FARE

Easy Stone


Palazzetti produce il sistema di rivestimenti ecologici Easy Stone, dove maneggevolezza e facilità di posa non richiedono manodopera specializzata.

Le pietre tecniche della linea Easy Stone di Palazzetti sono disponibili in tinte e formati diversi ed offrono resistenza, durabilità e valore estetico. Grazie ad un’accurata selezione di materiali e forme, è in grado di riprodurre fedelmente
mattoni, pietre, sassi naturali. Composti da materiali cementizi e colorati con ossidi naturali, hanno lo stesso effetto estetico della pietra naturale, ma sono più leggeri, più veloci da posare, facili da pulire ed hanno costi nettamente inferiori. Easy Stone è un rivestimento isolante, traspirante, naturale, ignifugo e completamente riciclabile. Si incolla direttamente su pareti grezze, cartongesso, cappotti e su qualsiasi tipo di malta; per l’applicazione su legno, metallo e superfici trattate o verniciate è necessaria la posa preventiva di una rete metallica elettrosaldata.

In questa pagina, esempi della produzione Easy Stone per pavimentazioni e rivestimenti di pareti; le soluzioni offerte
sono molteplici e variano per tessitura e colore della pietra.

UNA PIETRA ECOLOGICA ITALIANA

Con più di 50 anni di esperienza nella lavorazione di marmi e pietre e di impegno nella ricerca di soluzioni ecocompatibili per la casa, Palazzetti presenta Easy Stone: la nuova pietra tecnica, una soluzione ideale per riprodurre in qualsiasi ambiente un’armonia con la natura. Questa nuova pietra riproduce perfettamente la pietra naturale. Grazie alla leggerezza e maneggevolezza, Easy Stone è facile da posare e può essere utilizzata sia per rivestimenti esterni che interni.Palazzetti si avvale di una consolidata tecnologia americana prodotta in Italia. La sua qualità è comprovata dalla certificazione ISO 9001-2000.

LA TECNICA DI POSA

INCOLLAGGIO: per posare Easy Stone si stende la colla sulla superficie da rivestire (coprendo pochi mq per volta) o direttamente sulla pietra.
Posa: si posa una pietra alla volta premendo verso la parete. Per evitare lo scivolamento delle pietre, si consiglia di interporre degli spessori. Si posano prima i pezzi più grandi, riempiendo poi gli spazi vuoti con i formati più piccoli o con i pezzi che possono essersi fratturati durante l’operazione di posa.
FUGATURA: l’operazione va effettuata secondo le seguenti fasi: rovesciare il contenuto di un sacco di fugante in un secchio, aggiungendo acqua fino ad ottenere un impasto omogeneo; riempire l’apposito applicatore precedentemente tagliato all’estremità a seconda della larghezza delle fughe, e distribuire il prodotto nelle fughe.

RIFINITURA: quando la stuccatura ha raggiunto una certa consistenza, si rifiniscono le fughe con il manico di un pennello o con uno strumento analogo.
Pulitura: ad asciugatura ultimata, si rimuovono i residui della stuccatura con una spazzola. Nel caso in cui le pietre o i mattoncini si trovino in condizioni estremamente asciutte o calde, si consiglia di inumidirli per evitare un eccessivo assorbimento dell’acqua della colla o del fugante.

 

condividi :
Olimpiadi sotto il segno della sostenibilità
23/04/2010
A tavola colore e POP ART
26/06/2012