PENSARE

IL PREMIO FRATE SOLE PARLA LATINO

Il vincitore, la cappella di Auco (Cile) progettata da Cristian Undurraga, è stato scelto tra oltre cento progetti pervenuti da 30 paesi, molti del mondo ispanico e latinoamericano. Come nelle prime edizioni del Premio, riferisce l’Arch. Luigi Leoni, è caratterizzato da linee nitide e volumi densi di luminosità.

”Sono forme ispirate alla semplicità, che mandano un messaggio immediato e chiaro” commenta l’Arch. Luigi Leoni, Presidente della Fondazione Frate Sole riferendosi ai due progetti che si sono classificati al I e al II posto nella V edizione del Premio Internazionale di Architettura Sacra. Il Comitato Scientifico e la Giuria del Premio si sono riuniti il 17 e 18 maggio 2012 presso la sede della Fondazione Frate Sole e hanno vagliato i 116 progetti pervenuti da 30 paesi del mondo. Vincitore della V edizione del Premio Internazionale di Architettura Sacra Frate Sole è l’Arch.Cristian Undurraga con il progetto per la capilla del Retiro a Auco in Cile. La Fondazione Frate Sole e il suo Premio Internazionale di Architettura Sacra sono stati costituiti per iniziativa dell’artista francescano Padre Costantino Ruggeri (1925-2007) “con lo scopo di svolgere un’azione di sensibilizzazione e promozione nel campo della chiesa costruita”.
Il Premio si svolge ogni 4 anni e le precedenti edizioni sono state vinte dagli architetti: Tadao Ando (1996), Alvaro Siza (2000), Richard Meier (2004), e John Pawson (2008).
L’Arch. Leoni ha spiegato che la Capilla del Retiro progettata da Cristian Undurraga “è un’architettura dal carattere contemplativo.

APPROFONDIMENTO
http://pro.dibaio.com/cristian-undurragaCome anche la chiesa di Portalegre, seconda classificata, ha una vetrata continua alla base che sembra sollevarla dalla terra. La cappella cilena è luogo di preghiera, il cui disegno è stato elaborato con grande proprietà di linguaggio e che rende il luogo denso di spiritualità. Nella valutazione delle opere presentate al Premio, la Giuria guarda anzitutto al significato del disegno architettonico. E quest’anno si è anche data particolare rilevanza agli aspetti più intimamente collegati con l’organizzazione liturgica. ”
Nell’accogliere con soddisfazione il risultato del Premio di quest’anno, il Console cileno a Milano, Jaime Contreras Nogueira, ha ricordato l’importanza storica del sito in cui la Capilla del Retiro è ubicata. Auco è nel Valle de Los Andes ed è la prima località che si incontra attraversando la Cordigliera da Mendoza, in Argentina: non a caso da qui passò nel 1817 José San Martin, il liberatore di Argentina, Cile e Perù. È quindi un sito non solo dotato di grande pregio paesaggistico, ma anche esemplare dello scambio e della collaborazione tra i due Paesi del cono sud dell’America. La premiazione ufficiale avviene, come sempre, il 4 ottobre, festività di S. Francesco d’Assisi: quest’anno sarà un po’ anche una festa per il Cile e per i rapporti tra l’Italia e quel Paese latinoamericano che sarà rappresentato da SE Oscar Godoy Arcaya, Ambasciatore del Cile in Italia.La Capilla del Retiro di Auco (Cile), progettata dall’Arch. Cristian Undurraga, vincitore della V Edizione del Premio Internazionale di Architettura Sacra Frate Sole. L’edificio è posto su una cavea entro la quale è ricavato lo spazio liturgico. Le pareti in cemento a vista sono rivestite all’interno da traversine ferroviarie.Promozione Arte e Architettura Sacra
http://pro.dibaio.com/frate-sole

condividi :
TETTI IN LEGNOmodernità e tradizione
06/09/2005
Gli abbracci di stoffa
31/07/2005