ARCHITETTURA FARE PENSARE

La tradizione del calore

Tratto da:
Casa Oggi N°277
La tradizione del calore
Di Baio Editore

A tradition of warmth
Intervista a/Interview with Ruben Palazzetti, titolare/owner della/of Palazzetti Lelio s.p.a.

1. Tre generazioni della famiglia Palazzetti/ Three generations of Palazzettis: Dott.ssa Chiara, Cav. Lelio e Ruben Palazzetti

Al ruolo di imprenditore Ruben Palazzetti unisce quello di organizzatore di prestigiosi convegni ed incontri tra i quali ricordiamo “Ripiantiamo l’energia”, un importante appuntamento tenutosi durante la scorsa edizione di Progetto Fuoco svoltosi a Verona nel marzo 2002.
Mr. Ruben Palazzetti combines his entrepreneurship with the organization of prestigious congresses and meetings, among which “Ripiantiamo l’energia”, held within the last edition of the exhibition “Progetto Fuoco” that took place in Verona in March 2002.

Dopo quasi cinquant’anni di attività l’azienda conta cinque unità produttive nell’area del pordenonese, dove lavorano 280 dipendenti con un indotto di 3000 adetti su una superficie di 120.000 mq. Tre generazioni della famiglia Palazzetti: una tradizione nella produzione di camini. Chiediamo a Ruben Palazzetti: quali sono le motivazioni che hanno spinto Suo padre in questo settore? Sostanzialmente l’impresa nasce da due necessità: una di carattere estetico, una di carattere funzionale. I camini un tempo erano fabbricati esclusivamente da artigiani, marmisti o fumisti, dotati di scarse cognizioni tecnologiche e spesso scarse capacità esecutive. I nostri camini sia dal punto di vista estetico che funzionale sono il frutto di una capacità produttiva e tecnologica che solo una grande azienda può offrire. Un esempio dal punto di vista della lavorazione è la curvatura dei marmi, che solo speciali macchinari possono effettuare in modo perfetto. La ricerca tecnologica Palazzetti, da sempre attenta all’ecologia, ha creato l’innovativo sistema della doppia combustione, presente in tutti i suoi focolari, che dà dei grandi vantaggi in termini di prestazioni. E’ bene sapere che anche le combustioni più equilibrate liberano una certa quantità di CO, monossido di carbonio, velenoso ed inquinante. Per primi abbiamo risolto questo problema raddoppiando la combustione. Infatti, durante la prima combustione viene immesso ossigeno preriscaldato che provoca una seconda fiammata in grado di bruciare il CO residuo, libera ulteriore calore ed emette anidride carbonica in equilibrio con l’ambiente. I benefici sono notevoli, dalla resa termica ottima con risparmio sui consumi, ai fumi più puliti per un minore inquinamento dell’atmosfera. Subito avete prodotto in serie: come mai? La nostra ditta era già affermata sul piano nazionale per il marmo e il cemento. Quando siamo entrati nel campo dei camini abbiamo subito prodotto in serie la parte tecnica, il focolare propriamente detto. E’ in questo modo che si ottengono garanzie di funzionalità certe. La “carrozzeria”, per così dire, viene studiata ad hoc per i singoli appartamenti in cui il camino è collocato. Se pensa al primo camino prodotto e lo confronta alla vostra produzione più recente, che differenze nota? L’impegno nella produzione è lo stesso ma l’evoluzione in questi 30 anni di lavorazione è stata impressionante. Oggi produciamo camini che sono dei veri impianti di riscaldamento. La nostra tecnologia ha messo a punto un prodotto come Ecofire, capace di funzionare ininterrottamente per 100 ore consecutive. Grazie all’elevato rendimento, sono in grado di riscaldare un’abitazione di oltre 140 mq, attraverso la realizzazione di un adeguato sistema di canalizzazione. Non solo, possono produrre acqua calda sia per i radiatori che per uso sanitario, soddisfacendo il bisogno termico di un’intera famiglia. (L.S.)

Palazzetti Spa had been established almost fifty years ago and at present time boasts five production plants in the Pordenone area, with 280 employees and a suppliers’ network of 3,000 people over a 120,000 m2 area. Three generations of Palazzettis devoted themselves to the production of fire-places and so we ask Mr. Ruben Palazzetti what had been the reason that induced his father to start a business in this sector? Well, actually the main reasons can be two: one quite aesthetical and the other more functional reason. Let me explain, once fireplaces were manufactured mostly by artisans, marble workers or stove-setters with very little technical knowledge and sometimes even less manual skills. Our fireplaces are the result of high technology and innovative design and only a large company can guarantee these features. In fact, processes like marble bending are possible only with hi-tech machines. At Palazzetti, technological researches had always been environmentally aware and thus we created for our fireplaces the innovative and high-performing dual-combustion system. It is a patented system that reduces poisonous carbon monoxide fumes trhough double combustion, that is during the first combustion we introduce pre-heated oxygen that triggers a second combustion that burn all remaining CO generating more heat and producing CO2 emissions which are respectful of the nature’s cycle. You immediately started a mass production of your products. Why? Palazzetti was already a leading brand in the marble and concrete sectors. We decided to start the production of fireplaces to guarantee the high standards of functionality that only mass production can ensure. As far as design is concerned, every single fireplace is custom made to perfectly suit the interiors it will be placed in. How can you describe the changes occurred within this fifty years in this field? Thinking about the first fireplace we built and our latest production, I can tell that our commitment has not changed a bit, while we witnessed an impressive development in technology. Nowadays our fireplaces are real heating systems.The Ecofire model, for example, has been built to be running for more than 100 hours consecutively.Their performances are so high that they can warm up an apartment of more than 140 m2 through an especially designed canalization system. Moreover, our systems are able to generate hot water enough to cover an average family need.

condividi :
Le chiese danneggiate
10/07/2009
Casa Passiva. Qualità e benessere
07/07/2012