ARCHITETTURA FARE PENSARE

Curare con i cristalli

Introduzione alla cristalloterapia

La peculiarità di base del cristallo, è quella di essere una forma in estremo equilibrio materiale, strutturale ed energetico ed il suo reale potere sta nella capacità di “riordinare” e riequilibrare, secondo la propria struttura, qualsiasi forma di energia gli passi attraverso.

II mondo dei minerali offre l’affascinante possibilita’ di interagire sul piano energetico con le strutture piu’ rigorosamente armoniche che la Natura sia riuscita a generare. Dall’antichita’ classica al medioevo la nostra letteratura e’ ricchissima di testimonianze sull’ uso"magico" delle pietre e l’impiego rituale di determinate gemme ritorna pressoche’ invariato nelle culture tradizionali di tutto il Globo a conferma che, se sintonizzate su una frequenza piu’ sottile, le percezioni dell’essere umano sono in grado di cogliere ovunque messaggi analoghi.
A parte alcune forme di semplice superstizione, la quasi totalita’ degli usi magici delle pietre preziose proposti dalla tradizione e’ stata avvalorata dall’interpretazione esoterica odierna, trovando un nesso tra la pietra, la specifica proprieta’ attribuitale e le particolari affinita’ energetiche riscontrate tra i cristalli, i chakra e le loro funzioni fisiche e
psichiche, tanto da riconoscere ad alcune gemme la proprieta’ di influenzare positivamente il nostro campo magnetico.

Foto di un cristallo, effettuata utilizzando
il metodo Kirlian.
Si nota distintamente l’emanazione cromatica.

Questo vale tanto per energie normalmente contemplate dalla fisica moderna ( pressione, calore, elettricita’ ecc.) quanto per i centri ed i campi elettromagnetici degli esseri umani, forse piu’ vicini ad un concetto di "energia spirituale" che non materiale. Al di la’ dell’infinitesima entita’ degli elettroni, la scoperta dei quark, neutrini e mesoni tende ad avvalorare cio’ che i mistici di ogni luogo ripetono da piu’ di 4000 anni: la materia altro non e’ che una forma diversa dell’ Energia: E=mc2. Superando l’atavico, ma in realta’ apparente, conflitto tra scienza e mistica, risulta perfettamente naturale e comprensibile che quando forme simili della medesima Energia entrano in contatto possano attivamente interagire.

Concretamente, la capacita’ dei cristalli di trasformare ed armonizzare le energie, puo’ essere sperimentata in vari modi: un cristallo posto in corrispondenza del chakra relativo, cioe’ energicamente connesso,"filtra" l’energia
dello stesso e la riallinea, riordinandola secondo la sua struttura e rimettendola in estremo equilibrio.
E’ questo un grosso ausilio in tutti i casi di blocco o malfunzionamento di uno o piu’ chakra oltre che nel potenziamento dei punti energetici gia’ di per se’ armonici.Potete collocare la pietra direttamente sul chakra corrispondente, oppure tenerla tra le mani.
Infondete nei vostri cristalli energie positive ed altruistiche, non utilizzatele mai per scopi egotici e, soprattutto, evitate di trasformarli in amuleti da cui dipendere: le pietre sono degli ottimi strumenti al servizio di quel cuore e di quella mente in cui regnano sovrani l’amore e la liberta’.
Tenuto conto di questa regola fondamentale il cristallo vi aprira’ un mondo in cui le vostre energie psichiche saranno catalizzate; in quel luogo troverete impressa la matrice di dimensioni parallele in cui presto vi muoverete con disinvoltura, riuscendo a percepire con piu’ chiarezza cio’ che e’ armonico, riconoscendo la disarmonia e riuscendo a guarirla. Vi sono diversi modi di curare, utilizzando cristalli, pietre preziose o semi-preziose e metalli.

I chakra sono centri simbolici del corpo umano, a volte associati a gangli (granthi) o organi fisici, tra i quali si
muoverebbe un’energia variamente definita (prana, o in casi particolari kundalini o avadhuti) e la loro conoscenza
è trasmessa da molti sistemi di yoga, nelle diverse tradizioni induiste, buddhiste e jainiste con mappature
diverse. Molte tradizioni concordano sul fatto che i chakra agiscano come valvole energetiche.

La terapia dei cristalli puo’ essere utilizzata per rendere piu’ efficaci alcune cure (naturali o omeopatiche) o come supporto delle stesse o per accelerarne gli effetti. I cristalli sono in grado di immagazzinare energia positiva come una batteria,
energia che, quindi, puo’ essere utilizzata anche per scopi terapeutici e di trasformazione spirituale. Molti guaritori usano solo il potere della loro mente, tuttavia, alcuni di essi ritengono che i cristalli aumentino la loro energia ed il loro potere terapeutico.
Effettivamente anche le pietre, che sembrano oggetti inanimati, hanno un’ AURA (cioe’ l’alone di luce colorata visibile, in talune circostanze, intorno ad una persona, che varia a seconda del tipo di pietra. Ci sono persone sensibili che riescono a vedere non solo l’AURA delle persone, ma anche quella, appunto, delle pietre degli animali e delle piante. Negli ultimi anni si e’ sentito spesso parlare del metodo Kirlian, ovvero la fotografia di Kirlian che, con procedimenti particolari, imprime sulla carta la raffigurazione dell’energia che viene emessa ed avvolge le mani o le foglie, per esempio, permettendo a chi non riesce a coglierlo ad occhio nudo, di poter vedere questo fenomeno.

SMERALDO:
Chakra: PLESSO SOLARE, CUORE.
E’ una varieta’ di berillo. Rinforza il CUORE, FEGATO, RENI, SIST. IMMUNITARIO ed il SISTEMA NERVOSO.Tonico per il corpo, la
mente e lo spirito. Aiuta l’allineamento dei corpi sottili. Buono per i sogni, la meditazione, la profonda introspezione spirituale. Aiuta la memoria ed a superare la depressione. Migliora la vista. Rappresenta il potenziale
di divinità in noi. Prosperità, amore, gentilezza, tranquillità, equilibrio, guarigione, pazienza. Forte equilibratore emozionale.

RUBINO:
Chakra : 1 e CUORE. Aiuta il cuore fisico e spirituale.
Migliora la circolazione, allevia i dolori mestruali. Rivitalizza il sangue e l’intero sistema corpo/mente. Rinforza il sistema
immunitario. Scuote dalla pigrizia, dal sonno a livello fisico e spirituale. Raffina le basse passioni. Coraggio, integrita’, servizio altruistico, gioia, devozione spirituale, potere, guida. Sviluppa capacita’ intuitive. Allontana il senso di limitazione.

TOPAZIO BLU:
Chakra: CUORE, GOLA, TERZO OCCHIO. Rigenera i tessuti. Rinforza la ghiandola TIROIDEA, migliora il metabolismo. Equilibratore emozionale. Rinfrescante, calmante.
PACE, TRANQUILLITA’, creatività,
espressione di sé. Aumenta le percezioni fisiche, le comunicazioni con il più Alto sé e Spiriti Guida.

GUARIGIONE PER CONTATTO
Il guaritore tiene nella mano sinistra il cristallo e appoggia delicatamente la mano destra sulla parte del corpo che deve essere curata. Il paziente si distende e si rilassa il piu’ possibile; uno o piu’ cristalli vengono appoggiati sulle varie parti del corpo. Sia il paziente che il guaritore si concentreranno sui cristalli e visualizzeranno l’energia positiva
che da essi fluisce.

ENERGIE CONGIUNTE
Il paziente ed il guaritore hanno entrambi un cristallo, ed entrambi si concentrano su una forza proveniente dal cristallo, in modo che questa scorra direttamente verso la parte malata del corpo del paziente.
Questa forza, generalmente, si manifesta con luce o colore.

PORTARE ADDOSSO IL CRISTALLO
La pietra/cristallo scelto devono essere indossati o fissati ad una catenina da portare al collo; nel primo caso sara’ bene avvolgere il cristallo in un pezzo di tessuto morbido, preferibilmente bianco, in modo che non si graffi.

OSSIDIANA:
Chakra: 1. Ha influenze positive su stomaco ed intestino. Unisce la mente alle emozioni. Sottile energia maschile. Riporta l’energia spirituale su un piano fisico. Assorbe e disperde le negatività. Riduce lo stress. Aiuta a chiarire i blocchi del subconscio. Porta alla comprensione del “silenzio” e del “vuoto”. Distaccamento, ma con saggezza e amore. Potente guaritore per chi è in sintonia con la pietra.

DIAMANTE:
Chakra: TUTTI. Migliora le funzioni cerebrali. Aiuta l’allineamento delle ossa craniche. Elimina i blocchi del 7 chakra e della personalità. Maestro guaritore. Disperde la negatività, purifica i corpi fisico/eterico. Riflette la volontà ed il potere di Dio. Aumenta al massimo lo spettro delle energie nel corpo, nella mente e nello spirito. Allineamento con più Alto Sè. Abbondanza, innocenza, purezza, fiducia.

CORNIOLA:
Chakra: OMBELICO, PLESSO SOLARE, CUORE. Varietà di calcedonio. E’ un minerale molto evoluto dal punto di vista terapeutico.
Energizzante per il sangue, aiuta in caso di emorragia e allevia i dolori mestruali. Aiuta RENI, POLMONI, FEGATO, CISTIFELLEA e PANCREAS. Incrementa la rigenerazione dei
tessuti. Rivitalizza corpo fisico, mentale ed emozionale. Allinea il corpo fisico all’etereo.
Mette in sintonia con sè stessi. Facilita la concentrazione, apre il cuore. CALDA, SOCIALE, GIOIOSA.

APPLICAZIONE SU PUNTI DI PRESSIONE
Tutti coloro che conoscono la digitopressione sanno che, un cristallo, usato in determinati punti, contribuisce a rendere la cura piu’ efficace.

CURARE L’AURA
E’ molto importante che il guaritore sia sufficientemente intuitivo, in modo da individuare la parte lesa nell’AURA del paziente. Il guaritore "salda", per cosi’ dire, il punto dove l’aura risulta danneggiata, passandovi sopra la mano sinistra , che e’ quella in cui tiene il cristallo.

CURA TRAMITE EQUIPE
Ciascuno di questi metodi puo’ essere applicato sia singolarmente che in gruppo. E’ molto importante che i vari componenti del gruppo abbiano uno scopo comune e si trovino bene insieme, in modo da riuscire a "caricare" i cristalli contemporaneamente, assicurando cosi’ una azione armonica.

CURARE A DISTANZA
La presenza del paziente non e’ indispensabile per ottenere la guarigione. Basti dire che vi sono stati casi di guarigione a distanza, di cui i pazienti ignoravano addirittura di essere beneficiari. Anche la terapia a distanza puo’ essere applicata da un singolo o da un gruppo. Alcune persone preferiscono riservare un particolare momento
della giornata per "emanare" il fluido guaritore; altre invece, pronunciano il nome del beneficiario, visualizzando l’energia che si sprigiona dal cristallo e convogliandola verso di lui.

 

condividi :
Novità in fiore
29/03/2007
L’ombrellone arreda gli spazi aperti
06/06/2007