ARCHITETTURA

Il camino in una casa eco-friendly

Immersa nel Parco Regionale Boschi di Carrega, vicino a Parma, si trova una casa concepita con una filosofia eco. Carla Soffritti, la padrona di casa, ha voluto un’abitazione progettata per essere in armonia con l’ambiente e che non distrasse lo sguardo dalla bellezza del paesaggio.
La realizzazione ha seguito coerenti direttive ecologiche. Il riscaldamento è a pannelli solari, a caldaia a legna e a condensazione; le ampie finestre sono ad elevata efficienza energetica per evitare dispersioni di calore. Tutto è studiato per creare continuità tra interno ed esterno, come se le stanze fossero prive di pareti così da fondersi con il bosco di querce, faggi e castagni tutti intorno.
Il corretto orientamento della struttura permette che l’ampia cucina si affacci a sud est, così da ricevere il maggior quantitativo di luce solare.
Ed è proprio nella zona living di questo locale che troviamo il camino incassato a parete, la cui sporgenza crea l’ideale ubicazione della doppia libreria in legno con una lavagna, che incorpora due ampi vani porta legna. Il vetro permette di godere della totale vista del fuoco stando comodamente seduti sull’ampio divano ad angolo. Si noti l’uso della pietra, utilizzata per la pavimentazione del salone-cucina open-space ed anche dell’esterno. I mobili si attengono alla regola del non spreco: sono stati creati dalla maestria di Alessandro Mora, grazie all’utilizzo di materiali di recupero, soprattutto il legno. Legno che dona una forte connotazione all’ambiente, grazie al suo uso convenzionale e non, quando lo si trova nei complementi d’arredo nati dall’estro dell’artista e nel suo forte potere calorifico, quando un bel ciocco scalda l’ambiente grazie al fuoco che arde nel camino.Le cassette del vino diventano il mobiletto del bagno, mentre lo specchio è un’anta di un vecchio armadio, oggetti che rinascono a nuova vita. Il letto ed il pavimento sono in legno, nel segno della natura.Maria Paola Bezza, Architetto
(Studio di architettura BFG)
Lo studio nasce nel 1998 unendo l’esperienza e le competenze di tre architetti, Maria Paola Bezza (nella foto), Ilaria Fioretti e Maria Paola Gambara Thovazzi. Lo studio parte con una specializzazione in restauro e recupero di edifici storici e complessi monumentali, per allargarsi poi a diversi campi della progettazione: architettura del sociale, ristrutturazione d’interni, allestimenti, uffici, spazi commerciali e infine progettazione di spazi urbani, infrastrutture e master plan. Oggi lo studio, che ha sede a Parma, è impegnato nella ricerca di un’architettura sostenibile in grado di rispondere alle attuali esigenze di utilizzo di fonti di energia rinnovabili e di contenere e utilizzare al meglio le risorse naturali.ACCENDERE IL FUOCO È UN’AZIONE CHE A VOLTE PUÒ NON ESSERE NÉ SEMPLICE NÉ IMMEDIATA. È PER QUESTO CHE È NATA QUESTA LINEA COMPLETA DI ACCENDIFUOCO CHE PERMETTONO DI AGEVOLARE QUESTA OPERAZIONE, RENDENDOLA FACILE E IMMEDIATA, MASOPRATTUTTO SICURA, SIA PER NOI CHE PER L’AMBIENTE. LA LINEAFUEGO STYLE ® OFFRE UNA GAMMA COMPLETA DI ACCENDIFUOCO CHE PERMETTONO DI AGEVOLARE QUESTA OPERAZIONE: GO FIRE (ACCENDIFUOCO LIQUIDO), EASY FIRE (ACCENDINO A GAS A FORMA DI GRANDE FIAMMIFERO), ACCENDIFUOCO ECOLOGICO DA 32 ACCENSIONI 48 ACCENSIONI (CUBETTI ACCENDIFUOCO) E L’ULTIMO NATO, SPEEDYFIRE, PRATICHE BUSTINE MONODOSE CHE HANNO UNA DURATA DI IMMAGAZZINAMENTO INFINITA E CHE SONO L’IDEALE PER UNA SICURA E FACILE ACCENSIONE DI CAMINI, BARBECUES A CARBONELLA E CARBONE E STUFE A LEGNA. È FACILE, RAPIDO, SICURO, PULITO ED ECONOMICO; NON LASCIAODORI SGRADEVOLI SULLE MANI O SUI VESTITI E BRUCIAEFFICACEMENTE PERALCUNI MINUTI, SENZALANECESSITÀ DI ALTRI INTERVENTI MA SOPRATTUTTO SENZA EMETTERE VAPORI, FUMI O ODORI PERICOLOSI. DISPONIBILE IN UNA CONFEZIONE DA 12 PEZZI O NEL BARATTOLO DA 100 BUSTINE, CHE CONSENTE DI CONSERVARE AL MEGLIO IL PRODOTTO E DI POTERLO UTILIZZARE IN QUALSIASI MOMENTO. (TEXPACK)Fuego Style
Linea accendi fuoco
http://pro.dibaio.com/texpack

condividi :
Complementi
04/10/2005
Maurizio Parmigiani
31/07/2005