ARCHITETTURA FARE

Dove la natura si conforma al desiderio

E’ l’intreccio di forme che parlano il linguaggio antico della natura. Il giardino è un piccolo universo dove si incontrano le suggestioni primordiali della natura: dove la cultura si rivela come maestra di incontri ricchi di vitalità. E il ferro ritrova il suo vigore primordiale, e il suo servizio più nobile.

Si pensa all’utilità, alla durata, alla robustezza. C’è naturalmente anche questo. Ma anzitutto gli elementi in ferro battuto trovano i giardino una collocazione che ha un valore estetico. E’ la materia, la sua consistenza scabra, la sua elastica rigidità, quell’essere figlio della pietra, che fanno del ferro l’elemento che naturalmente si armonizza col
verde curato e ordinato. E’ la natura così intrisa di forme addomesticate, rese consone all’abitare umano, quell’incrocio tra elemento selvaggio e progetto: tutto questo fa sì che sia il ferro l’interprete tra i più consoni al giardino.

Il salotto all’aria aperta. O la sala da pranzo. Gli oggetti non sono semplici strumenti utili. Sono anche segni che danno un carattere al luogo. Ecco un pergolato di canne (pagina precedente) e sotto l’ombra, la pietra diventa un
tavolo, la panca un divano. Nelle foto ritorna l’accostamento tra ferro battuto e midollino per le sedute e i tavolini, dove le linee curve sono la dominante.
Per definire un ambiente basta la pedana di pietra. Le sedie di ferro sono il complemento logico del tavolo.: è la presenza di questa che rende il luogo veramente “abitabile”.

Perché è qui, nel giardino, che le pietre sono dispose secondo un disegno voluto; è qui che l’erba cresce quel tanto che si desidera perché divenga un tappeto soffice e carezzevole; è qui che i colori dei fiori sono ricercati per creare una sinfonia cromatica nella luce della primavera. E allora è qui che il ferro ripropone forme ancestrali, rivela echi profondi dell’animo. E intreccia un dialogo a cavallo tra la sua origine terragna e la sua destinazione civile, coi fiori, l’erba, le pietre che sono arredo.

condividi :
Piscine Global 2014: un passo nel futuro della piscina
13/11/2014
Origano: l’erba di felicità
05/04/2007