ARCHITETTURA

Protagonista del giardino all’italiana

In una villa storica sulle colline torinesi, appartenuta un tempo a un’importante famiglia del capoluogo, il degrado dovuto all’abbandono, causa le alterne fortune dei proprietari, aveva prodotto una trasformazione anche paesaggistica, con l’inselvatichimento dello splendido giardino all’italiana, al centro del quale stava una piscina anni Cinquanta con caratteristiche marcatamente sportive: il cambio di proprietà e l’intervento degli architetti, con l’importante contributo dei padroni di casa, ha riportato alla luce il primigenio splendore, con una trasformazione di una parte del vasto giardino (o meglio parco), secondo i criteri all’inglese o romantici, e della piscina.La vasca, sita nel cuore del giardino all’italiana a terrazzi, è stata modernizzata, ha perso il carattere sportivo che non interessava ai nuovi proprietari (è ora meno profonda), ed è stata allungata di 4 metri, con getto in cemento armato collegato al preesistente: così diventa parte integrante di un canale prospettico che spazia sulla pianura fino al Monviso all’orizzonte, da un lato, e sullo splendido parco, dall’altro, e diventa la capofila di un sistema di vasche e di fontane, in parte già esistenti con caratteri rurali, in parte di nuova concezione, come le scenografiche fontane con zampillo a raso prato, che è stato assunto dai progettisti come cifra dominante per l’intero restauro paesaggistico.
La piscina, allineata con la vasca sottostante dei fiori di loto e col roseto, a cui si unisce visivamente attraverso la balaustra e il gazebo in ferro sapientemente trattato per assumere un aspetto vissuto, diventa uno specchio che galleggia sul prato, circondato dalle graziose siepi di bosso, con l’acqua che scroscia dolcemente dai muretti, alti circa 45 cm dal suolo e larghi 80, così che ci si possa sdraiare, ricoperti di pietra di Luserna; una fila di carpini la accompagna, mentre i cipressi la separano dai rustici sapientemente restaurati. (Italpool)PROGETTAZIONE REALIZZAZIONE IMPIANTI TECNOLOGICI PISCINA, IMPERMEABILIZZAZIONE E TRATTAMENTO ACQUA: Italpool Chieri (TO)
DIMENSIONI: 4,50 x 15,00 m
PROFONDITÀ: 1,17 ÷ 2,35 m
STRUTTURA: in cemento armato impermeabilizzato con accessoristica interna della piscina in acciaio inox AISI 316.
IMPIANTO DI FILTRAZIONE: n° 1 filtro a sabbia monostrato con valvola selettrice, portata 30 mc/h, per un ricircolo completo dell’acqua in sole 4,2 ore; n° 2 pompe di ricircolo in Noryl rinforzato complete di prefiltro da 0,75 kW; centralina Itamat Econatural, con una cella elettrolitica in cui avvengono le reazioni di idrolisi, una per la ionizzazione del rame e dell’argento e una pompa dosatrice con regolazione della frequenza di dosaggio e controllo di livello per la correzione del pH
ILLUMINAZIONE: n° 4 fari subacquei 300 W in acciaio inox anche telecomandabili.
RISCALDAMENTO: n° 1 scambiatore di calore a fascio tubiero in acciaio inox AISI 316 per primario in bassa temperatura.Piscine e wellness
Italpool

condividi :
Il grande fascino delle “notturne”
21/06/2006
La casa delle collezioni
01/09/2005