PENSARE

Eleganza a Cortina- Elegance in Cortina


Tratto da:
Le case più belle
Eleganza a Cortina

PROGETTO ARCHITETTO AMBRA PICCIN LUISA CARRARA – FOTO ATHOS LECCE
A Cortina d’Ampezzo, centro montano in una stupenda e vasta conca dominata da alcuni dei più suggestivi gruppi dolomitici, abbiamo fotografato un appartamento arredato con eleganza e pezzi d’antiquariato di notevole prestigio. Una casa che è quasi un museo e che denota la passione del padrone di casa per le belle cose antiche, sapientemente inserite nel contesto. Tutta la casa è rigorosamente rivestita in legno, sia sulle pareti che sui soffitti. Le opere di rivestimento sono state eseguite da Sandro Cucinato della galleria Il Tarlo di Cortina, un maestro dell’arte che ha fatto di questo appartamento un piccolo gioiello. Quasi tutti gli elementi che costituiscono l’insieme di questa casa, sono stati recuperati da edifici d’epoca e assemblati con grande maestria a formare una splendida dimora nel cuore di una cittadina montana, ma che sembra essere una scenografia di un film, talmente è precisa nei suoi particolari e nella ricercatezza degli oggetti.

At Cortina d’Ampezzo, a mountain resort in a splendid wide valley hovered by some of the most beautiful Dolomite mountains, we took pictures in an apartment furnished with elegance and very precious antiques. A house that looks much like a museum and witnesses the master’s passion for beautiful old things, carefully inserted in the general context. The whole house is completely clad with wood, on the walls and on the ceilings. The paneling was entrusted to Sandro Cucinato of the gallery Il Tarlo di Cortina, a master of arts who turned this house into a little jewel. Almost all the elements that make up this house were recovered from ancient buildings and put together with great ability, to create a wonderful place in the heart of a mountain town. But you feel as if you were on a movie set, owing to the accurate details and the careful choice of each object.

Nella pagina accanto e nelle due successive, il soggiorno. Le pareti e i soffitti sono rivestiti con una riproduzione di boiserie antica dell’ 700 tirolese, finemente decorata sia con pitture, che con intagli ed intarsi, con cornice a dentelli tutti lavorati a mano. Il camino è stato realizzato con mattoni vecchi, provenienti da una villa di Verona. Il basamento è un vecchio scalino proveniente da una chiesa dell’ 600 di Asiago. Sopra al camino, oltre alla mensola con una preziosa collezione di bottiglie antiche decorate a mano, dei vecchi scudi intagliati e dorati. Troviamo, sulla madia veneta settecentesca, due quadri della scuola siciliana del seicento. Prezioso il divano verde dell’ 700 veneziano, di fronte un divano francese tutto a piccolo punto, come la poltrona sempre francese. Il tappeto Abousson originale si accorda perfettamente.

In the pages opposite and overleaf, the living room. Walls and ceilings are covered with wood paneling that reproduces the style of the 18th century in Tyrol, finely decorated with paintings, carvings and inlays, with denticulate frame completely made by hand. The fireplace was made with old bricks from a villa in Verona. The base is an old step from a 17th-century church in Asiago. Above the fireplace, besides the shelf with a precious collection of ancient hand-decorated bottles, some old carved and gilded shields. Above the bread chest from the 18th century, two paintings by the Sicilian school of the 17th century. The precious green sofa comes from Venice in the 18th century, while France is the place of origin of the sofa all decorated with small stitches, just like the armchair also from France. The original Abousson carpet perfectly matches the ensemble.

In questa pagina un particolare del soffitto della camera padronale, dove al centro troviamo un dipinto a olio seicentesco rappresentante una Madonna con bambino. Alle pareti lesene con capitelli traforati ed intarsi di pitture che riprendono il soffitto. Anche la cucina (a destra) è tutta in legno vecchio di abete lavorato a mano e su misura. Le mattonelle del rivestimento sono state recuperate da una villa veneta del 600. Della stessa epoca è il decoro riprodotto delle antine che si legano perfettamente ai moderni elettrodomestici. I pavimenti sono anch’essi tutti in legno di larice antico, piallato a mano e trattato a cera. Il lampadario in ferro smaltato a motivo floreale, su disegno del progettista, ben si integra allo stile ricercato ma allo stesso tempo semplice della cucina.

Completano l’armonia, le tendine in pizzo francese. In this page, a detail of the ceiling of the master bedroom; in the center, a 17th-century oil painting representing Mary with the child. On the walls, pilaster strips with pierced capitals and inlaid paintings that reproduce the ceiling patterns. Also the kitchen (right) is all made of old spruce worked by hand and to measure. The coating tiles were recovered from a Venetian villa of the 17th century. The decoration of the cabinet doors dates back to the same period and perfectly melts with modern electric household appliances. The floors are also made of ancient hand-planed and waxed larch. The enameled iron chandelier with flower patterns, drawn by the designer, matches the sophisticated but simple style of the kitchen. The harmony is completed by the French lace curtains.

La stessa ricercatezza continua anche nei bagni e nelle camere da letto. Attraversando un corridoio sempre rivestito in legno, si notano le porte, all’interno delle quali sono state inserite delle vetrate colorate originali del cinquecento, sapientemente restaurate. Nel disimpegno che porta ai due bagni sono stati realizzati degli armadi le cui ante sono dipinte a mano con motivi floreali. Anche nei bagni non poteva mancare il rivestimento in abete, impreziosito dai dipinti antichi sulle pareti e il soffitto a cassettoni. Tutto ciò lo ritroviamo nella camera da letto padronale (in alto), dove la boiserie è autentica del seicento, proveniente da un’abitazione di Rumo nella Val di Non. I letti in ferro battuto, toscani originali, sono inseriti anche nella camera degli ospiti, dove invece le pareti sono rivestite in tessuto.

The same affectation can be found in the bathrooms and bedrooms. Walking along the wood-clad corridor, you notice the doors inside which original 16th-century colored glass panes were mounted, after accurate restoration. The anteroom leading into the two bathrooms (below) is equipped with cabinets with hand-painted doors with flower patterns. The spruce paneling also dresses the bathrooms, embellished by old paintings on the walls and the coffered ceiling. The same scheme is found also in the master bedroom (above), where the wood paneling is original from the 17th century, from a building in Rumo, Val di Non. The wrought iron furniture, original pieces from Tuscany, were also placed in the guest room, where the walls are lined with fabrics.

condividi :
Il bagno un’oasi di benessere
13/04/2006
Un fascino sempre attuale
31/07/2005