempo. La finestra GGU viene fornita anche con vetrata isolante Protec-Star, che offre vantaggi quali protezione interna, risparmio di energia, abbattimento acustico e maggiore protezione dalla grandine. Inoltre, uno speciale chiavistello può bloccare il battente in una posizione di leggera apertura, per una maggiore ventilazione anche in presenza di forte vento.

La barra di manovra è invece dotata di un’aletta di ventilazione con filtro che consente all’aria fresca, anche a finestra chiusa, di circolare liberamente, indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne. La GGU può essere installata in verticale come le finestre tradizionali ed è predisposta per il montaggio di tende, persiane avvolgibili ed accessori elettrici per il controllo a distanza. Per la pulizia del vetro esterno è sufficiente ruotare il battente della finestra di 180° e bloccarlo con il chiavistello in questa posizione. In tal modo entrambe le mani saranno libere per le funzioni di pulizia. I mobili possono essere collocati al di sotto della finestra senza limitarne il movimento.

condividi :
My little loft
10/01/2008
Il VescovoDalla teologia all’architettura
26/05/2006