PENSARE

Invito agli Artisti

A seguito del primo convegno svoltosi nel 2001 a Terni sul tema “Artisti e nuova Committenza ecclesiastica”, si sente oggi la necessità di ascoltare direttamente gli Artisti su questo argomento e per questo si è deciso di svolgere un nuovo convegno che, promosso dalla Diocesi di Terni-Narni-
Amelia e dalla rivista CHIESA OGGI architettura e comunicazione, edita da DI BAIO EDITORE, ha inteso:

1. Sollecitare il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la CEI – Conferenza Episcopale Italiana ad erogare più fondi per l’arte contemporanea nei luoghi di culto.
2. Sostenere gli artisti e la loro necessità di avere organismi ecclesiali a supporto della loro ricerca e produzione artistica con soggetti della grande tradizione cultuale cristiana, soprattutto cattolica.
3. Ascoltare gli artisti per suggerimenti relativi al rapporto con gli architetti e la stessa figura del teologo prima e durante la realizzazione di committenze.
4. Vedere la tipologia delle nuove produzioni artistiche contemporanee spesso immediatamente non compatibili con le esigenze della liturgia ma interessanti per i nuovi orizzonti trascendenti che riescono ad esprimere.
5. Sensibilizzare i responsabili degli enti religiosi per una committenza relativa alla produzione di qualsivoglia manufatto liturgico per superare la serialità delle proposte del mercato, notoriamente di pessimo gusto.

Invitiamo gli Artisti a dire la loro, sollecitandoli con la serie di quesiti sotto elencati. A questi, ogni Artista può rispondere direttamente o indirettamente, con una riflessione che dovrà essere contenuta in una cartella scritta: questa sarà inserita in una nostra pubblicazione finale.
I temi sotto indicati sono intesi quale stimolo per sollecitare inter venti di carattere personale. Auspichiamo che gli Artisti vorranno esporre e commentare le loro esperienze personali, nei lavori realizzati per committenze ecclesiastiche, anche di non grande entità.

– Rapporto con la committenza ecclesiastica: ha realizzato opere per la liturgia?
– Come sono stati i rapporti con la committenza? Le é capitato di avere confronti con teologi o sacerdoti sul tema dell’arte? Sente che c’é interesse per l’arte contemporanea come espressione della fede?
– Cosa suggerisce alla Chiesa per meglio interloquire con l’arte contemporanea? Per meglio interessarsi ad essa?
– Cosa manca nelle chiese nuove che lei conosce, anche di architetti importanti?
– Com’é il suo rapporto con gli architetti, soprattutto (eventualmente) con quelli che hanno costruito chiese?
– Se ha realizzato opere per qualche chiesa, come è stato il suo rapporto con il prete/frate e con l’architetto?
– Cosa si sente di dare, cosa potrebbe fare per la Chiesa per avvicinare il messaggio evangelico alla cultura contemporanea?
– Cosa ha fatto o fa l’arte contemporanea per aprirsi alla Chiesa?
– Perché quando si parla di arte cristiana gli artisti tendono a scivolare nella protesta “laica” (la chiesa è fonte di orrori e oppressioni) o nelle immaginette di maniera innocue e sciatte?
– Lei è fra quelli che aspettano che la committenza ecclesiastica la chiami, le serva tutto già pronto, oppure crede che il dialogo vada sollecitato?
– Crede che il Ministero e la CEI, per quanto è a conoscenza, debbano stanziare maggiori fondi per l’ar te contemporanea che, in ogni caso, non è tanto a buon mercato?
– Pensa che il messaggio di Gesù Cristo possa trovare ancora estetiche che coinvolgano spiritualmente il fedele ordinario o pensa che debba essere solo presentato con forme artistiche di provocazione?

Gentile Artista, la cartella contenente le Sue riflessioni dovrà essere inviata, a Sua scelta, a uno di questi indirizzi:

fabioleonardis@virgilio.it
– fax 0744546554 (Diocesi di Terni-Narni-Amelia)
chiesaoggi@dibaio.com – www.chiesaoggi.it


condividi :
Il camino all’aria aperta
27/09/2005
L’OPERA DI MANZÙ
22/05/2013