ARCHITETTURA

I Sagrati d’Italia

I° PREMIO NAZIONALE DI IDEE DI ARCHITETTURA “I SAGRATI D’ITALIA”
Consiglio Nazionale degli Architetti,
Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori
presso il Ministero della Giustizia

Chiesa Oggi – Architettura e Comunicazione

Il Consiglio Nazionale deglil Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori insieme con la rivista CHIESA OGGI architettura e comunicazione, e con il supporto degli Ordini Provinciali degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori aderenti all’iniziativa, indicono la prima edizione del Premio Nazionale di Idee di Architettura “I Sagrati d’Italia”, avente per tema la riqualificazione e la progettazione del Sagrato.

Premessa
Le facciate delle chiese sono spesso precedute da un ripiano abitualmente elevato dal livello stradale con un sistema di gradonature che prende il nome di sagrato. Questo ripiano ha la duplice funzione di creare una zona di rispetto tra il luogo sacro e la pubblica strada o piazza, e di conferire, unitamente alla sua scala d’accesso, una sorta di basamento alla facciata. La sua origine strettamente architettonica si può spiegare con una sorta di semplificazione o trasformazione del portico. Il sagrato può anche essere accostato, specie per l’idea della scala d’accesso, al pronao che precede l’ingresso di molti templi pagani, tanto da costituirne la sua evoluzione nell’ambito della diversa concezione religiosa cristiana. Qualora non diversamente individuato, per consolidata memoria storica documentata, ai fini del presente Premio si individua come area di intervento quella identificata dal ribaltamento della facciata del
fronte principale della chiesa, sia esso pubblico o privato.

Scopo del Premio
Il progetto dovrà riferirsi ad un contesto ambientale reale, individuato e proposto dal concorrente.
Il Premio vuole proporre una vasta e articolata operazione culturale, che assomma in sé la liberazione di nuove energie creative insieme con un approfondito ripensamento sulla storia delle nostre città e dei nostri paesi.

Finalità del Premio saranno:
– Progettare la riqualificazione di sagrati ordinari (privilegiando quelli di pertinenza di chiese di centri minori);
– Risolvere il problema dell’identità, proporre soluzioni per ampliarne le funzioni, affrontare i problemi subentrati nei processi di trasformazione urbana;
– Affrontare eventualmente i problemi in ordine alla proprietà, possesso, uso, gestione onde individuare la possibile committenza.

Esito del Premio
Il I° Premio Nazionale di idee di Architettura “l Sagrati d’Italia" non è dotato di premi in denaro. Il suo scopo è di sensibilizzare l’opinione pubblica sullo spazio architettonico del sagrato. Alla conclusione del Premio, con la proclamazione dei vincitori, tutti i progetti selezionati da ciascun Ordine provinciale saranno inseriti nel sito internet
uffficiale del Premio <www.sagrati2004.architetturaitalia. it>.
I 10 progetti vincitori e i 15 segnalati della fase nazionale, andranno a far parte della pubblicazione monografica che verrà messa a stampa dalla rivista CHIESA OGGI architettura e comunicazione, edita da DI BAIO editore, e diffusa a livello nazionale. Gli stessi progetti saranno esposti in una o più mostre multimediali con evidenza a livello nazionale.
Ai 10 progetti vincitori ed ai 15 segnalati verrà conferito il "Tangram dell’Architettura 2004" con attestato da parte del comitato scientifico.

Come partecipare

Il Premio è aperto agli architetti iscritti a tutti gli Ordini provinciali italiani.
A tutti verrà rilasciato attestato di partecipazione.

Gli elaborati richiesti dovranno pervenire dal 13 al 23 SETTEMBRE 2004
mediante la compilazione dell’apposito modulo elettronico presente
all’indirizzo internet www.sagrati2004@architetturaitalia.it

Tutte le informazioni, modalità, tempi di presentazione degli elaborati possono
essere consultati sui seguenti siti:
www.sagrati2004.architetturaitalia.it
www.dibaio.com/chiesaoggi/sagrati2004

condividi :
Minimalismo tra luce e calore
17/10/2005
Editoriale
25/09/2007