FARE

La casa del sole,


Elemento di notevole importanza estetica, le vetrate accuratamente disposte offrono anche
la possibilità di risparmiare energia, con architetture moderne e funzionali.

L‘importanza delle vetrate difficilmente può essere sovrastimata. E’ dall’epoca del Gotico che in architettura si ricerca la possibilità di costruire aperture capaci di catturare il canto di colori che il sole regala al giorno, di godere il benefico influsso dei suoi raggi. Oggi abbiamo riscoperto il sole, che pure è la fonte primaria di energia per tutto il sistema planetario di cui facciamo parte, come produttore di “energia alternativa”. Abbiamo compreso quanto gli edifici
possono giovarsi di un’attenta disposizione e di finestrature accuratamente studiate, per riscaldare gli ambienti interni senza consumare combustibili fossili. La casa Berlino di Libella si contraddistingue per l’ampiezza delle vetrate. E’
una “casa 3 litri”: in un anno usa solo 3 litri di combustibile per mq. Il resto viene dalla natura.

La Casa Berlino, prodotta da Libella. Un disegno semplice ma accattivante, che riesce immediatamente simpatico per via del richiamo storico del tetto a falde – ampio e protettivo – e per la modernissima, grande vetrata a tutta altezza che
domina la facciata.
La casa del sole, le vetrate per sognare Ma non solo sono elementi suggestivi: sono soluzioni funzionali al risparmio
energetico, studiate sulla base di una esperienza di oltre 45 anni di questo produttore che fa parte del gruppo Kampa. In Europa sinora Libella ha realizzato oltre 60 mila case.

Confort e luce

La Casa Berlino di Libella dimostra che l’architettura moderna, quando è ben studiata, non è in contrasto con i più aggiornati e puliti sistemi di riscaldamento.
La Casa Berlino “3 litri” è dotata di soluzioni che sono da tempo standard nei prodotti Libella.
Espresso in cifre, questo significa che una Casa Berlino riesce, secondo le severe norme europee, a risparmiare fino al 70 % di energia. La casa “3 litri” consuma 34 kWh/mq annui di energia primaria per riscaldare e areare. Ovvero, il consumo annuo di energia per metro quadrato è di soli tre litri. Grazie a questo importante effetto sulla conservazione e salvaguardia dell’ambiente, la Casa Berlino, che è certificata dall’Ente statale della Germania per la verifica tecnica e la sicurezza degli impianti (TÜV) , può accedere alle sovvenzioni statali. La Casa Berlino si giova di un’architettura studiata per sfruttare nel modo ottimale l’energia solare, è dotata di struttura e materiali che impediscono i ponti termici e di coibentazioni speciali alle pareti e sul tetto, nonché di vetri termici a due camere e di un impianto innovativo a ventilazione d’aria e recupero di calore, il “Komfortlüftung”.

In alto: immagine notturna della facciata che si colloca di solito verso il nord; ma anche qui, grazie ai vetri isolanti, si aprono finestre di notevoli dimensioni.
Ai lati: il vano a tutta altezza che ospita il raccordo verticale. Grazie all’alto comfort abitativo, ai materiali salubri controllati e certificati e all’attenzione ecologica, le case Libella, prefabbricate ma personalizzabili, mantengono un alto
valore nel tempo.

Grazie al terzo timpano, che è realizzato integralmente in vetrate, di notte la Casa Berlino dall’esterno appare come una grande lanterna piena di luce.
E di giorno dall’interno lo sguardo spazia sul giardino, e si inoltra verso l’orizzonte.
Si crea un’atmosfera di intenso dialogo e di compresenza tra interni e esterni, tra costruito e natura. E allo stesso tempo si contribuisce a ridurre al minimo il bilancio energetico: i costi per il riscaldamento.
La dinamica è nota: d’inverno, quando il sole splende basso all’orizzonte, i raggi investono direttamente i vetri e riscaldano gli ambienti interni; d’estate gli sporti del tetto proteggono dall’eccessivo irraggiamento del mezzodì, gettano ombra sul vetro e permettono di godere dall’interno della casa lo spettacolo delle piante in piena fioritura. Il volume interno a tutta altezza permette a chi sta nel soggiorno di levare lo sguardo verso l’alto e di intravedere il cielo:
ne viene un senso di ampiezza e di libertà che, insieme con l’accorta disposizione degli arredi, offre un comfort a tutto campo.

Gli spazi e il progetto

Si potrebbe ripetere che “anche l’occhio vuole la sua parte”: ma sarebbe riduttivo. E’ forse più accurato osservare che un’architettura ben studiata, che riesce a soddisfare le esigenze bioclimatiche, è immediatamente e naturalmente anche comoda e ospitale, quanto di meglio per chi vi abita. Così la grande vetrata che nella Casa Berlino contraddistingue la parete esposta al sole, è un’occasione per creare bellezza e abitabilità.

Il vano a tutta altezza permette agli abitanti di fruire
di un grande senso di libertà, di osservare i diversi
livelli, di fare entrare luce a piacere. Permette
anche la circolazione interna dell’aria, il che, insieme
con la salubrità dei materiali utilizzati, fa sì
che la casa sia al top della confortevolezza.

condividi :
Mili Romano
11/09/2006
L’eleganza della vasca,
15/02/2007