ARCHITETTURA

Aria fresca…i climatizzatori

L’afa è la compagna dell’estate, che pure ci porta il sole, il cielo azzurro e le vacanze: ma per chi rimane in città, spesso l’aria domestica diventa irrespirabile e i giorni, e soprattutto le notti, diventano un incubo di caldo e umidità.
Per fortuna, la tecnologia ci mette a disposizione i rimedi per “costruire” il clima preferito, almeno tra le pareti di casa o dell’ufficio: i condizionatori e i climatizzatori. La differenza tra le due tipologie consiste nel fatto che i primi producono esclusivamente il freddo,  mentre i secondi possono anche, durante la stagione fredda, provvedere al riscaldamento dell’ambiente; entrambi filtrano l’aria, eliminando polveri, pollini e fattori allergenici (unica accortezza è provvedere alla pulizia periodica dei filtri, la cui necessità alcuni modelli segnalano con un’apposita spia) e ne regolano il contenuto d’umidità, producendo il clima più idoneo e piacevole (è infatti il tasso d’umidità troppo elevato a darci la sensazione di soffocamento e ad aumentare la temperatura percepita); alcuni ionizzano anche l’aria, emettendo ioni negativi che abbattono le particelle inquinanti (fumo, odori, etc).

1. Climatizzatore “DLX Plus” con tripla filtrazione e ionizzazione, Samsung; “Kirigamine Zen“ Inverter dal design raffinato e minimal Mitsubishi; climatizzatore “Art Cool Mirror” con finitura a specchio, LG.
2. A sinistra,“Emura”, un climatizzatore con split fortemente connotato dal punto di vista estetico coniuga bellezza e performance; a destra, “Nexura”, climatizzatore a pavimento con pompa di calore, Daikin.Un’altra differenza fondamentale è tra gli apparecchi (di entrambi i tipi) On – Off e quelli a inverter: i primi sono molto semplici, costano meno e hanno un consumo elevato perché vanno subito alla massima potenza a prescindere da quanto ne serva effettivamente; quelli a inverter, invece, durante il funzionamento diminuiscono la potenza necessaria in funzione del raffreddamento ottenuto man mano, fino ad arrivare al minimo necessario per il mantenimento della temperatura impostata, con un notevole risparmio energetico. Altra differenza è tra i modelli con unità esterna (che “produce” il freddo o il caldo) e uno o più split interni (che distribuiscono l’aria), tra loro collegati da tubi ed entrambi dotati di smaltimento della condensa, e quelli che contengono tutto in uno, a loro volta divisi tra modelli fissi (come “One” di De’ Longhi, sopra) o trasportabili. Oggi la tecnologia permette di avere ottime performance con un consumo energetico minimo e il design è intervenuto a modificarne l’estetica.

3. “Issimo“ (design King&Miranda) è tra i più piccoli e maneggevoli condizionatori portatili presenti sul mercato, ma è dotato di una potenza da gigante e di triplo sistema di filtraggio; sopra a destra “Unico Inverter DC”, monoblocco senza unità esterna, è silenzioso e potente, in grado di creare efficacemente un clima ideale in ogni stagione con bassi consumi (riduzione sino al 30%), Olimpia Splendid.
4. “XP Energy” è un sistema split costituito da un’unità esterna motocondensante ad inverter e un modulo interno, Carrier; due versioni di “Pinguino”, ancora più portatile e più ecologico (gas a impatto zero sulla fascia di ozono e con un coefficiente “effetto serra” di 600 volte inferiore ai gas usuali, De’ Longhi; per gli allergici è ideale “Hydro digit” un umidificatore a ultrasuoni a controllo digitale, Argoclima.SI BASA SULL’ESPULSIONE DELL’ARIA VIZIATA DAI LOCALI “INQUINATI” (BAGNI E  CUCINE) E SULL’IMMISSIONE DI ARIA NUOVA NEGLI AMBIENTI.
LA VENTILAZIONE ASSICURA UN’ARIA DI QUALITÀ IN TUTTA LA CASA: ELIMINA GLI AGENTI INQUINANTI (ODORI, UMIDITÀ, PRODOTTI CHIMICI…); PROTEGGE LA CASA DAI DANNI CAUSATI DALL’UMIDITÀ; MIGLIORA LA CLASSE ENERGETICA DELLA CASA: SOLO CON LA VENTILAZIONE SI POTRÀ ACCEDERE ALLE CLASSI PIU’ ELEVATE A E B DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA. ALDES È UN’AZIENDA SPECIALIZZATA NELLA PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DI SISTEMI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA, ASPIRAZIONE POLVERI CENTRALIZZATA E PROTEZIONE ANTINCENDIO.

condividi :
Sapori genuini
01/09/2005
Una baita su un alpeggio
06/11/2013