FARE

LE ISOLE del gusto

oggi il preferito, per staccare il piano operativo della cucina dalla parete, rendendo così più facili e gradevoli i movimenti di chi cura la preparazione dei cibi.

Le cucine a isola godono sempre più del favore idi chi vuole vivere la preparazione dei cibi con libertà e allegria, senza rivolgere la faccia al muro come nelle situazioni tradizionali. L’isola, dapprima pensata come un parallelepipedo che contiene tutto, oggi ha acquistato in molti modelli una leggerezza che la rende molto simile a un tavolo, una soluzione che permette di avvicinarsi meglio al piano di lavoro e di sedersi, potendo infilare i piedi sotto di esso. Altre volte l’isola si presenta come un contenitore dal design raffinato. Sicuramente è un modo di porre la cucina al centro dell’attenzione, facendone il fulcro visivo di uno spazio aperto sul soggiorno.

APPROFONDIMENTO
USA IL LINK PRO: AGGIUNGI LA STRINGA CHIAVE E SCOPRI GLI APPROFONDIMENTI:
ES. http://pro.dibaio.com/free-standing

*/cucina-acciaio UN’ISOLA PER GLI CHEF CON: TAGLIERE SCORREVOLE, LAVASTOVIGLIE, E FORNO ELETTRICO, SBABO.

*/free-standing

*/cucina-bianca “BRING”IN LACCA BIANCA. L’ISOLA COMPRENDE ANCHE LA ZONA PRANZO, STOSA CUCINE.

*/snaidero-code UNO “STANDARD INTELLIGENTE” PROGETTATO AL CENTIMETRO. */valcucine-arte LE ANTE IN VETRO DIVENTANO OPERA D’ARTE, IN QUESTO CASO, DI SANDRO CHIA.

Da sempre solo il cuore del legno
http://pro.dibaio.com/ostaituttolegno-com

condividi :
LA PIETRA IN GIARDINO
25/01/2014
Speciale Scale
22/01/2010