ARCHITETTURA

Il camino in Europa

Lutz H. Ritzmann

 

L’apertura del mercato europeo e l’introduzione della valuta dell’Euro stanno portando molte novità in campo economico è per questo che in ogni settore diventa sempre più necessario creare un linguaggio comune. Il focolare, proprio per la sua diffusione e per la miriade di normative create per regolamentarne funzioni e sicurezza, necessita di associazioni internazionali, di convegni e fiere che parlino un linguaggio europeo. Fondata nel 1996, l’EFA è una associazione europea nata allo scopo di diffondere a livello europeo un’attività di consulenza tecnica e professionale dedicata ai piccoli produttori. In particolare, l’associazione cura la diffusione degli aspetti legislativi che variano e spesso si rivelano contraddittori tra i vari paesi dell’Unione Europea. Il grande obiettivo consiste nel creare una piattaforma europea di consulenza che consenta ai produttori di potersi muovere liberamente nel Mercato Europeo.

Come è nata l’idea di creare una associazione europea di settore?

L’EFA venne fondata durante una seduta dell’Ufficio di collaudi Ruhrkohle. Il presidente della Commissione, Ing. Jürgen Rosenfeld insieme a me e ad altri quattro produttori era convinto che le contraddittorietà esistenti nelle normative nazionali ostacolassero e non promuovessero gli interessi dei produttori sul mercato. Inoltre si era convinti del fatto che voci e opinioni isolate non abbiano nessun peso in economia, ma solo attraverso una unione delle aziende produttrici si sarebbe potuta ottenere una certa risonanza nel settore. Con questi argomenti siamo riusciti a convincere dell’impresa i produttori presenti alla seduta. E così venne fondata la EFA.
Quali sono gli obiettivi dell’associazione?

Il nostro scopo è di tutelare gli interessi dei partecipanti all’Associazione offrendo consulenza specialistica nel settore tecnico, economico e legislativo presso istituzioni, autorità e organizzazioni del settore con cui abbiamo regolari contatti. In particolare è nostro compito seguire tra i partner europei problematiche riguardanti i combustibili solidi, il gas e i camini quali: lo sviluppo tecnico e scientifico; la raccolta di esperienze e conoscenze tecniche, rilettura di norme, legislazioni, direttive; marchi di qualità attraverso esami di prodotti edili. L’associazione svolge il suo lavoro non a scopo di lucro, e non ha come scopo quello di soddisfare l’interesse del singolo, bensì quello di creare un’unione di settore conforme ai regolamenti.
Quali sono le relazioni e le differenze tra mercato tedesco e quello italiano?

Il mercato tedesco favorisce il design scandinavo, quello italiano punta di più su uno stile carico di colore e di calore della tradizione. Inoltre in Germania le regole e i controlli di qualità sono molto restrittivi, per questo motivo le aziende italiane spesso hanno difficoltà ad entrare nel mercato tedesco. La EFA può aiutare i produttori ad inserirsi su un nuovo terreno. In ogni caso – e questo vale per tutti gli altri paesi europei – condizione essenziale per entrare nel mercato tedesco è la puntualità nelle consegne.

condividi :
Sapore di mare per il camino
29/11/2005
Luci e specchi per vederci meglio…
04/04/2007