ARCHITETTURA

Il giardino delle emozioni

Il giardino, attraverso la contrapposizione degli opposti, come l’ordinato al selvaggio, il maestoso all’elegante, è il luogo dove tutto è mescolato con sapiente armonia in modo da bilanciare le differenti emozioni. Ne è un esempio il giardino all’inglese, sviluppato nel corso del Settecento che, al contrario di quelli geometrici, non si avvale più di elementi per definire lo spazio, come fondali e prospettive, ma si basa sull’accostamento e sull’avvicendarsi di elementi naturali come grotte, ruscelli, alberi e cespugli, che chi passeggia scopre senza mai arrivare ad una visione d’insieme, dove la natura non è mai volutamente incolta, anche quando assume un carattere selvaggio.
IL PRATO
Prima di procedere con l’impianto del manto erboso è opportuno valutare  l’esposizione della superficie dove si vuole impiantare il prato: se la zona è ombreggiata si opterà per la miscela prato ombra specifica per terreni scarsamente soleggiati. La miscela prato rustico è resistente alla siccità, mentre prato gioco è adatta al calpestamento, e prato rinfoltimento è specifica per riparare rapidamente il prato danneggiato.
CURE e IRRIGAZIONE
È necessario, dopo ogni taglio, innaffiare il manto erboso per facilitare la ripresa vegetativa delle piantine. È opportuno irrigare abbondantemente, per favorire lo sviluppo dell’apparato radicale e il processo di assorbimento delle sostanze nutritive.
Rimuovere sempre le erbe infestanti; nel periodo autunno/inverno è opportuno rimuovere le foglie cadute dagli alberi sistematicamente, per evitare l’insorgere di pericolose malattie fungine e l’ingiallimento dell’erba per mancanza di luce. Concimare bene e spesso durante l’anno per avere un buon tappeto erboso.
Fondamentale per il prato è l’impiego di concimi a base di ferro, che favorisce il processo di assorbimento delle sostanze nutritive da parte delle radici.Mettere a dimora
UNA VOLTA SCAVATA LA BUCA DOVE VERRÀ COLLOCATA LA PIANTA, SARÀ SUFFICIENTE DEPORRE SUL FONDO DEL CONCIME GRANULARE, MESCOLATO CON UN PO’ DI TERRICCIO. LA PIANTA POTRÀ QUINDI ESSERE SISTEMATA NORMALMENTE, ASSESTANDO BENE IL TERRENO INTORNO ALLE RADICI E BAGNANDO ABBONDANTEMENTE.
LE CONCIMAZIONI ANDRANNO RIPETUTE SOMMINISTRANDO UN FERTILIZZANTE RICCO DI POTASSIO, UNA VOLTA AL MESE, DALL’INIZIO DELLA PRIMAVERA ALLA FINE DELL’AUTUNNO. QUESTA OPERAZIONE, OLTRE A GARANTIRE UN CORRETTO APPORTO NUTRITIVO ALLA PIANTA, HA IL VANTAGGIO DI FAVORIRE LO SVILUPPO DEI FIORI, ACCENTUANDONE LA COLORAZIONE ED IL PROFUMO.

I nasturzi sono piante perenni, che in zone ad inverni rigidi vengono però coltivate come annuali. Dove in inverno non gela possono durare molti anni. Coltivarli non è affatto difficile, a patto di assicurargli una buona posizione.
La semina dei nasturzi è veramente elementare: basta affondarli con il pollice dentro la terra, direttamente a dimora, tra marzo e maggio.

Ecco un nuovo insetticida sistemico granulare a base di Imidacloprid, indicato per la protezione dei manti erbosi e delle piante in fioriera dai principali insetti: afidi, cocciniglie, punteruolo rosso delle palme, maggiolino, tipula e oziorrinco.
(SUSCON h&g FIORIERE e PRATI ORNAMENTALI)

*/cura-piante

PESCO
PROVIENE DALLA PERSIA, DA CUI IL NOME “PERSICA”, HA ECCELLENTI PROPRIETÀ NUTRITIVE: FORNISCE UN BASSO APPORTO CALORICO, È RICCO DI SALI MINERALI (POTASSIO, FOSFORO, MAGNESIO, ZOLFO E FERRO) E VITAMINE A, B E C. PREDILIGE CLIMI MITI, CON ESTATI CALDE E INVERNI PIUTTOSTO FRESCHI, TERRENI SCIOLTI E PROFONDI, TEME QUELLI MOLTO UMIDI. A UN MESE DAL RACCOLTO IRRIGARE ABBONDANTEMENTE OGNI 10 GIORNI.

AZALEA
CON LA GARDENIA, CHE È IL SIMBOLO DELLA SIMPATIA, L’AZALEA LO È DELLA GIOIA. INSIEME SONO LE PIANTE DA FIORE PIÙ COMUNEMENTE COLTIVATE PER LE LORO RICCHE FIORITURE. PER MANTENERE LE PIANTE IN BUONE CONDIZIONI È OPPORTUNO COLLOCARLE EVITANDO L’ESPOSIZIONE AL SOLE DIRETTO, SCEGLIENDO UN LUOGO RIPARATO DAL VENTO E PROTEGGENDO LA PIANTA DURANTE L’INVERNO CON UN TELO
DI PLASTICA TRASPARENTE.

Oltre ai consigli e tanta buona volontà, per ottenere degli ottimi risultati occorrono prodotti specifici: stimolante fiori e frutti è un prodotto liquido che assicura fioriture abbondanti e prolungate e frutti e ortaggi più saporiti aumentando la resistenza verso le più comuni malattie e gli stress ambientali; concime granulare con azoto a cessione graduale specifico per ortensie, azalee e rododendri; garantisce un rilascio costante nel tempo (4 mesi). Il potassio assicura una colorazione brillante dei fiori. Una rivoluzione verde, con soluzioni innovative per la cura delle piante, per veri amanti della natura! (Fito)GREEN REVOLUTION
http://pro.dibaio.com/fito-piante

condividi :
Sulle grandi ali della benedizione
31/07/2005
Piscine Castiglione
03/07/2006