ARCHITETTURA

Le campane del Duomo di Pisa

Le campane del duomo di Pisa

E’ nata, nella Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone, una creatura che darà particolare vanto ai suoi artefici perché destinata al campanile più bello e famoso del mondo, quello del Duomo di Pisa, universalmente conosciuto come “Torre Pendente”, una tra le sette meraviglie del Mondo.
Progettata nel IX secolo per ospitare 12 campane, la Torre, per i noti problemi di staticità, non ne ha mai fatto grande utilizzo relegando lungamente quelle che vi si sono alternate a simboli muti. Solo nel 2003, a conclusione dei lunghi, colossali interventi di consolidamento, si è considerato il ripristino del sistema campanario.
La prestigiosa consulenza è stata affidata alla millenaria esperienza della Fonderia Marinelli a cui stato assegnato anche il compito di sostituire la più antica delle 5 campane grandi gravemente lesionata da oltre 60 anni. L’Arcivescovo di Pisa, S. E. Alessandro Plotti, e l’Opera del Duomo hanno disposto che la campana fosse una replica perfetta di quellaantica e da questo la necessità di affidarsi alle competenti maestranze dei Marinelli di Agnone in possesso dell’antica e complessa arte fusoria immutata sin dal medioevo.
I fonditori Marinelli hanno realizzato sul posto i calchi dei rilievi dell’antica campana da sostituire e hanno proceduto alle lunghe ed elaborate fasi della lavorazione e della fusione esattamente come fece, 400 anni or sono, quel Niccolò Castelli che ne realizzò il primo esemplare. Il bronzo appena fuso ha il diametro di circa 1 metro, il peso di 600 chili e risponde alla nota musicale SOL.
Reca in rilievo la data del 1606, i nomi e gli stemmi del Vescovo Carlo Antonio Dal Pozzo insieme agli stemmi dei Medici e della città con la nuova iscrizione:

ITERUM CONFECTA A.D. MMIV
JOHANNE PAULO II P.P.
ALEXANDRO PLOTTI ARCH.
P. FRANCISCO PACINI OPERARIO
L’Arcivescovo di Pisa, S.E.R. Mons. Alessandro Plotti
benedice le nuove campane.

Sabato 25 settembre 2004 dopo la solenne benedizione impartita nel Duomo dall’Arcivescovo Alessandro Plotti, la campana è stata posizionata sul famoso campanile a completamento dell’imponente concerto risultando certamente
fra i più onorevoli e rappresentativi figli di Agnone e della sua arte.

condividi :
Open Air
31/07/2005
Piero Lissoni
04/11/2005