ARCHITETTURA

Una villa per le vacanze in provincia di Sondrio

L’edificio per sua natura è un contenitore di persone, per questo motivo deve limitare gli sbalzi termici durante la giornata (breve periodo) e durante le stagioni (lungo periodo), l’edificio deve quindi essere versatile in modo da trarre vantaggi dal modificarsi delle stagioni, soprattutto in montagna, dove può giovarsi di un’ottima esposizione solare.
Le tecniche del verde, nello specifico la copertura a verde, risultano ottimizzate per far compiere questo servizio all’edificio, il verde del suo ciclo naturale (come l’uso dell’edificio) si spoglia d’inverno per permettere al sole, nella banda dell’infrarosso, di entrare e riscaldare passivamente; e nei periodi estivi, più caldi, di dotarsi di frangisole naturali (le foglie) intercettando, schermando ed assorbendo la radiazione solare rispetto all’edificio, creando un microclima, in parte controllando l’umidità dell’aria aumentando il raffrescamento, il tutto avvantaggiato dalle diverse altezze solari derivanti dalle stagioni.
Dai gradini in pietra di fronte alla torre d’ingresso si accede all’abitazione principale. Il volume è costituito da intonaci a base di calce molto grezzi e di tinta grigio medio e soffitto in cemento armato a vista grezzo, piccole fessure danno una tonalità soffusa e più intima. Dall’ingresso più buio si accede alla zona giorno separata da una quinta in muratura che fa intravedere il soggiorno molto luminoso, per accedere allo stesso è necessario percorrere il disimpegno che corre parallelamente al soggiorno stesso.

 Il servizio completo è pubblicato su Case di Montagna n. 92.

Per scaricare gratuitamente la rivista, clicca qui

Ha conseguito il diploma di Geometra nel 1997, dopo aver svolto il praticantato e successivamente aver superato l’esame di stato nel 1998 si è iscritto al Collegio dei Geometri della Provincia di Sondrio.Si è sempre occupato di progettazione in genere, esercitata nella Provincia di Sondrio per i primi anni e successivamente anche nella Provincia di Como, di Lecco e Milano. In seguito si è avvicinato alla progettazione mirata alla bioarchitettura, utilizzando sistemi passivi ed energie rinnovabili per il risparmio energetico.

 Per contattare: Bioprogettazione di Davide Tarca Costruzione, clicca qui

condividi :
Legno, acciaio e colori pastello
06/05/2010
La chiesa nata fuori dal tempo
26/01/2009