ARCHITETTURA

Novità

Dalle prime finestre in profilato plastico, la produzione e la capacità tecnologica si è evoluta.
Le nuove linee di assemblaggio e le nuove tecnologie consentono elevati standard di qualità e precisione delle lavorazioni.
Così la produzione arriva a un livello di affidabilità eccellente, tanto che oggi le finestre e le porte in PVC sono accompagnate da una garanzia sul prodotto di ben 15 anni.
Il PVC è un materiale plastico d’avanguardia che rende le porte, portefinestre e finestre, belle e resistenti nel tempo pur senza manutenzione: quindi adatte a risolvere le esigenze dell’edilizia residenziale e commerciale.
Questi infissi garantiscono l’isolamento termico, quindi comportano un notevole risparmio energetico ed economico.
Grazie alla tecnologia è possibile realizzare finestre di ogni forma e dimensione, utilizzando il meccanismo di chiusura che meglio si adatta alla situazione in cui la finestra sarà collocata.
E, grazie a un’ampia gamma di colori, gli infissi si possono abbinare a qualsiasi interno.
Produzione Dolcetti.Porte tagliafuoco e multiuso, nel nome della sicurezza a tutto campo, senza con questo perdere nulla quanto ad estetica.
La personalizzazione del prodotto raggiunge la sua massima espressione con la tecnologia NDD (Ninz Digital Decor), una verniciatura decorativa esclusiva che permette la riproduzione di qualsiasi soggetto (scritte, immagini, logo) sulla superficie dell’anta. In questo modo il prodotto, come recita il payoff di NDD, diventa “ben più di una porta tagliafuoco”, trasformandosi in un versatile elemento di design nelle mani di architetti e progettisti.
Con diverse soluzioni: ad ante, scorrevoli, saliscendi, girevoli. Anche vetrate, fisse e mobili, in alluminio, acciaio o legno.
Con accessori di qualità, sempre nel nome della sicurezza, quali i maniglioni antipanico in alluminio, costituito da una barra orizzontale in alluminio anodizzato e un tubo di collegamento interno che si innestano nei meccanismi di comando per l’azionamento della serratura.
Reversibile per apertura destra o sinistra.
Produzione Ninz FiredoorsUn termometro a infrarossi: per misurare a distanza la temperatura di oggetti anche in situazioni anomale riducendo i tempi di diagnosi e incrementando la produttività.
Si tratta di un termometro portatile a radiazione infrarossa progettato per identificarne i punti caldi che potrebbero generare condizioni operative atipiche o tempi di interruzione costosi e problemi di qualità nel prodotto finito.
Negli mpianti di riscaldamento, condizionamento, aerazione e di ventilazione il termometro verifica le perdite, controlla il corretto funzionamento e isolamento dei tubi e individua le condutture difettose. Allo stesso modo aiuta a valutare il corretto montaggio
e l’isolamento nell’installazione dei serramenti.
Ma come funziona? Più un oggetto è caldo e maggiore è l’energia emessa. Il termometro raccoglie l’energia dell’oggetto tramite un’ottica e un sensore e determina la temperatura misurando l’intensità di questa energia.
L’energia viene poi convertita dal termometro in segnale elettrico che è visualizzato sullo schermo digitale.
Il termometro a infrarossi è dotato di una batteria al litio da 10,8 V che consente fino a 100.000 misurazioni con una sola carica. Permette di misurare intervalli di temperatura che vanno da – 30°C a +550°C.
Permette di misurare la temperatura singola o continua, la massima, la minima e la media; offre inoltre la possibilità di valutare il punto caldo e il punto freddo e segnalarlo tramite una luce a LED. Trova impiego in molteplici applicazioni ma soprattutto dove le misure a contatto diretto con l’oggetto sono difficili o impossibili. E in ogni caso fornisce i dati richiesti con rapidità.
Termometro a infrarossi DeWalt.Una finestra “CasaClima”: la nota certificazione della qualità ambientale è stata attribuita al“sistema finestra” : non garantisce solo la qualità energetica del serramento, ma anche la progettazione e la sua posa in opera a regola d’arte. La posa è infatti spesso il punto più critico per la qualità e l’efficienza del sistema involucro.
Affinché un’azienda possa applicare il sigillo CasaClima alle proprie finestre è necessario superare una serie di esami che riguardano il prodotto e le modalità applicative.
Per questo è importante organizzare più volte l’anno, per posatori e collaboratori dei rivenditori, specifici corsi di montaggio e tecniche di posa secondo le direttive CasaClima, improntate alla filosofia del massimo risparmio energetico.
Con conformazione a 7 camere dell’anta per prestazioni termoisolanti molto buone, pari a Uf 1,2 W/m²K (ma per un isolamento termico più performante possono essere impiegati tripli vetri basso-emissivi con un valore Ug fino a 0,6 W/m²K).
Con conformazione semicomplanare per profili dall’estetica slanciata e ampia scelta di profili telaio per applicazioni a regola d’arte, ecco Top 72 Classic-line. Produzione FINSTRALLa primavera, sempre
www.finestredolcetti.com

condividi :
“Costruire qualità” sostenibile
09/06/2011
Dai ricordi… nasce il camino
15/02/2007