ARCHITETTURA FARE PENSARE

Illuminare con le fibre ottiche

Illuminare la piscina con le fibre ottiche

E’ ormai riconosciuto che, nel progetto di una piscina e dell’area circostante, l’illuminazione merita un’attenzione di primo piano: la piscina, infatti, non è più percepita come status symbol a sé stante, ma come parte integrante e valore aggiunto all’intero contesto in cui si inserisce. Oltre ad interpretare nuovi comportamenti sociali sempre più attenti ad un equilibrato benessere psicofisico, la piscina gioca da sempre un ruolo da protagonista nella profonda relazione che lega edificio, acqua e paesaggio. Nell’ambiente piscina, luce e acqua si fondono l’una nell’altra, prestandosi alla semplice segnalazione di uno spazio con precisa funzionalità o a stupendi effetti scenografici. In ogni caso però, è necessaria una grande attenzione nella pratica, per il difficile accostamento tra acqua ed elettricità. I sistemi a fibre ottiche costituiscono una valida alternativa a quelli tradizionali, sia per la bellezza della luce emessa e degli effetti cromatici e scenografici realizzabili, sia per gli aspetti legati alla manutenzione e alla sicurezza. Dedichiamo questa pagina ad una panoramica d’insieme sui principi di funzionamento e sugli aspetti tecnologici e applicativi dei sistemi a fibre ottiche in piscina.

PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO Le fibre ottiche sono dei “fili” in vetro o in materia plastica all’interno dei quali il raggio luminoso emesso da una lampada posta ad una estremità viene “intrappolato”, cioè si propaga fino all’altra estremità senza fuoriuscire lungo il percorso.

1 – il raggio luminoso che si propaga in una sostanza con una certa direzione, quando incontra la superficie di separazione con un’altra sostanza si divide in un raggio riflesso e in uno rifratto (raggio 1), con direzioni determinabili secondo le leggi dell’ottica.
2 – e’ possibile regolare l’angolo di incidenza affinchè il raggio luminoso sia completamente riflesso e rimanga perciò “imprigionato” all’interno di uno dei due mezzi (raggio 3). E’ quello che avviene nella fibra ottica.
3 – componenti di un sistema a fibre ottiche sistemi a fibre ottiche:

SISTEMI A FIBRE OTTICHE TECNOLOGIA E COMPONENTI Un sistema a fibre ottiche è composto di (fig. 3): – un illuminatore, che contiene la sorgente luminosa (di solito una lampada alogena o a ioduri metallici), il trasformatore ed eventuali filtri colorati o per effetti particolari. – le fibre ottiche, all’interno delle quali si propagano i raggi luminosi. Le fibre possono essere di vetro o di PMMA (poli-metilmetacrilato), materia plastica trasparente, a seconda del tipo di utilizzo. Si distinguono poi in end-glow (end-light, point-light) o side-glow (side-light), a seconda che emettano luce solo terminale o lungo tutta la lunghezza: nel primo caso sono rivestite di una guaina nera, nel secondo di una pellicola trasparente. La guaina può ospitare una singola fibra (solid core) o un fascio di fibre di diametro più piccolo, a seconda delle applicazioni. – i terminali: sono applicati all’estremità delle fibre end-light per controllare l’effetto della luce in uscita (focalizzatori, diffusori, …) o per consentire l’installazione desiderata (ad incasso, girevole …)

CARATTERISTICHE DEI PER LA PISCINA

– Le fibre ottiche sono adatte all’installazione interna, esterna e anche subacquea
– Sono infrangibili, non emettono calore, raggi IR o UV, non richiedono manutenzione
– Consentono un’illuminazione puntuale o laterale diffusa, flessibilità e libertà dei percorsi illuminati
– La sorgente luminosa è localizzata in luogo remoto sicuro e richiede una semplice manutenzione
– Possibilità di realizzare effetti cromatici e scenografici
– Omogeneità luminosa e comfort visivo per l’occhio
– Risparmio energetico

INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE Le fibre ottiche trovano applicazione in piscina sia dentro che intorno alla vasca, per la loro facilità a raggiungere anche i posti più remoti. Le fibre end-glow sono usate per realizzare l’illuminazione puntuale delle volte di copertura, che creano suggestivi effetti di cielo stellato combinandosi con i riflessi azzurri dell’acqua (fig. 4). Altrettanto suggestiva l’installazione subacquea sul fondo vasca, che però va prevista già nella fase di progettazione della vasca. Le fibre side-glow si prestano all’illuminazione continua del bordo vasca, dimostrandosi molto flessibili a seguire percorsi dalle linee curve (fig. 5). La guaina trasparente è opportunamente trattata con fungicidi e algicidi e impermeabile ai raggi UV. Le operazioni di manutenzione per i sistemi a fibre ottiche sono limitate all’illuminatore, installato in posi-zione remota e sicura, e consistono nella pulizia e sostituzione periodica della lampada.

4 – illuminazione di una volta a cielo stellato con fibre end-glow.
5 – il bordo vasca illuminato con fibra ottica side-light.

condividi :
Il senso della continuità
23/11/2005
Marina Cimato, Annamaria Mosca
15/09/2008