FARE

L’angolo della musica

Sempre più spesso chi svolge un lavoro creativo finisce per cercare spazi di lavoro e d’ispirazione all’interno degli spazi abitativi. L’architettura si muove così tra arte e ricerca.

Who does a creative work ends up more frequently by searching workin and inspiration spaces into the house. Architecture moves so between art and research.

Se l’estro creativo perché sia espresso a pieno necessita di un luogo che permetta di essere autentici, la propria casa è l’ideale. Due ambienti su due livelli diventano tutt’uno. Questo progetto dell’architetto Patrizia Sbalchiero prevede la
libreria di vetro temperato e tubolare metallico verniciato di bianco, slanciarsi con leggerezza su entrambi i livelli abitativi, uniformandosi alla parete a tutta altezza. La scala aerea, trasparente ed essenziale, in ferro verniciato in micacea antracite e dai gradini in vetro praticabile bianco latte, sembra poggiarsi alla libreria. Essa svolge la funzione
di ‘taglio di luce’. Dallo studio, dove il padrone di casa compone musica classica, alla zona relax dell’ascolto, nella quale campeggia il pianoforte a coda, si stabilisce un’armonica continuità.

Nelle foto: Davanti la libreria il pianoforte a coda nero, Cesare Augusto Tallone. Poltrona in pelle nera, Divani&Divani. Tavolino basso d’artigianato indiano.

In front of the staircase the black grand piano, Cesare Augusto Tallone. Black leather sofa, Divani&Divani.
Short small table of Indian handicrafts.

If inspiration, in order to be completely expressed, needs a place which permits to be authentic, one’s own home is the ideal. Two environments on two levels become one thing. This plan of Architect Patrizia Sbalchiero conceives a bookcase made out of tempered glass and white painted metal tubular, reaching up lightly on both house levels, conforming to the wall for the entire height. The aerial iron staircase, transparent and essential, micaceous anthracite
painted, equipped with milk-white shatterproof glass stairs, seems leaning against the bookcase. It has the function of “light cut”. From the studio, where the owner of the house composes classical music, to the relax listening area, where a grand piano stands out, a harmonious continuity settles.

condividi :
Le schede
31/07/2005
Opinioni: Prof. Ing. Antonio Frattari
01/09/2005