ARCHITETTURA FARE PENSARE

La voce delle Diocesi

La voce delle diocesi

Una finestra di dialogo per i Beni Culturali di ieri e di oggi

Sono moltissime le iniziative che vengono intraprese nelle Diocesi italiane in merito alla conservazione dei Beni Culturali Ecclesiastici, alla edificazione di nuove chiese, alla presentazione di nuove opere d’arte, alla discussione su tematiche attinenti al rapporto vivo tra architettura, arte e Chiesa. La nostra rivista, CHIESA OGGI architettura e comunicazione, nasce come strumento di documentazione, di informazione e di servizio. Il servizio consiste proprio nel mettere in comunicazione le diverse realtà che si muovono nel vasto mondo dell’architettura per la Chiesa, con tutto quel che questo comporta, con tutte le implicazioni nel campo progettuale, tecnologico, artistico, liturgico, ecc. Gli Uffici diocesani che si occupano dell’edificazione di nuove chiese e del mantenimento dei Beni Culturali Ecclesiastici sono l’interlocutore di tutti coloro che a diverso titolo stanno partecipando o desiderano partecipare al progetto della chiesa e al suo rinnovamento. CHIESA OGGI architettura e comunicazione è l’unica rivista specializzata nell’architettura della chiesa in tutte le sue articolazioni: l’unica rivista che raggiunge sia le parrocchie italiane, sia chi nell’ambito professionale o imprenditoriale ha fatto dell’edificio chiesa una parte importante, talvolta esclusiva, della propria specializzazione.

Queste pagine sono a disposizione delle Curie diocesane: qui possono presentare le iniziative che hanno intrapreso, che stanno realizzando o che intendono concretizzare in futuro. Una iniziativa di una singola diocesi può essere fonte di ispirazione per altri, può essere motivo di dibattito, può essere occasione per suggerire soluzioni nuove a problemi specifici. Siamo sicuri che altri vorranno comunicarci le loro iniziative e che il flusso di informazioni, proposte, analisi, suggerimenti, richieste che su queste pagine troveranno ospitalità, sarà sempre più ricco e fecondo.

Inviate la Vostra comunicazione per posta elettronica: www.chiesaoggi.it

Diocesi di Brescia

Dal restauro alla catechesi

Per le molteplici attività culturali che si svolgono nella diocesi di Brescia, il Museo Diocesano occupa un ruolo centrale. Nell’antico refettorio dei frati minori, il cui chiostro grande alcuni anni or sono è stato trasformato in sede del Museo, si svolgono frequenti incontri, conferenze, esposizioni.Tra gli eventi che vi si svolgono, riferisce il Direttore, Don Ivo Panteghini, un appuntamento fisso è rappresentato dalla Settimana del Restauro. Una delle attività curate dal museo è quella di promuovere il restauro di opere d’arte di proprietà ecclesiastica. Una volta all’anno, in coincidenza con la festa di S. Giuseppe, queste opere vengono proposte al pubblico in una mostra accompagnata da una serie di convegni e incontri che le illustrano criticamente nel contesto della storia dell’arte, che ne espongono l’iter di restauro (varie fotografie ripercorrono i passi seguiti nel corso del lavoro di conservazione) e che ne chiariscono il significato religioso.

P. Marone e A. Gadino, Ascensione di Gesù Cristo, Brescia, Chiesa di S. Maria del Carmine.

In tal modo la presentazione del restauro diventa occasione per riprendere il messaggio che l’autore intendeva imprimere nell’opera. “Non disponiamo di capolavori di prima grandezza – spiega don Panteghini – ma certamente di opere dignitose e degne di essere studiate nel contesto della storia della diocesi e dell’arte locale. Abbiamo autori come il Malosso, Prata da Caravaggio, i Moretteschi. La partecipazione è vasta. Lo scorso anno abbiamo registrato circa 1.200 presenze. Le opere esposte sono in genere una quindicina e, dopo l’evento, vengono rese alle loro rispettive parrocchie, con le dovute raccomandazioni perché siano conservate nel modo migliore: che siano protette da furti o da altre cause di degrado quali l’eccessivo calore, la eccessiva luce, ecc.”. Sono continuamente in atto scambi di opere con altri musei e fondazioni. Vengono anche realizzate mostre tematiche accompagnate sempre da presentazioni esplicative. Nel periodo natalizio per esempio il tema prescelto è stato quello della “maternità” nelle sculture lignee, dal Rinascimento al barocco. Ma naturalmente le iniziative non si fermano alle mostre e ai dibattiti. L’attività concertistica è assai densa e si svolge sia entro il chiostro del museo, sia nella chiesa museale di S. Giuseppe: è qui per esempio che il 2 novembre si celebra il “Concerto della memoria”.

Diocesi di Novara

La promozione del significato religioso

“La bellezza salverà il mondo. Quando l’arte racconta il cuore sedotto della Bibbia” è il titolo di un percorso di 12 domeniche di spiritualità e cultura, organizzato dall’Associazione Culturale Diocesana “La Nuova Regaldi”. La stessa Associazione sta elaborando un’iniziativa in collaborazione con l’Ufficio Beni Culturali e con l’Ufficio Inventario dei Beni Culturali della Diocesi, che mira alla lettura e alla divulgazione del patrimonio artistico strettamente connesso col suo significato religioso e di fede. Il sito www.pastuninovara.it dell’Associazione Culturale Diocesana “La Nuova Regaldi” informa sulle iniziative in corso.

condividi :
A Torino, l’opera e la preghiera quotidiana
26/01/2010
Comitato Scientifico
15/12/2006