ARCHITETTURA FARE PENSARE

In una casa d’artista

realizzazione di Paola Jacobucci e Giulio Ricci, architetti
servizio e foto di Marina Papa

DUE ARCHITETTI HANNO PROGETTATO LA STRUTTURA, IL PADRONE DI CASA HA SEGUITO I LAVORI E SUA MOGLIE, CON IL SUO TALENTO DI PITTRICE, SI È OCCUPATA DEGLI INTERNI. IL RISULTATO È UNA CASA A TINTE SOFT.

Nonostante sia una costruzione recente, questa casa a Bracciano ha l’aspetto di un’abitazione vissuta da tempo, accogliente e tradizionale: il merito è sia della struttura architettonica che, per facilitare l’integrazione dell’edificio nel contesto naturale del lago, ha rispettato la tipologia essenziale delle case medievali della zona, sia dei materiali, recuperati dalle demolizioni di vecchie case coloniche. Per mitigare la sobrietà della struttura, una veranda in legno si sporge verso il giardino, come un bow window.

per la cucina in muratura si è scelto un rivestimento tradizionale in fine maiolica artigianale, mentre il bancone in legno rimanda alla rusticità delle travature del soffitto e del pavimento in cotto

L’azzurro è il colore dominante di tutta la zona pranzo: il tavolo è posizionato in una sorta di bow window che si affaccia verso il giardino. E’ un angolo progettato “su misura”, con, al posto delle sedute, una panca che segue l’andamento della struttura. Per dare un senso di continuità e unione a tutta la casa, nonostante gli ambienti siano cromaticamente e tipologicamente diversi tra loro, si è scelto un rivestimento in cotto di recupero per i pavimenti di tutte le stanze.

per saperne di più è in edicola il nuovo numero di “99 Idee Ambient – La Cucina in Muratura ” n. 2

Per “scaldare” il legno di castagno del soffitto le pareti sono state tinteggiate in tenui colori pastello
“in bagno, il tocco d’artista ha trasformato un semplice paravento in un motivo decorativo dal sapore country"

I mobili antichi sono accostati tra loro con apparente semplicità, ricreando atmosfere nostalgiche da primo Novecento.

La creatività della padrona di casa, la pittrice Annamaria Serafini, trova espressione nell’arredo degli interni e nella scelta cromatica delle pareti: per sottolineare le sfumature calde delle travature in castagno, ha infatti scelto nuances pastello, dall’albicocca al celeste. E’ una casa a misura d’uomo, in equilibrio tra il massimo delle comodità e le effettive esigenze dei proprietari. Anche la scelta della cucina in muratura risponde alla stessa esigenza di praticità, pur concedendosi qualche vezzo estetico, come le tendine in stoffa.

 

condividi :
Le Sedute
13/03/2007
I tessuti del benessere
31/07/2005