ARCHITETTURA FARE PENSARE

Due verande per l’arte primitiva e contemporanea


Nel Novarese con passione

Alla ricerca della luce e dell’aria, l’edificio lineare si estende in due ambienti nuovi, realizzati con strutture di metallo leggero che aprono un fluente dialogo col giardino

In its search for light and air, this linear building opens out onto two new rooms made with a light metal structure; they create a fluent dialogue with the garden.

Progetto di: arch.Stefano Godio
Servizio e testo di: arch. Romina Emili
Foto di: Athos Lecce

Capita raramente, ma capita ancora, di incontrare case che sono riflesso non della vita di tutti i giorni, ma delle nostre passioni. Nel silenzio assoluto del novarese abbiamo scovato questa piccola villa di campagna, dimora preferita dei proprietari, grandi appassionati d’arte, che la raggiungono appena possibile. Esperto d’arte primitiva lui, e di arte contemporanea lei, hanno voluto creare uno spazio-palcoscenico a grandi quadri, piccole sculture, vasi, libri e tessuti da tutto il mondo. Circondata da prati d’erba rasata e da dolci declivi, la casa ha uno sviluppo architettonico lineare e classico, e trova la sua personalità creativa nel dialogo con ciò che le vive intorno.

It is not often you come across houses that do not reflect our daily lives but our passions instead. In a silent setting near Novara, we came across this little country house. It is the favourite house of the owners – avid art enthusiasts – who go there whenever possible. He is an expert of primitive art, she of contemporary art. Here they have tried to create a setting for large paintings, small sculptures, vases, books, and textiles from all over the world. Surrounded by mown grass and gentle slopes, the house is linear and classical, its personal creativity being defined by the dialogue it has with everything that lives around it. The rooms have wide New-England style windows.

Gli ambienti sono definiti da ampie finestre stile “Nuova Inghilterra”. Recuperando la funzione primitiva dell’arte come comunicazione partecipata, gli ambienti, densi di oggetti che li popolano come arredi, sia nella zona giorno che nella zona notte cercano la luce e lo spazio prolungandosi con due ampie verande verso il giardino a sud. E qui i vetri diventano liberi, continui e lasciano la casa respirare. La piccola veranda a sud-ovest diventa una sala da pranzo
con una importante funzione di volano termico. Era un portico ed è stata chiusa con una struttura in metallo leggero.

The role of primitive art as a form of group communication is brought back to life here because the rooms, full of objects and furniture both in the day and night areas, look for light and space and extend by means of two large verandas to the south garden. This is where the windows become free and continuous, allowing the house to breathe. The small
south-west veranda turns into a dining room and has an important thermal role. It used to be a portico and it has been closed with a light metal structure. The custom-designed glass table, chairs and decorative objects reveal a total search for transparency together with a sense of humour and a desire to experiment.

Pagine precedenti: viste esterne della veranda e interne del soggiorno. I divani sono di Ralph Lauren, le poltrone sono
di Sawaya & Moroni (mod. Butterfly Kiss).

On the previous pages, outdoor views of the veranda and indoor views of the living room. S ofas by Ralph Lauren, armchairs by Sawaya & Moroni (Butterfly Kiss model).

Il tavolo in cristallo, disegnato e realizzato artigianalmente, le sedute e gli oggetti di decorazione confessano l’assoluta ricerca di trasparenza e il gusto dell’ironia e della sperimentazione. Dalla zona giorno alla zona notte, il percorso
attraversa un ampio soggiorno a doppia altezza che svela gusti e inclinazioni culturali dei proprietari: divani e pareti bianche sono una base neutra per gli arredi e le alte librerie in cristallo con libri di automobili e di poesia, per le
immagini di masserie della Puglia e le pitture di taglienti geometrie, per un angolo di conversazione davanti al camino.

The route from the day area to the sleeping area crosses a large double-height living room that reveals the cultural tastes and inclinations of the owners: sofas and white walls provide a neutral base for the furniture and the tall glass bookcases (containing books about cars and poetry), for the pictures of Apulia and the paintings with sharp geometries,
and for an area in which to chat in front of the fireplace.
Access to the second veranda to the south-east is by means of the bedroom: a brightly-lit bathroom turns into an alcove, fitted with technology, paintings, and attractive objects from Thailand, and a garden at the same time. It is unusual and appealing to transform a room that is usually closed and private into a transparent space with a strong emotive coefficient. The route concludes on the exterior with a large wrought-iron gazebo covered with old wisteria.
The chairs and fully-fledged armchairs handcrafted in New Zealand.

La mediazione, il passaggio, il percorso sono tra i temi architettonici che hanno
maggiore importanza per rendere l’ambiente di vita
gradevole, interessante e stimolante. La veranda è quel che consente di protendere
la casa nell’ampiezza del panorama.

In Edicola

A sinistra: scorcio del giardino; le ampie vetrate delle verande ne fanno un elemento presente anche all’interno dell’abitazione. Sotto, la veranda a pianta pentagonale che ospita la vasca idromassaggio di Kos, con erogatore Ansa Groe (mod. Murano) e scaldasalviette di Tres, Scirocco. Il letto matrimoniale è di Poltrona Frau e il cassettone Cappellini.
La scultura centrale è un pilastro metallico trasformato nella figura della sequenza elicoidale del DNA.
Sopra: il soggiorno.

La veranda grande della casa risulta divisa in due zone, ben distinte da una differenza di livello della pavimentazione: in alto “la zona dell’acqua”, con la vasca idromassaggio e il lavabo, e più in basso “il relax” del grande letto circolare in pelle chiara che guarda – all’interno – la parete attrezzata di tecnologia, pittura e oggettistica dalla suggestiva Thailandia, e – all’esterno – il
giardino.

La struttura, esposta a sud-est, si appoggia con i suoi cinque lati alla zona notte della casa, e di questa vuole essere il prolungamento. Risulta vetrata su tutti i lati e presenta una struttura architettonica di metallo in bagno di rame.
La copertura leggera, anch’essa in rame, si appoggia ai lati perimetrali e ad un pilastro in metallo al centro della stanza, realizzato artigianalmente infilando, attraverso un foro centrale dello stesso eseguito al laser, 280 piastre in ferro, verniciato con olio di lino.

Il pilastro diventa una scultura centrale che si svolge come una sinuosa sequenza di DNA, e risolve in modo originale la necessità statica di un appoggio centrale delle leggere travi radiali della copertura. L’ isolamento termico è realizzato con materiali naturali come il KENAF, che utilizza l’anidride carbonica (concausa dell’effetto serra) come materia prima per il suo sviluppo, e rilascia nell’ambiente durante il suo sviluppo una notevolissima quantità di ossigeno, elemento indispensabile all’ eco-sistema.

Vivere l’arte, saperla rendere presente non solo nel momento della distrazione
o dello studio, ma nella quotidianità: così l’arredo diventa occasione di autentica
espressione e spazio di libertà.

Si arriva alla seconda veranda a sud-est attraverso la camera da letto: c’è una luminosa stanza da bagno che diventa alcova, attrezzata di tecnologia, pittura e oggettistica dalla suggestiva Thailandia, e contemporaneamente il giardino.
È insolito e accattivante trasformare un ambiente, abitualmente chiuso e privato, in uno spazio di trasparenza dal forte coefficiente emozionale. Il percorso si conclude e realizza pienamente all’esterno, con un ampio gazebo in ferro battuto ricoperto da glicini decennali. Le sedute sono vere e proprie poltrone realizzate artigianalmente in Nuova Zelanda.

Una delle verande è realizzata con la chiusura del portico. Una certa sensibilità che trova la sua pienezza nella cultura orientale si nota soprattutto nella trasparenza degli ambienti interni della casa. La veranda (a destra), che è camera da letto e bagno con idromassaggio, sublima il compenetrarsi di luoghi diversi in un tutto.

One of the verandas has been made by closing off the portico. There is a certain sense of oriental culture that can especially be noted in the transparency of the interior rooms of the house. The veranda (right) which is a bedroom and bathroom with whirlpool bath sets off this interpenetration of different locations.

condividi :
La Stufa
16/11/2009
Tra le cime di Cortina d’Ampezzo
23/10/2014