FARE

Il colore e il tempo di una lettura in campagna

Ambiente / Ambient

Quando le librerie erano lontane dall’essere incorporate dalle pareti ed erano un vero e proprio
mobile solo da poggiare o accostare al muro, erano anche chiuse. Avevano un po’ l’aria di essere
scrigno per quella funzione del conservare, del proteggere e riservare i libri oltre che dalla polvere
del tempo, dalla portata di chi prende un libro tra le mani solo per caso, senza cercarlo.

When the bookshelves were far from being incorporated by walls and were a real furniture just to put against the wall, they were closed too. They looked like a casket having the function of preserving and protecting books from time dust, out reach of those who take a book in their hands only per chance, without looking for it.

Una grande villa di fine ‘800, intatta nelle sue linee esterne, riserva al suo interno sorprendenti soluzioni d’arredamento, marcate a seconda delle diverse aree abitative dal colore delle pareti. Ogni stanza, un colore differente. Un audace lilla è l’ambientazione della sala dedicata alla “lettura da conversazione”. Perchè la lettura può anche essere da studio o da relax. In questo caso , visti i divani, di cui uno è un day-bed in ferro battuto ricoperto da un semplice materasso di lino, lo spazio non può che invitare alla chiacchiera. La libreria qui è un mobile, di quelli stile cinquecentesco, per i quali il basamento è chiuso e la parte superiore a vista.

Nelle foto: Veduta esterna della villa di Cellamonte, presso Alessandria. Il giardino circostante è stato progettato da Enzo Saletta.
External view of Cellamonte’s villa, near Alessandria. The surrounding garden has been planned by Enzo Saletta.

Il mobile libreria, il day-bed in ferro battuto ricoperto da un materasso di lino e sopra, appesa alla parete, la iuta
di Lavinia Gavazzi.
The bookcase, the day-bed made out of wrought iron covered by a linen mattress and above, hanging from the wall,
Lavinia Gavazzi’s jute.

A big villa of the end of eight hundred, intact in its external lines, reserves inside surprising furnishing solutions, marked by the colour of the walls according to the different house areas. Every room, a different colour. An audacious lilac is the setting of the room reserved to the “conversational reading”. Because reading can be also a study or can be relaxing. In this case, considering the sofas, one of which is a daybed made out of wrought iron covered by a simple linen mattress, space cannot but invite to chat. The bookcase is here a piece of furniture, on nineteenth
century style, in which the base is closed and the upper part on sight.

 

condividi :
Editoriale
08/11/2006
Architettura e accoglienza
10/01/2007