ARCHITETTURA FARE

Il bagno: lighting designer

Side-glow,CTL,Lumenyte,DMX …these are just some of the unusual names of optical fibres currently considered the quickest means of conducting light;they are the result of the most advanced research on light sources.The use of this technology allows functionalism to be combined with design freedom as a strong point in interior design.We asked two important Milanese lighting technique offices how -and in which way -these should be employed…

Marco Pollice, architetto e lighting designer. Nella progettazione, la “luce” gioca un ruolo fondamentale. Curare questo aspetto significa pensare alla sicurezza, alla funzionalità, al comfort visivo e all’atmosfera, ma soprattutto significa fare un’analisi approfondita dell’ambiente e delle esigenze psicofisiche del cliente. La stanza da bagno è la prima che può animarsi di innumerevoli punti luce a fibre ottiche integrati negli specchi, nelle pareti, nei soffitti, nei pavimenti, nelle docce, nelle vasche… In questo caso la funzionalità di illuminare il bagno passa attraverso un sistema emozionante; solo se fatto bene e con cura, con materiali di alta qualità e soprattutto con la consulenza di un bravo illuminotecnico, il risultato è garantito. Di fibre ottiche se ne parla da tempo, come per tutte le tecnologie nuove è meglio affidarsi a specialisti per lo studio e i costi di realizzazione, se no, si può incappare in cieli squallidi e in risultati simili a pizzerie di periferia. I costi sono contenuti in una media di 2.500.000 per 400 punti luce di diversa dimensione.

condividi :
Riscaldamento a pellet
09/11/2006
Esclusiva e rara ricercatezza
01/09/2005