ARCHITETTURA FARE

And now… green design!

Alcune aziende virtuose dimostrano che l’industria è in grado oggi di produrre arredi e architetture ecosostenibili attraverso l’uso di materiali rinnovabili come il legno proveniente da boschi soggetti a programmi di riforestazione, la pelle rigenerata, nuovi materiali biodegradabili nati dalla sintesi degli scarti di lavorazione, elementi privi di sostanze tossiche, ceramiche antinquinanti e antibatteriche, componenti separabili e riciclabili, sistemi a basso consumo energetico, certificazioni.
Una vittoria della coscienza ecologica!1. Sedia “Simple”, design Joe Velluto + Eddy Antonello; sgabello “Armillaria”, design Odoardo Fioravanti; scultura “Baddy”, design Joe Velluto + A. Fabbian: primi oggetti al mondo plasmati in legno liquido con la tecnica del rotomoulding. Il materiale si compone di elementi naturali come la lignina, (sottoprodotto della lavorazione della carta), le fibre del legno, (residui della lavorazione) e le resine di origine vegetale. Non utilizza risorse alimentari e si può smaltire come il legno. Produzione PLUST Collection a brand of Euro 3 Plast.
2. Appendiabiti “Godot”, munito di uno svuota tasche centrale e appendici intercambiabili in diversi colori; realizzato in LDPE, (polietilene a bassa densità), stampato in rotomoulding. Design Alberto Brogliato; produzione PLUST Collection a brand of Euro 3 Plast.
3. Microfibra “Dinamica” per rivestimenti di divani, sedili, etc. Il tessuto è privo di coloranti cancerogeni, formaldeide, ammorbidenti, tracce di metalli pesanti, pesticidi, pentaclorofenolo, coloranti allergenici o composti organici dello stagno. Ha ottenuto la certificazione Oeko-Tex Standard 100 in Classe I per articoli destinati ai neonati. Produzione MIKO.4. Sistema d’arredo modulare “More” in cartone o altri materiali. Le composizioni possibili sono molteplici così come le finiture. Gli elementi si smontano facilmente, sono disassemblabili, i componenti separabili per lo smaltimento differenziato. Ogni modulo può essere rimosso e sostituito. Design Giorgio Caporaso, produzione CaporasoDesign.
5. Cucina “Yara”, modello laccato seta, dotata di ante certificate FSC, (Forest Stewardship Council), organizzazione internazionale indipendente e senza scopo di lucro che identifica i prodotti provenienti da foreste fruite in modo responsabile, secondo rigorosi standard. L’azienda utilizza inoltre per le sue cucine il Pannello Ecologico Idroleb, che ha la più bassa emissione di formaldeide al mondo (0,04 ppm) e il kit di pulizia ecologico Carebox. Produzione Cesar.
6. Casa passiva in legno sita a Fagnano Olona (VA), perfettamente isolata dal punto di vista termico e acustico. Si sviluppa su tre piani: area giorno, notte e interrato. Il tetto ha un giardino pensile con piante grasse.
L’Agenzia CasaClima di Bolzano le ha assegnato la certificazione energetica classe Oro Plus dopo averla sottoposta a rigidi controlli.
L’edificio deve garantire un valore di fabbisogno energetico inferiore a 10 kWh/m2a – pari a 1 litro/m2. Produzione BLM Domus – divisione del Gruppo Bevilacqua.
7. Sedia “Tank”, collezione Vessel, struttura in ferro verniciato, seduta in legno listellare, cuscini in cotone. I componenti sono facilmente identificabili e separabili per ottimizzare il riciclaggio. Il legno proviene da piantagioni in equilibrio tra taglio e piantumazione. La verniciatura riduce drasticamente la presenza di solventi sintetici. Produzione Alborno/Grilz.8. Lastre in ceramica per pavimenti e rivestimenti ”Opera”, linea Moka, prodotte con l’ACTIVE Clean Air & Antibacterial Ceramic™, che le rende eco – attive, con qualità antinquinanti e antibatteriche, efficacia attestata dal Tile Council of North America e dall’Italian Ceramic Center. Il Centre Scientifique et Technique du Bâtiment ha assegnato al procedimento il Pass Innovation.
Produzione Iris Ceramica.
9. Linea d’arredo completo “Nuovo mondo”, in legno d’abete rosso massello proveniente da zone soggette a rimboschimento controllato.
Le colle e le vernici impiegate sono a base acquosa, atossiche per l’uomo e per l’ambiente e non alterano la preziosa materia prima. Produzione Scandola.
10. Poltrona ”Papillon”, design Alessandro Dubini, in poliuretano espanso, rivestimento in cuoio, pelle o tessuto e cuciture tono su tono.
L’azienda ha un tetto con 3.816 pannelli fotovoltaici che producono più di 1100 MWh di energia elettrica e ne soddisfano il fabbisogno annuale. Il legno proviene da boschi con programmi di riforestazione. I pannelli truciolari impiegano legno di riciclo e prodotti chimici che rispettano i parametri europei. Le pelli sono tinte con colori atossici e trattate senza pentaclorofenolo. Le gomme e i poliuretani sono privi di CFC. Produzione i4Mariani.
11. Lampada ”Lampshade”, linea o-Re-gami, in pelle rigenerata, resistente e levigata, riciclata e riciclabile al 100%, costituita da scarti di pelle provenienti da concia vegetale, lattice, acqua, sali, grassi e agenti coloranti naturali. Design Matali Crasset, produzione Regenesi.
12. Tavolino ”Spider”, rettangolare o quadrato, costituito da un’unica lastra di cristallo tagliata e curvata mediante un sistema esclusivo a basso consumo energetico. L’imballo è totalmente in cartone riciclabile al 100%. Design Lievore Altherr Molina, produzione Sovet Italia.13. Sala da bagno realizzata a Milano in un appartamento di via Solferino
12, nell’ambito di una ricerca sistemica sul bagno del 2030 che ha coinvolto aziende del settore, interior designer e architetti, con una riflessione sulla sostenibilità ambientale. Il nuovo lavabo “Steel”, design Daniele Lago, è in lamiera verniciata, lo scarico dell’acqua avviene tramite un canale perimetrale che permette una maggiore pulizia. Contenitori “368” e mensole “L”, Lago. Sanitari “S50”, VitrA. Vasca e doccia “Pop”, Glass. Ceramiche “Slimtech Gouache”. Rubinetterie “Axor Citterio” e accessori, Hansgrohe. Progetto Lago.
14. Sediae Lounge Extra Large ”Bianca Light” in legno massello di Faggio o Rovere, con il sedile e lo schienale imbottiti. La forma rastremata alleggerisce la struttura, robusta al centro e più sottile verso le estremità. Design Enrico Franzolini, produzione Crassevig.
15. Poltrona “Capri Venus”, con schienale reclinabile. È stato eliminato il processo di schiumatura che rende gli imbottiti non disassemblabili e non smaltibili. La struttura interna in metallo e cinghie accoglie due cuscini. Tutte le parti sono separabili e smaltibili. Design cerruti baleri r&d, produzione cerruti baleri.
16. Porta in legno linea ”Facile” dotata di cerniere anuba che ne garantiscono la reversibilità, per una grande flessibilità d’installazione.
Certificata con il marchio di qualità Vero Legno, (che garantisce l’impiego di materia prima autentica, che non subisce modifiche strutturali nel corso del processo produttivo) e con il marchio ecologico Back to the Nature.
Produzione Dilà by Effebiquattro

condividi :
Energia del sole
12/01/2006
Mosaico in vetro riciclato
04/05/2011