ARCHITETTURA FARE

Il gioco dell’abitare

Defendi Gandino, Scultore
Luigi Dragoni, Pittore

Un palazzo milanese, costruito da Arata uno dei più rigorosi architetti eclettici d’inizio secolo, è la singolare cornice ad un appartamento ricco di colori, sculture, quadri ed oggetti d’arredamento che raccontano i diversi periodi di chi ci abita. La recente ristrutturazione ha lasciato invariati, il più possibile i materiali e le caratteristiche della casa. Una vera e propria sorpresa è il bagno. Il cielo stellato, le costellazione sono tracciate grazie alle fibre ottiche, introduce in un ambiente da sogno, dove il gioco del sole e della luna creano un contraltare con i venti che reggono la volta celeste. Il marmo che riveste le pareti, quasi a voler addolcire la propria intrinseca freddezza, disegna una morbida onda che corre lungo il perimetro coniugandosi dolcemente con l’atmosfera magica delle opere presenti.

An Arata-designed palazzo in Milan. Arata was one of the most rigorously eclectic architects of the early twentieth century, and here frames an apartment resonant with colour, sculptures, pictures and furnishing elements which tell the tale of all those who have lived in it. Recent restructuring has barely altered the materials or characteristic features of the original environment. The bathroom is a true revelation. The starry sky (optical fibres have been used to trace the constellations) introduces a dream-like atmosphere, where the play upon the sun and the moon are counterbalanced by the winds upholding the blue sky. The marble covering the walls, giving the impression of almost softening its intrinsic coldness, traces a soft wave running along the perimeter blending in harmoniously with the magical atmosphere of the works displayed.

 

condividi :
IL CAMINO & LA STUFA: il design come realtà
26/10/2011
Il bagno e la cucina
24/09/2007