ARCHITETTURA FARE

I mobili per il bagno

L’arredo in bagno deve rispondere a molti requisiti e non solo estetici. Di indeformabilità, le strutture, spesso sono realizzate in multistrato marino laccato, per resistere all’umidità; di sicurezza, i cassetti hanno ferramenta efficientissime che permettono lo scorrimento vellutato dei vani e la loro non ribaltabilità ed infine, la modularità che permette il “su misura”, in un ambiente particolare quale è il bagno. I mobili tradizionali in legno sono sempre presenti e amati, ma la loro linea è ammorbita da angoli smussati, affascinante la soluzione di adottare una mezza colonna con contenitore alla sommità e specchio sull’anta a ribalta. Razionalità, ergonomia e pulizia formale caratterizzano i mobili attuali. Contenitori facilmente spostabili perchè dotati di rotelle, colonne sospese, per facilitare la pulizia, boiserie in legni trattati, lavabi in cristallo e mobili giocosi in polivinil traslucido verde con serrande, costituiscono i nuori orizzonti dell’ambiente bagno.

Bathroom furnishing must comply with numerous different requisistes – not only those of an aesthetic nature: durability – structures are often made of multi-layered lacquered marine materials to withstand humidity; safety – solid hardware with soft, sliding drawers designed not to tip and, finally, modularity – allowing “customized selection” in the kind of highly personal place that the bathroom is. Traditional wooden units are ever-present and appealing, whilst more modern finishings are available in coloured plastic materials featuring a number of unusual elements.

 

Composizione dinamica celeste-acero, Royal “Genesis”, Axolo Altamarea
Chaise longue in materiale plastico, “Soft”, Zanotta “Virgola” di Giemmegi Faggio e bianco laccato sono i materiali di “Amos”, Artè

condividi :
Tre-A Italia
05/07/2006
Referenti Scientifici per gli Ordini degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori delle Province italiane.
16/11/2006