PENSARE

In un casale del ‘600

Camini di origine contadina creano un’atmosfera autentica

Sulle colline intorno a Lucca c’era un casale ben conservato costruito in pietra nelle forme tipiche dell’architettura rurale del ‘600. Una coppia di americani, lei pittrice e lui esperto di comunicazione visiva, sognavano di passare le vacanze in Italia in una tipica architettura rustica della tradizione toscana. Hanno trovato i protagonisti giusti, infatti,
Stefano Lazzarini e Annamaria Crisalli hanno fatto un restauro conservativo, compresa la riattivazione dei camini originali.
Nell’antico fienile è stato ricavato un piccolo studio
caratterizzato da uno straordinario gioco di chiari
scuri definito dall’ornamentale disegno creato dall’antico posizionamento laterizi.
Il bagno è caratterizzato da una vasca, la cui forma
con zampe leonine risale al periodo neoclassico.

La cucina è quella tradizionale toscana con contenitori in legno laccati di bianco, tavolo di ciliegio e pavimento in cotto antico di recupero, dove, rinunciando al camino, gli strumenti di
cottura e di conservazione sono modernissimi e pensati per lo standard di vita attuale.
L’area relax del soggiorno è dominata da un alto camino che riprende,semplificandolo,
un modello tardo impero dell’800. Divani e poltrone
hanno fodere bianche, semplici e facili da gestire,
perfettamente intonate a abat-jours di opalina bianca.

 

condividi :
Le grazie del fuoco in Sabina
17/10/2005
I SAPORI E I PROFUMI DELL’ORTO
26/02/2016