ARCHITETTURA FARE

Energia ed ecologia

Sempre più persone, per una crescente coscienza ecologica, ma anche per l’aumento dei costi del riscaldamento domestico, decidono di utilizzare una fonte d’energia rinnovabile: il legno.
Quarant’anni d’esperienza nel settore termotecnico sono la garanzia che la Berton offre per la scelta di un prodotto moderno e tecnologicamente funzionale. Queste cucine termiche sono fornite dell’opzione della ventilazione forzata per scaldare l’ambiente e possono lavorare integrando l’impianto termico già esistente oppure, dopo essere state
collegate all’impianto centralizzato, riscaldare da sole tutta la casa. Con l’aggiunta di un boiler, inoltre, possono produrre l’acqua calda necessaria. Le cucine a legna Berton possono essere incassate, collocate ad isola o abbinate in un unico blocco con cucine a gas e altri elementi. L’ampia produzione Berton offre le forme semplici e pulite che caratterizzano le tradizionali cucine a legna, ma con un’infinita possibilità di scelta, infatti, dopo aver scelto tra le cinque larghezze disponibili (45/60/80/90/100 cm), è possibile personalizzarle a piacere creando diverse modalità di pannellature, sia per quanto riguarda gli elementi di facciata che il tipo di materiale con cui sono rivestite.

Tutte le stufe Berton hanno l’opzione della ventilazione forzata per scaldare l’ambiente. Tra gli optional
ricordiamo il corrimano frontale e laterale ed il coperchio estivo disponibile in acciaio inox od in altre colorazioni
o materiali. Le cucine a legna possono essere incassate, collocate ad isola o abbinate in un unico blocco con cucine a gas e altri elementi.
Con le cucine termiche Berton è possibile scaldare la casa in maniera pulita e cuocere i pasti con un elettrodomestico dalle linee simili ai vecchi modelli della nonna, ma caratterizzato da tecnologie funzionali moderne che ne garantiscono una perfetta funzionalità.
Potrete riscoprire antiche ricette e prepararle in un ambiente piacevolmente ricco di atmosfera.

È’, inoltre, possibile personalizzare anche:
– l’altezza, minima 75 cm e massima a piacere;
– i colori della cornicetta (inox, nera, ottone, ottone brunito, rame anticato) che ospita il rivestimento (escluso modelli smaltati);
– l’appoggio di serie che è su piedini regolabili, ma che può essere richiesto su zoccolo fisso nero od inox o su ruote;
– le maniglie, di varie fogge e colori/materiali, che possono anche essere fornite dal cliente;
– la cornice che ospita la piastra in ghisa: ad angolo o mezzotoro (stondata), alta 3 o 4 cm, in inox o nera;
– la posizione dell’uscita dei fumi, che può essere superiore, posteriore o laterale.

Cucinare su una cucina a legna le frittelle di polenta alla pinzolera

Ingredienti: 250 gr. polenta cotta fredda, 2 uova, 200 gr. zucchero,
1 busta lievito, 50 gr. burro, 300 gr. farina bianca, limone grattugiato,
100 gr. marmellata prugne.

Passare la polenta fredda nello schiacciapatate, aggiungendo le uova, lo zucchero, il burro fuso e tutti gli altri ingredienti. Tirare l’impasto sottile circa 1/2 centimetro facendo dei dischetti ed al centro aggiungere la confettura di prugne. Chiudere a mezzaluna e friggere in olio caldo a 180° gradi. servire calde, spolverate di zucchero a velo.

condividi :
Sapore colonialeA colonial flavour
26/10/2005
Aria pulita con stufe e camini a doppia combustione
15/02/2007