ARCHITETTURA FARE

Le case del futuro

Le case a recupero termico sono vere case a basso consumo energetico che rispettano comunque i valori di fabbisogno
energetico richiesti per legge. L’azienda SchwörerHaus produce case di questo tipo che già dal 1983 corrispondono
alla casa a basso consumo energetico prescritta come standard dalla nuova ordinanza sul risparmio energetico.
Attraverso l’integrazione di tecnologie e materiali questa tipologia di case ha un fabbisogno annuale di riscaldamento
talmente ridotto da permettere di rinunciare ad un sistema di riscaldamento tradizionale La SchwörerHaus fornisce di serie nelle sue case a recupero termico i pannelli solari per la produzione di energia elettrica che hanno delle celle di silizium che si trovano sotto il vetro e sfruttano in maniera ottimale i raggi del sole incidenti.

Dettagli Tecnici

Quando all’impianto di recupero termico viene collegato l’impianto di recupero del calore del terreno, l’aria fresca viene espirata (1) dall’esterno e portata mediante un tubo di materia plastica (2) nella profondita’ del terreno. Durante questo processo l’aria esterna viene riscaldata d’inverno o rinfrescata e deumidificata nel periodo estivo. Passando nello scambiatore di calore (3), l’aria arriva nell’impianto di ventilazione dove viene ulteriormente riscaldata d’inverno o passa direttamente nelle stanze durante l’estate. I tubi Vengono installati ad una profondita’ di 1,50 fino a 2 metri nel terreno di proprieta’.

Nel punto piu’profondo si trova lo scarico della condensa (4). Per una casa unifamigliare sono necessari circa 40 ml. Di tubo. L’impianto di recupero termico (in aggiunta al riscaldamento a gas) sfrutta il calore residuo proveniente dai gas di scarico generati dalla combustione: è un gas caldo che viene portato nello scambiatore di calore e serve per riscaldare l’aria fresca che viene portata successivamente nelle stanze abitabili.

L’energia del sole è l’energia più pulita, meno pericolosa e più economica e può essere sfruttata tutto il periodo dell’anno. L’obiettivo della SchwörerHaus è quello di ottenere un significativo“guadagno termico” durante i periodi freddi dell’anno. L’impianto termico a pannelli solari può soddisfare il fabbisogno di acqua calda durante tutto il periodo estivo al 100% e circa i 2/3 del fabbisogno invernale. L’avanzata tecnologia dei pannelli permette di riscaldare l’acqua anche quando il cielo è coperto. Se i pannelli solari sono collegati con l’impianto di recupero termico, riscaldano l’aria in casa durante i periodi freddi mentre in estate la rinfrescano attraverso lo sfruttamento del calore residuo generato dai gas di scarico combusti. Alla base del funzionamento di tutti gli impianti di riscaldamento dell’Azienda (riscaldamento a pavimento, impianto di recupero termico, pannelli solari, scambiatore di calore) c’è la volontà di utilizzare la preziosa energia in modo più efficace possibile, salvaguardando l’ambiente in cui viviamo evitando l’emissione all’esterno
di sostanze nocive.

Solar energy is cleaner, less dangerous, cheaper, and can be used all year round. The SchwörerHaus objective is to obtain significant ‘thermal gain’ during the cold periods of the year. The solar panel heating system can meet hot water requirements in summer by 100%, compared with about two thirds of the requirements in winter. The advanced technology of the panels makes it possible to heat water even when the sky is overcast. If the solar panels are connected to the heat retrieval system, they can heat the house during the winter months and cool it in summer by making use of the residual heat generated by the combusted exhaust emissions. All of the company’s heating systems (floor heating, heat retrieval system, solar panels, and heat exchanges) seek to use valuable energy in the most effective way possible, thus saving the environment in which we live by avoiding any emission of harmful substances to the exterior.

Dettagli Tecnici

Quando la temperatura nei selettori dei pannelli solari (1) diventa ad es. Di 30 gradi l’acqua nel serbatoio da 320 litri (2) viene riscaldata. La pompa (3) con il recipiente di espansione assicura insieme con il pannello di regolazione (4) un funzionamento perfetto dei processi di deflusso (5) e reflusso (6). Se la temperatura dei collettori scende sotto i 30 gradi, a seconda della esterna e la differenza tra le temperature dell’acqua d’utilizzo e di quella calda, il fluido va portato mediante la valvola di inversione (7) nell’impianto di recupero termico (8), dove il calore viene trasmesso all’aria fresca. Così in una casa unifamigliare durante l’anno si risparmiano 1000 kwh di energia.

Una costruzione perfetta con la coibentazione superiore alla media e ad alta tenuta sono i presupposti basilari per una costruzione a basso consumo energetico. Inoltre l’impianto a recupero termico si occupa sia dell’alimentazione dell’aria fresca filtrata, sia del recupero del calore. Ciò risparmia energia e garantisce, all’interno della casa, una vita sana e confortevole con un minimo fabbisogno di energia. A favore di questo risparmio inoltre, tutti gli elementi della casasono strettamente uniti fra loro: le parti costruttive del muro, i collegamenti tra il piano sotterraneo ed il pian
terreno e quelli tra il piano terra e la mansarda, le congiunzioni tra le porte e le finestre e i relativi muri.

condividi :
Il bagno
09/05/2006
ATMOSFERE MONTANE
17/02/2010