PENSARE

La stufa tra due ambieti

CORPO SCALDANTE, ELEMENTO UNIFICANTE E PROTAGONISTA DELL’ARREDO

Sobria e piacevole questa stufa è disposta in due locali adiacenti attraverso una parete, con il frontale per la carica nel disimpegno dell’ingresso dove riqualifica e arricchisce l’ambiente, mentre il corpo stufa è perfettamente inserito nella zona giorno. Grazie alla sua posizione ottimale riesce a integrarsi armoniosamente con l’ambiente ed a riscaldare uniformemente l’intera abitazione in modo sano e naturale. Costruita sul luogo è realizzata in materiale refrattario ceramico a giri di fumo, con il riciclo dei fumi freddi per mezzo di circuiti a serpentina: il fumo percorre internamente l’intera struttura fino al raggiungimento della canna fumaria e garantisce un rendimento completo della legna.

La stufa su misura. “È la prerogativa dell’azienda di Ermanno Vandini che dal 1988 crea stufe e camini in maiolica refrattaria di fattura interamente artigianale con le maioliche realizzate a mano e proposte in tinte e decori diversi. La consulenza di progettisti esperti offre inoltre soluzioni uniche, personalizzate, adatte per rispondere in modo appropriato al gusto, alle esigenze di spazio e di riscaldamento dell’ambiente in cui si desidera collocare la fonte di riscaldamento naturale. Nella stufa la fiamma riscalda il corpo esterno che accumula il calore e successivamente lo rilascia gradualmente. Il riscaldamento avviene grazie all’aumento di temperatura superficiale degli oggetti e delle persone attraverso onde magnetiche. I pregi della stufa sono quindi l’assenza di correnti che creano movimento dell’aria e quindi anche di polveri, la buona ossigenazione dell’aria nelle stanze riscaldate, il mantenimento dell’ottimale grado di umidità, temperature dell’aria dell’ambiente bassa quindi notevole sensazione di calore data dall’irraggiamento.

Progetto: Ufficio Tecnico di Ermanno Vandini, Serramazzoni (MO) Materiali: stufa passante in maiolica realizzata su misura.

condividi :
Editoriale
31/07/2005
tende per la veranda
19/12/2005