FARE

Il camino nella terra dei colori, sapori e profumi.

Costretta tra mare e montagna, la Liguria, è una regione dolce e fiorita a Ponente e aspra a Levante con gli
Appennini che entrano direttamente in mare. I piccoli borghi storici a picco sul mare o arroccati ai ripidi pendii, regalano stupefacenti scorci al tramonto con il fumo che esce dal camino e ricrea l’atmosfera del passato.

I pittoreschi antichi microcosmi dei borghi e delle città sono caratterizzati da case dai mille colori, dai tipici carugi di pietra e peculiari dettagli architettonici come porte, finestre, scale, portici, archetti, terrazzi assolati e tetti in ardesia con i loro comignoli che il sole fa brillare nelle limpide giornate di tramontana. Intorno, il paesaggio che asseconda dolcemente i pendii, in realtà, è stato domato a fatica dall’uomo di cui rimane traccia nelle terrazze disegnate dai caratteristici muretti a secco, ideali per passeggiate che si snodano tra ulivi, viti, pini e castagni, immersi nel caratteristico profumo della macchia mediterranea ligure.

Al momento, nel mercato immobiliare in Liguria prevalgono le ristrutturazioni e le ultime forti attività edilizie residenziali, risalgono agli anni 60 e 70 che hanno visto la realizzazione di case caratterizzate da grandi spazi giorno, alti soffitti e ampie finestrature per godere in pieno il paesaggio. Il clima mite e ventilato rende il camino un elemento indispensabile per riscaldare le case. A differenza delle case di montagna dove il camino o la stufa è un complemento imprescindibile dell’abitazione, la cui articolazione spaziale si sviluppa intorno al corpo scaldante, nella casa al mare il camino non influenza direttamente la tipologia abitativa ma rimane una costante presenza. La tradizione ligure lo predilige a parete con cornici in pietra locale ed eventualmente con rivestimenti in piastrelle. È l’ideale per le stagioni meno calde o per scaldare qualche serata estiva particolarmente fresca. In cucina è indispensabile per riassaporare la cucina di un tempo e sfornare in compagnia di amici e familiari pizze, focacce e farinate. (R. GH.)

E’ magica l’atmosfera notturna di una raffinata villa ad Andorra, in provincia di Savona. L’architettura è immersa in uno straordinario contesto paesaggistico realizzato su progetto dello Studio Paghera. I percorsi in pietra si armonizzano con le numerose essenze arboree messe a dimora.
Art Director: F. Bettoni.
Foto: A. Lecce
Perfettamente inserita nei terrazzamenti tipici del
paesaggio ligure, la villa gode uno spettacolare panorama sul golfo di Alassio. Gli spazi del giardino
che si snoda intorno alla piscina, sono suddivisi con logica e razionalità in modo da creare differenti aree di relax all’aperto.
Una struttura architettonica ‘aperta’ è la soluzione
ideale per avere un ottimo microclima nella zona giorno durante il periodo estivo. Il volume è alleggerito e ammorbidito dai drappi in stoffa che disegnano il soffitto.
La vegetazione e la parete in pietra sono le cornici
naturali che contengono il fuoco domestico del camino
e del forno.
Affacciate sul mare straordinarie ville con piscina,
sono i luoghi privilegiati della villeggiatura del Novecento
L’originale disegno geometrico del camino gioca sull’incastro di forme cilindriche e parallelepipede, messe in evidenza dall’uso dei colori che pigmentano la calce. Il
piano del fuoco, in pietra di Luserna, continua sulla parete e prosegue creando un piano d’appoggio sotto la vetrata che concorre a unificare l’ambiente.
Progetto: architetto Sergio Ratto.
Un soggiorno dall’atmosfera country, capace di comunicare il calore familiare. Il focolare a parete presenta una semplice struttura in mattoni a vista completati da una candida cornice in marmo dalle linee sobrie ed essenziali. Sopra la mensola alcuni pezzi
d’antiquariato come l’importante specchiera, i candelabri e l’orologio da camino.
Il camino ha una preziosa e massiccia cornice in legno, in
stile marinaro, sulla cui mensola è appoggiato il modello di un veliero, tutto sembra evocare il desiderio di salpare.
Foto: A. Lecce

Palazzetti

Il piacere del fuoco, il gusto del cucinare

Ventipalex prodotto da Palazzetti, è un focolare aperto, in refrattario e ghisa, per sentire il calore sulla pelle, progettato per chi non vuole rinunciare al piacere di riunirsi con famiglia e amici davanti al fuoco o al piacere di cucinare direttamente sulla fiamma alla griglia o alla piastra.

Una volta scelto il focolare che in modo efficace può rispondere alle proprie esigenze di riscaldamento
domestico, è possibile realizzare qualsiasi tipo di rivestimento, con soluzioni anche su misura.

Ventipalex, è dotato di un potente impianto di ventilazione che procura una gradevole ed uniforme distribuzione del calore in tutto il locale e anche in quelli attigui. Le pareti inclinate del focolare captano meglio il calore e consentono di recuperare quasi totalmente il calore generato dalla combustione.

Il camino ha una preziosa e massiccia cornice in legno, in
stile marinaro, sulla cui mensola è appoggiato il modello di un veliero, tutto sembra evocare il desiderio di salpare.
Foto: A. Lecce
La zona riservata al camino è dominata dalla fresca atmosfera delle tinte chiare e pastello che donano eleganza all’ambiente e fanno risaltare i singoli pezzi d’arredo ricercati direttamente dalla proprietaria durante i viaggi. La struttura del focolare in muratura ha una linea essenziale con cornice decorata con antiche
mattonelle color indaco.
Progetto: architetto Elisabetta Giudici.
Foto: Marina Papa.
Foto di L.Ghisalberti

condividi :
Cucina
25/10/2005
Voglia di open space
18/11/2008