DIBAIO FARE

TubusSystem.it il risanamento delle tubazioni senza demolizioni

Tubus System è un gruppo che opera nel campo del relining di tubazioni di scarico con una tecnologia brevettata. Tubus System ripara le tubature di scarico di qualsiasi materiale, compreso il cemento amianto, mediante la spruzzatura all’interno delle tubazioni di poliestere rinforzato con fibre di vetro. Il processo di lavorazione viene eseguito mediante l’uso di sonde e telecamere e senza alcuna demolizione, senza interrompere le attività al’interno dell’edificio.

Il gruppo Tubus System nato in Svezia nel 1998 è arrivato in Italia nel 2015. Tubus System ha portato la tecnologia del relining nei condomini studiando la miniaturizzazione delle macchine nella tecnologia della ricostruzione dei tubi.


Schema del processo di lavorazione di relining di Tubus System

Tutte le tubazioni di scarico degli edifici, come ben sanno le compagnie di assicurazione, dopo cinquant’anni sono fortemente danneggiate e frequente oggetto di rotture. Quando una tubatura si rompe è necessario sostituirne la porzione danneggiata che comporta la produzione di macerie, elevati costi e disagi per gli occupanti dell’immobile.

Il relining brevettato da Tubus System è un metodo non distruttivo utilizzato per risanare le tubazioni di scarico. Le tubazioni esistenti vengono rivestite dall’interno spruzzando diversi strati di un composto
a base di poliestere, particolarmente resistente agli agenti chimici. Il composto una volta indurito forma un sistema di scarico nuovo, sicuro e autoportante con una durata certificata di almeno cinquant’anni.
Il sistema si applica a tubazioni di qualsiasi materiale con diametro a partire da 50 mm.

Il risultato finale è una nuova tubazione durevole e sicura.


1. pulizia delle tubazioni con spazzola morbida in nylon;
2. spruzzo all’interno delle tubazioni di composto plastico rinforzato;
3. tubo ricostruito, autoportante

Le bonifiche delle tubature in cemento amianto

Il caso di rottura di tubature in cemento amianto, tipicamente presenti nell’edilizia tra gli anni cinquanta e gli anni ottanta, la situazione è più complicata. In questi casi per risolvere il problema è necessario mettere in opera una serie di presidi di sicurezza che evitino le contaminazioni ambientali, come fa Tubus System. Infatti Tubus System è l’unica società di relining autorizzata ad intervenire su tubazioni in cemento amianto, secondo procedure certificate in Svezia, Germania, Olanda ed Italia.


Risanamento delle tubature in cemento amianto con accesso alle tubazione dal sottotetto con suo confinamento

Il caso del quartiere ATC di Torino


Intervento di bonifica alle colonne di scarico di bagni e cucine in cemento amianto a Torino.

A Torino un quartiere in gestione all’ ATC (Agenzia Territoriale per la Casa) è stato oggetto del più vasto intervento di bonifica in relining su tubazioni di scarico in cemento amianto in Italia. In questo caso ATC ha bandito una gara d’appalto per il risanamento di settantadue tubazioni verticali di scarico di bagni e cucine del vasto complesso immobiliare e Isovit Srl ha vinto la gara d’appalto. In seguito Tubus System è stata assunta in subappalto per questo particolare lavoro ed ha effettuato le bonifiche lavorando da febbraio a ottobre 2019.

ATC ha indetto la gara d’appalto in quanto la vetustà delle tubazioni in cemento amianto aveva reso insostenibili i frequenti interventi tradizionali di riparazione localizzata. Infatti oltre all’aumentare dei costi, aumentava il rischio di esposizione alle fibre di amianto per gli occupanti. Era quindi necessario risolvere in maniera definitiva il problema. Però un intervento edile tradizionale di sostituzione delle tubazioni avrebbe comportato:

  • allontanamento di oltre duecento famiglie e trasferimento in strutture di accoglienza alternative;
  • confinamento di tutti i locali oggetto di intervento in ogni appartamento;
  • prove di tenuta dei confinamenti da parte di ASL e attesa del benestare per l’inizio lavori;
  • demolizione localizzata delle pareti per tutta l’altezza del fabbricato;
  • rimozione e trasporto in discarica delle tubazioni in amianto;
  • inserimento di nuove tubazioni e relativi allacci ai sanitari esistenti;
  • chiusura delle porzioni demolite e ripristino delle finiture di bagni e cucine;
  • controlli con misurazioni ambientali per la verifica di presenza di fibre di amianto da parte di ASL;
  • attesa di responso da ASL e relativo smontaggio dei confinamenti;
  • rientro delle famiglie

Come è possibile intuire, intervenire con metodi distruttivi tradizionali avrebbe comportato:

  • un ingente impegno economico per ATC;
  • enormi disagi per i condòmini;
  • elevato rischio di esposizione dei lavoratori alle fibre di amianto;
  • produzione di circa cento tonnellate di macerie con conseguente importante impatto ambientale;
  • complicate procedure burocratiche con lunghi tempi di intervento

La soluzione di relining di Tubus System

Grazie al relining di Tubus System l’intervento si è svolto in totale sicurezza per i lavoratori e con un minimo disagio per i condòmini che sono potuti rimanere nei loro appartamenti durante tutte le fasi di lavorazione. Le operazioni si sono svolte in tempi contenuti evitando la produzione di macerie e rischi di contaminazione. Per il risanamento degli impianti in amianto Tubus system ha concordato con Asl dei particolari protocolli con misure di sicurezza per tutelare i lavoratori ed i condòmini ed evitare le contaminazioni ambientali. I lavori sono stati fatti accedendo alle tubazioni dal sottotetto, ambiente appositamente confinato nel condominio.

Tubus System e l’economia circolare

Tubus System nel 2017 ha ricevuto da Legambiente il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente nel settore Edilizia e rigenerazione urbana. Il premio è stato assegnato in quanto grazie alla sua tecnologia non vengono prodotte macerie edili da smaltire. Oltre ciò la plastica utilizzata per la realizzazione dei nuovi tubi è totalmente riciclabile, priva di biosfenolo A, rientrando nella logica dell’economia circolare.

condividi :
Manuale di progettazione:
23/11/2005
Il passaggio alla terza dimensione
25/07/2007