ARCHITETTURA

CASE DI MONTAGNA 89

In questa abitazione di Cortina d’Ampezzo, rappresentativa del classico stile ampezzano, l’autrice del recupero ha voluto riproporre a 360 gradi l’inveterata sapienza della tradizione culturale locale, che parla il linguaggio antico del lavoro dell’uomo e regala ambienti che ristorano l’animo. L’interior design è stato studiato secondo esigenze e obiettivi dei proprietari. L’ottimizzazione degli spazi nella zona notte offre la possibilità di ospitare amici e familiari, in particolare durante le feste natalizie. La zona giorno racchiude molteplici funzioni: salotto, pranzo, cucina. Questo è favorito dal ricorso a pannelli scorrevoli che esaltano l’adattabilità degli spazi.
(Realizzazione Arch. Ambra Piccin)Un edificio dai muri in pietra, un secolo di vita. La tipica casa di montagna, con le stalle al piano basso: così era, quando a Courmayeur c’erano montanari, più che villeggianti. Già trasformata a metà del secolo scorso così che gli spazi fossero tutti adibiti ad abitazioni, oggi ha subito un’ulteriore evoluzione. Della vecchia casa sono rimasti solo i muri esterni. L’interno è stato totalmente svuotato e ricostruito con solette nuove e, dove possibile, i materiali sono stati recuperati e riutilizzati. (Realizzazione Arte del Rovere Antico. Foto di Duilio Beltramone – sgsm.it)

condividi :
Editoriale
21/04/2011
Cappella di Cristo Risorto a Novaglie di Verona
16/10/2006