ARCHITETTURA FARE

Giovanni Casellato

 
Tratto da:
Il ferro battuto N°24
Giovanni Casellato – Prototipi Artistici in Acciaio

Giovanni Casellato, designer, realizza arredi in acciaio valorizzando questo materiale nel suo aspetto naturale.

Il ferro, le sue applicazioni, i suoi mutamenti, le sue lavorazioni. Alla base di tutto un giovane designer, Giovanni Casellato, che da alcuni anni lavora questo materiale sperimentandone non solo i processi di ossidazione ma anche le possibili applicazioni, dai vasi ai complementi d’arredo, alle lampade, ai corner, disegnando forme semplici e pulite che lasciano largo spazio al protagonismo della materia. Il percorso della mostra, che ha presentato a Milano nell’aprile 2003, ha previsto in un primo momento la breve illustrazione delle cinque fasi salienti del processo di ossidazione, in
un secondo momento la dimostrazione delle possibili applicazioni di questo materiale, con l’esposizione di alcuni prodotti rappresentativi che sono stati disegnati da Casellato per alcune aziende. Infine sono stati presentati i pezzi più interessanti della sua collezione: la sedia Zeta, gli specchi Narciso e Zante, i vasi Uovo, Gravida, Prisma e Cuneo. Questi ultimi, Prisma e Cuneo, sono stati realizzati in occasione della mostra, e la loro particolarità, sono le notevoli dimensioni che arrivano a 90 cm di altezza.

Ossidati, smerigliati o naturali, questi oggetti dal sapore artistico sembrano di volta in volta assumere sembianze nuove e schermirsi quasi della loro pesante essenza…il ferro. Per capirne di più di questo artista è utile conoscere la sua storia. Giovanni Casellato è laureato in architettura a Venezia e lavora da anni come designer. Si occupa di progettazione e realizzazione d’interni per residenze, uffici, negozi e allestimenti fieristici. Collabora con ditte produttrici d’arredamento contemporaneo per la realizzazione di prototipi in particolare realizza arredi e complementi in acciaio, come elemento da valorizzare nel suo aspetto naturale.

condividi :
Architettura
31/07/2005
Neoclassico moderno
07/05/2008