ARCHITETTURA

Editoriale

Oggi più che in passato é divenuto fondamentale realizzare edifici in cui la qualità è uno dei caratteri primari di valutazione.
Negli ultimi tempi, il termine qualità, che racchiude in sé, caratteristiche ed attributi positivi ha assunto un significato più ampio, includendo oltre che una qualità formale dell’architettura, anche una qualità ambientale che possiamo racchiudere nel termine ‘SOSTENIBILITÀ’”.
Nell’incontro avuto nella nostra sede Di Baio Editore a Milano, ci conferma Mario Zoccatelli, presidente di Green Building Council Italia (GBC Italia), associazione no profit fondata nel 2008 e promossa tra gli altri dal Distretto Tecnologico Trentino S.c. a r.l.
“La sostenibilità di un edificio non appare allo sguardo: non sta nella forma architettonica, che può essere più o meno accattivante.
La si riscontra nelle procedure seguite nel progetto e nel cantiere, la cui traccia resta nella “chek-list”…”.
Sostenibilità come obiettivo della GBC Italia il cui scopo primario è favorire la cultura dell’edilizia sostenibile e promuovere il sistema di certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), uno standard procedurale statunitense che si è imposto negli ultimi anni a livello mondiale, i cui parametri stabiliscono criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, efficienti sul piano energetico e a basso impatto ambientale. SOSTENIBILITÀ vissuta e vista direttamente alla fiera evento Klimahouse 2011, svoltasi a Bolzano, in cui abbiamo visitato gli stand e parlato direttamente con espositori e visitatori.
Fiera evento che a noi è piaciuta definire una Fiera di “Contenuto”, in cui in ogni sistema e prodotto presentato era volto alla realizzazione e trasformazione delle case in abitazioni a “basso consumo”, in cui diviene fondamentale accrescere le varie conoscenze tra gli operatori del settore.
La conferma ci è giunta proprio da Norbert Lantschner direttore Agenzia Casa Clima, struttura pubblica che si occupa della certificazione energetica degli edifici che ad oggi ha certificato oltre 2500 edifici, distribuiti su tutto il territorio nazionale.
“Per ottenere un buon edificio con ottime prestazioni energetiche è necessario procedere con un’attenta e scrupolosa progettazione, per cui è indispensabile accrescere lo scambio delle conoscenze tecniche e delle capacità profes-sionali degli operatori del settore edilizio, ai vari livelli, progettisti, costruttori, installatori, certificatori energetici, produttori e venditori di componenti innovativi, ecc.”
La certificazione quindi alla base di una corretta progettazione che produce un razionale utilizzo delle risorse grazie all’efficienza energetica raggiunta dagli edifici.
SOSTENIBILITÀ infine che potremo definire “Entusiasmo”.
Entusiasmo che si respira parlando con chi in questo campo opera, convinto a buon ragione, di stare operando nella giusta direzione, l’unica che possa portare ad una cultura del rispetto e che si traduce in un passo in avanti nel cammino della nostra società.

condividi :
Spiritualità e relax intorno al fuoco
02/08/2007
TRA CITTÀ E PAESAGGIO
30/09/2013