FARE

Nel Canavese, tra ferro, vetro e legno

Uno splendido connubio di antichità e modernità caratterizzano l’intervento di ristrutturazione di questa villa storica nel Canavese, volto a leggere e valorizzare le caratteristiche storiche e architettoniche proprie del fabbricato, “rifunzionalizzandolo” grazie a strutture leggere ed in parte trasparenti. L’uso dei materiali è studiato attentamente ed è stato fondamentale nell’immagine finale degli interni, che risultano caratterizzati da legno, pietra, ferro e vetro, ogni volta scelti in base alle loro caratteristiche peculiari in modo da enfatizzare la purezza delle forme e la cura del dettaglio. Quello che ne deriva è un dialogo continuo tra materiali e decori originari, abbinati ad un approccio progettuale ricercatamente raffinato. Con lo stesso linguaggio è stato pensato anche il camino, dal disegno puro e minimale, pur nella sua maestosità.
Ha un basamento in pietra di Matraia fiammata e spazzolata, completa di grata interna e fondale, costituiti da profili piatti in ferro e cappa intonacata bianca. Attorno sono stati realizzati anche dei nuovi divisori interni in elementi leggeri in ferro, legno verniciato e vetro sulla copertura, ed una terrazza a vasca che si protende e si affaccia nel grande parco privato arredato con sculture contemporanee.Pietro Carlo Pellegrini, nasce a Lucca nel 1957. Compie i propri studi a Roma e Pescara, dove si laurea in architettura nel 1983. Tornato a Lucca, dal 1985 realizza interventi nei quali la modernità del progetto non prescinde da una profonda sensibilità per il preesistente. Insegna presso la facoltà di architettura di Genova, Delft, Napoli, Venezia, Ferrara e Siena. É direttore del master post universitario “Masp – il progetto dello spazio pubblico” a Lucca. Ha ricevuto vari premi tra cui il Premio Andil Opera Prima, il Premio Dedalo ed il primo premio internazionale ECOLA Award European Conference of Leading Architects. L’opera di Pellegrini è pubblicata su riviste e libri in Italia e all’estero.Il calore naturale
http://pro.dibaio.com/montexport

condividi :
Soggiorni a tinte forti
22/05/2008
Una scale elicoidale
12/09/2005