FARE

La mansarda


Alimentarsi d’arte

Arredamento di Barbara Grifoni
Testo di Giacomo Cornelio, architetto
Foto di Athos Lecce

Un antico fienile in pietra in una posizione panoramica sulle colline di Camaiore in Versilia è stato ristrutturato mantenendo esternamente le caratteristiche peculiari dell’architettura contadina locale. Barbara Grifoni ha progettato l’arredamento interno, Lorenzo D’Andrea ha dipinto alcune tele ed ha creato sculture oltre ad aver raccolto opere di artisti della caratura di Savinio, De Chirico o Le Corbusier. La veranda, con le sue ampie superfici vetrate, apre una stupefacente visuale sulle colline dell’alta Versilia fino a Porto Venere e alle isole accompagnando il sole nel suo arco
dall’alba al tramonto. Il tavolo da cui si gode la magnifica visuale è circondato da sedie in corda rigirata. Le travi in legno del tetto sono decorate in qualche punto dai disegni lasciati dagli ospiti.

Nelle foto: Muri in pietra e laterizi; capriata del tetto.
La scala: in primo piano “Mucca pazza” di D’Andrea. Nella pag. a fianco, la veranda: sedie in corda rigirata; baule antico.

La scala è stata dipinta in giallo di Napoli come quasi tutta la dimora e presenta sulla sommità la scultura “Mucca pazza” di D’Andrea. Lo stesso artista, proprietario della casa con Barbara Grifoni, dipinge “Alba toscana”, paesaggio dai toni lievi che accompagnano l’esotica dormeuse in bambù con materasso in seta a strisce marroni e nere. Un tappeto in juta incrociata a grossa grana copre il pavimento.
A fianco della finestra un mobile inglese sorregge l’imponente scultura in gesso chiamata “Alberto”. La luminosa camera da letto tinteggiata in color glicine con travi a vista offre una parete alla libreria-scultura a spirale della
Kartel. Al piano terra è stato realizzato un ampio spazio aperto al cui centro campeggia un bronzo di Gianni Dova attorniato da un biliardo dell’Ottocento e da una fienagione di opere d’arte e di design fluidamente accostate.

In Edicola

Tappeto in juta incrociata a gros grain; dormeuse in bambù e materasso in seta nera e color tabacco, Smania;
quadro “Alba toscana”, di Lorenzo D’Andrea; tavolo inglese e scultura in gesso “Alberto”.
Divano bianco, Adrenalina; libreria, Kartell; scrittoio del ‘700; letto, Poliform; lampada bianca, Artemide.
Piano terra, soggiorno: scultura in bronzo, “Rinforinco” di G. Dova; biliardo dell’800; libreria disegnata dai proprietari; divani in carta di papiro, “L’homme e la femme”, Edra; sedie e pouff in pelle vinilica bianca, Adrenalina; opere di D’Andrea, Ching, Savinio, De Chirico, Licini, Campigli, Le Corbusier, Marietto, Von der Steiner, Miozzo.

condividi :
Invito in fiera:
05/07/2006
I camini nella villa veneta
30/11/2005