FARE

Un interno elegante di forte struttura

La Val di Fiemme può essere definita un vero e proprio parco naturale grazie alla vastissima estensione dei suoi boschi da sempre trattati in modo rispettoso, abetaie che nei secoli hanno rappresentato una fonte di sussistenza per la popolazione locale. Le molte case tradizionali che qui sopravvivono hanno la bellezza e la semplicità della cultura alpina più schietta, quella che preferisce il gioco costruttivo del legno locale alle frivole decorazioni di origine cittadina. Una di queste antiche costruzioni è stata completamente ristrutturata dall’équipe di artigiani e progettisti conosciuta col nome di Arredamenti Defrancesco, un’azienda di Predazzo che opera da più di quarant’anni nel settore dell’architettura d’interni e dell’arredamento di case di montagna. Il progetto è stato organizzato in questo modo: prima di tutto conservare integralmente l’aspetto esterno dell’edificio, che è sotto vincolo di tutela storica e paesaggistica, particolarmente bello per il suo tetto a doppia inclinazione e il lungo balcone in facciata. Poi, al suo interno, valorizzare la bella ossatura portante rendendola più raffinata con l’uso di legni antichi patinati, accostandoli a materiali moderni quali l’acciaio e il cristallo.

Lo sguardo viene subito catturato dalla possente forza espressiva dei travoni inclinati che sorreggono il tetto e modulano lo spazio. Da un punto di vista architettonico è lo stesso effetto di volte incrociate che nelle terme romane permetteva di avere luce sia dai due fronti che dai due fianchi. Questa enfasi costruttiva rende molto forte e autorevole lo spazio interno della casa, reso accogliente dal calore del legno e dalla sobrietà dell’arredo che non entra nel gioco delle simmetrie. Bellissima la qualità dei legni: larice per i pavimenti e abete lavorato a spazzolatura e taglio a sega per pareti e soffitti. Il dettaglio dei rivestimenti e degli arredi è stato studiato sin dalle prime fasi progettuali: da qui la sua perfetta coerenza. I tessuti, coordinati in tutta la casa, sono realizzati da Tappezzeria Jori.La casa si trova su una strada che termina davanti all’elegante ed elaborato campanile della chiesa parrocchiale. Al centro, un dettaglio del tinello tradizionale con panca ad angolo e sedie tirolesi con comodo schienale ricurvo. Il camino moderno costruito con un ioco di incastri di forme semplici, in una posizione strategica.NELLA ZONA DEL TRENTINO ALTO ADIGE LA TRADIZIONE VOLEVA CHE GLI UOMINI DI UNA FAMIGLIA CONTADINA SAPESSERO CAVARSELA DA SOLI, CHI PIÙ CHI MENO, NEI LAVORI DI FALEGNAMERIA. È DA QUESTO FATTO CHE PROVIENE LA GRANDE RICCHEZZA DI MOTIVI DECORATIVI PRESENTI NELLE CASE, ANCHE LE PIÙ UMILI, PERFINO NEI FIENILI. DI SOLITO SI COSTRUIVA UNA NUOVA ABITAZIONE IN VISTA DI UN MATRIMONIO: CIÒ SPIEGA IL MOTIVO RIPETUTO DEL CUORICINO COME SEGNO PROPIZIATORIO DELL’AMORE CHE DOVEVA ESSERE A FONDAMENTO DELLA NUOVA FAMIGLIA. CI SONO INOLTRE MOTIVI LEGATI ALLA FEDE RELIGIOSA, COME IL CALICE DELL’EUCARESTIA, CHE AVEVA UNA FUNZIONE MAGICA: SCACCIAVA I DIAVOLI. QUESTA TRADIZIONE PER FORTUNA SI È CONSERVATA ANCHE IN UN’EPOCA DISINCANTATA COME LA NOSTRA, DOVE SI È PERSO IL SIGNIFICATO PROFONDO DEI PICCOLI SEGNI DI UN MODO RELIGIOSO DI CONCEPIRE LA REALTÀ. OGGI RIMANE LA FUNZIONE DECORATIVA DI QUESTI SEGNI CHE CONTINUANO A COMUNICARE LA GIOIA E LA FIDUCIA NEL FUTURO TIPICI DELL’ANTICA FAMIGLIA CONTADINA SORRETTA DALLA FEDE E DALLA VICINANZA ALLA NATURA.I contenitori della cucina vengono scanditi dal motivo tradizionale della croce di Sant’Andrea, un legamento solitamente usato per motivi strutturali

In tal modo il legno antico, dopo esser stato prelevato da vecchi fienili dismessi e sottoposto a un’accurata pulitura e a un energico trattamento antitarlo, torna a una seconda vita più funzionale ed accurata grazie alle nuove soluzioni tecniche del progettista, soluzioni qui realizzate dall’antica maestria di carpentieri provetti e dalla non comune professionalità dei falegnami. Tale reimpiego prevede anche l’utilizzo integrale di parti massiccie, rifinite solo con eventuali ritocchi di superfici e bordi per cancellare i segni dei precedenti utilizzi. Inoltre, per le grandi superfici si usano lastronature ricavate direttamente da vecchie tavole e travature, applicate su un supporto multistrato per rendere più stabile il naturale movimento del legno, il suo prevedibile ritiro e il rischio di sgradevoli spaccature. Per i rivestimenti dei mobili e degli ambienti è stato utilizzato lo strato più esterno della vecchia tavola, con un solo trattamento aggiuntivo: la spazzolatura. Mentre per rifinire altri locali ci si è rivolti al secondo strato lavorandolo a spazzolatura e “taglio sega”, e poi trattandolo con coloranti per riportarlo ai colori più raffinati del primo strato. Per chi cerca qualità ed esperienza, Arredamenti Defrancesco è da molti anni un punto di riferimento, una garanzia di serietà e di competenza, di professionalità e di autentica passione per il legno. Ed è in grado di presentare soluzioni tecniche all’avanguardia nel rispetto dei particolari costruttivi della tradizione.

Particolarmente studiate le prese di luce naturale sul soffitto, che assicurano una luce zenitale sopra le zone più importanti dell’interno. Tale luce, oltre al pregio di non abbagliare, illumina perfettamente la tavola imbandita e i volti dei commensali (vedi foto al centro). Qui a destra, la porta d’ingresso che si trova a un livello più alto rispetto al soggiorno, e la cucina separata da una lastra di vetro e acciaio.
 
Una delle costanti stilistiche più importanti di questo interno è il riuscito rimescolamento di elementi tradizionali con elementi moderni, e il conseguente accostamento di materiali considerati opposti come il legno con l’acciaio e il cristallo.
Le presenze che qui si possono considerare “moderne” sono il camino di gusto neoplastico e la balaustra in cristallo con corrimano in acciaio, mentre gli imbottiti sono una via di mezzo con l’aria di essere dei vissuti mobili di famiglia.

* Usa il link per avere approfondimenti tematici. Punta il tuo smartphone oppure digita il linkpro seguito dalla stringa chiave Es:http://pro.dibaio.com/legno-valdifiemme
<Video, schede web, approfondimenti, dettagli prodotto e altro ancora>

Tradizione e innovazione
http://pro.dibaio.com/arredamenti-de-francesco
I tessuti che scalderanno la vostra casa
http://pro.dibaio.com/tappezzeria-joriLA VAL DI FIEMME AVEVA UNA FORMA DI AUTOGOVERNO TALMENTE RAFFINATA E VALIDA DA ESSERE RICONOSCIUTA, NELLA SUA AUTONOMIA, ANCHE DAI PRINCIPI VESCOVI DI TRENTO DURANTE LA LORO REGGENZA. GLI ABITANTI DI QUESTA VALLE HANNO SEMPRE DIFESO, NELL’ARCO DEI SECOLI, I LORO ORDINAMENTI DI FRONTE ANCHE ALLE INVASIONI TIROLESI E FRANCESI, CONSCI DELL’IMPORTANZA E DEL VALORE DI QUELLE REGOLE ISPIRATE AL DIRITTO LONGOBARDO. L’ATTACCAMENTO DELLA POPOLAZIONE AL PROPRIO TERRITORIO E LA RADICATA PROPENSIONE ALL’AUTOSUFFICIENZA E ALL’AUTOGOVERNO, HANNO DATO VITA ALLA “MAGNIFICA COMUNITÀ DELLA VAL DI FIEMME”, UN’ISTITUZIONE RISALENTE AL XII SECOLO. A CAVALESE CIÒ SI CONCRETIZZA NEL PALAZZO DELLA MAGNIFICA COMUNITÀ E NEL COSIDDETTO “BANC DE LA RESÒN”, LUOGO NEL QUALE CI SI RIUNIVA PER DELIBERARE SUL FUNZIONAMENTO DELLAMAGNIFICA COMUNITÀ. QUEST’ISTITUZIONE È TUTTORA OPERANTE NELLA GESTIONE DELL’IMMENSO PATRIMONIO BOSCHIVO DELLA VALLE, TRA CUI VI È LA FORESTA DI PANEVEGGIO CHE, PER LA SUA AMPIEZZA E PER LA SUA FAUNA, È CONSIDERATA UNA DELLE FORESTE PIÙ BELLE ED IMPORTANTI D’EUROPA. È PROPRIO PER LA BELLEZZA DEL SUO AMBIENTE SE LAVAL DI FIEMME È DIVENTATA NEL CORSO DEGLI ANNI UNO DEI PRINCIPALI POLI TURISTICI DELTRENTINO ALTO ADIGE.Continua nelle camere da letto e nei bagni la volontà di ottenere risultati decorativi dall’impiego strutturale dei legni

La qualità degli interni Defrancesco è in gran parte dovuta alla sua affiatata équipe di progettisti, falegnami e montatori sempre in grado di fornire un prodotto non solo di eccellenza ma anche personalizzato e studiato per le esigenze di ogni singolo cliente. Arredamenti Defrancesco fornisce anche consulenza e supporto per soluzioni arredative integrate (vetri, stoffe, tendaggi, pavimenti, corpi illuminanti). Il risultato lo si può valutare anche in questa casa dove chi entra si sente subito a suo agio, apprezza il calore emanato dal legno in tutte le sue forme, percepisce l’ariosità degli ambienti, l’eleganza e la funzionalità del design.

Nel bagno padronale, un curioso effetto di quadruplicazione delle piccole finestre grazie al riflesso di un grande specchio. Qui anche le tende hanno il motivo benaugurante del cuore. Nelle camere e nei bagni le pareti, per dare un tono di maggior freschezza, tendono ad essere parzialmente intonacate. Davanti alla stanza dei ragazzi si sono lasciati in vista parte dei muri di pietra.CENTRALITÀ DEL PROGETTO: RICOSTRUIRE CON LEGNI PATINATI UN INTERNO TRADIZIONALE INSERENDOVI ELEMENTI DECISAMENTE MODERNI.
INNOVAZIONE: CREARE UNA STRUTTURA A VOLTE INCROCIATE CHE PERMETTE ED ESALTA MOLTE PRESE DI LUCE NATURALE.
USO DEI MATERIALI: TRADIZIONALI COME IL LEGNO DI LARICE E L’ABETE, ACCOSTATI A MATERIALI MODERNI COME L’ACCIAIO E IL CRISTALLO.
NUOVE TECNOLOGIE: QUELLE UTILI AL RISPARMIO ENERGETICO.

condividi :
LA CASA CANTORI
12/04/2011
L’archetipo del camino eil mito del fuoco
02/08/2007