ARCHITETTURA FARE

Editoriale

IN OGNI PROGETTO EDITORIALE ABBIAMO FORTEMENTE VOLUTO CHE ESISTESSE UNA VALENZA ETICA.

La “mission” della nostra casa editrice, è il desiderio, e il piacere di ricercare lo strumento più efficace per dare al nostro lettore la sicurezza delle proprie scelte: scelte che diventano, in tema Piscina, il complemento della propria casa, la “gemma azzurra” del proprio giardino. Il “bene” piscina, è il bene che diventa “benessere”: è lo spazio organizzato ricco di valori personalissimi in cui ci si ritrova con se stessi, con la propria famiglia e con gli amici;

per questo ho voluto che si aggiungesse alla nostra testata il sottotitolo “SPORT –AGGREGAZIONE –SALUTE” La rivista per realizzare e quindi comunicare la nostra mission è strutturata in cinque componenti fondamentali: i servizi fotografici, le pagine pubblicitarie, gli approfondimenti, il regesto delle aziende meritevoli di settore, i servizi tecnicoambientali. Cinque componenti ricercate con trent’anni di esperienza sul mercato.

I SERVIZI FOTOGRAFICI, riprodotti con una grafica emozionale, curata e attenta, devono sottolineare e suggerire la fantasia, il compiacimento progettuale; devono fare sognare e nel contempo far apprendere che le soluzioni presentate volta per volta proprio perché personali possono essere spunti per le proprie esigenze, in coerenza al proprio territorio di riferimento e al contesto architettonico ambientale: ci rivolgiamo al lettore qualificato, sia come utente sia come spettatore, proprio nel suo momento decisionale.

LE PAGINE PUBBLICITARIE sono la testimonianza di aziende che, attraverso un messaggio grafico personalissimo ed efficace della propria pagina, testimoniano la realtà di uno o più prodotti presenti sul mercato; offrono infatti al lettore la scelta rassicurante di prodotti e soluzioni che devono essere oggetto di “capitolato”. La pagina pubblicitaria è anche il messaggio del proprio “brand”: infatti il logo o marchio garantisce la storia, la serietà dell’azienda, la sua riconoscibilità e rintracciabilità con le necessarie indicazioni dell’indirizzo, recapito telefono e sito web.
Le aziende che presentiamo sono scelte con la stessa attenzione e cura del contenuto redazionale.

GLI APPROFONDIMENTI MERCEOLOGICI sono un ulteriore e curato impegno redazionale che prende attentamente in esame in dettaglio i prodotti offerti dal mercato del settore Piscina; lo staff offre così “un valutato ingrediente” di sicurezza al lettore per le sue scelte oculate: questi approfondimenti sono realizzati tramite tabelle, supporti iconografici, didascalie e contesto descrittivo.

IL REGESTO O PAGINE “AZZURRE”: indice merceologico (a chiusura della rivista ) è diviso per competenze e referenze: viene aggiornato ad ogni edizione della rivista LA PISCINA, a servizio di una migliore consultazione del lettore. Il lettore acquista la nostra rivista perché è fortemente motivato. Al lettore interessa di sapere bene e deve conoscere molto bene (proprio per raggiungere il proprio obbiettivo, sia in tema progettuale che di prodotto) tutti i problemi inerenti in tema Piscina; ha bisogno in questo momento di tutti i punti di riferimento, indirizzi, recapiti selezionati e consigliati dalla nostra rivista con professionalità.

I SERVIZI TECNICO AMBIENTALI, (ad esempio come in questo numero in cui in più pagine approfondiamo l’argomento della pavimentazione intorno alla Piscina) sono il risultato della ricerca affidata a un architetto o ingegnere professionista a cui si richiedono considerazioni, giudizi e consulenza sulle migliori soluzioni progettuali e relative migliori aziende per realizzarle, con supporto di foto e disegni.

La Piscina in quanto “bene-essere“ è non solo valore aggiunto al bene patrimoniale della casa, ma in primis è il luogo in cui si stemperano le tensioni della vita quotidiana!!!!! Abbiamo fatto si che, il nostro lettore, attraverso le nostre
pubblicazioni in 30 anni di edizioni sempre rinnovate, fosse ben consigliato e guidato grazie anche a un percorso di emozioni, di esempi emulativi. Pur con una forte valenza tecnico-progettuale, vogliamo dare: emozioni mirate con belle foto d’insieme e di dettaglio; una corretta grafica che sottolinea e equilibra il testo e le immagini; testi che a domande “del perché” danno risposte e soluzioni a qualsiasi problema tecnico. Al lettore diciamo che per cogliere i propri valori da attribuire al proprio bene casa, il percorso più difficile è quello di riconoscersi: di riconoscere quegli spazi, quelle coerenze di materiali e ambientali, quegli arredi, quegli oggetti che sono il tramite necessario dei nostri gesti quotidiani. Se la casa è realizzata “a propria misura”, se è progettata e vissuta tramite le proprie vocazioni, il bene casa è veramente un bene incommensurabile, non solo come rifugio, ma come accumulatore di energie che fa
migliori noi stessi e la società.

Un gran bel lavoro che impegna molto, ma che dà le meritate soddisfazioni, grazie al plauso da parte dei nostri lettori, utenti, progettisti e aziende che operano in campo.

Gjlla Giani architetto

condividi :
FROM PAST TO THE FUTURE
05/11/2012
Editoriale
21/06/2012