ARCHITETTURA FARE PENSARE

Ceramiche e atmosfere marine che scaldano i cuori

Nella zona della Liguria detta Cinque Terre, tra le fragranze dei profumati fiori e dei limoni di Monterosso, fa capolino una villa ricavata in un casello ferroviario risalente a fine 800. L’interno presenta materiali soprattutto della tradizione locale, come le antiche travi del soffitto, belle e calde come il pavimento in cotto su cui si riflettono. Un’atmosfera marina, dove è bello lasciare le porte aperte sulla vegetazione anche nei mesi intermedi, in Liguria sempre tiepidi, quando il camino può essere utilizzato come unica fonte di riscaldamento. Questo camino è in muratura, molto lineare e rivestito di piastrelle bianche e blu. Le note più calde sono date dal colore e dall’essenza dell’ardesia, con cui sono stati realizzati il cassetto per la legna e le mensole, predisposte ad accogliere gli oggetti dell’arte locale, uniti in tutta la casa a mobili e strutture dal costante filo rosso del legame acqua-fuoco.

Progetto: Gian Paolo Bartolozzi e Mario Semino,
architetti Località: Monterosso (SP)
Tipologia abitativa: villa con giardino
Materiali: il camino è in muratura ed è rivestito di piastrelle bianche e blu
Art Direction: Maria Luisa Carrara
Testo: Paola Tisi
Foto: Fabrizio Gini

Monterosso. È il centro più occidentale delle Cinque Terre, di cui fanno parte anche i comuni di Manarola, Corniglia, Vernazza e Riomaggiore, e si colloca a ridosso di verdi colline coltivate a vite e a ulivo. La vegetazione, caratteristica per i fiori e per gli agrumi, circonda l’abitato, con le sue spiagge, le ruvide scogliere a picco e le acque cristalline del mare, che rendono questo paesino tra i più accoglienti della riviera ligure Ceramiche e atmosfere marine che scaldano i cuori di levante. La torre medioevale Aurora, situata sopra il colle dei Cappuccini, separa il borgo antico da quello moderno. Nella chiesa di San Francesco sono custodite opere di notevole rilevanza artistica, fra cui la Crocifissione da molti attribuita al pittore Van Dyck. I caratteristici ristoranti offrono la possibilità di gustare i piatti più tipici della cucina ligure, che si possono accompagnare con il vino locale prodotto proprio nei vigneti delle Cinque Terre.

La villa si articola su due piani, e una scala esterna in ardesia permette di salire a quello superiore, dove è stato ricavato un appartamento per gli ospiti. Un giardino di rose ed ulivi circonda i muri esterni, in origine in pietra e ora intonacati con il colore ocra. Le zone esterne della casa sono state pensate anche per integrare gli interni, infatti è stata realizzata una veranda, con un canneto come atmosfere marine tipicamente liguri, dove ceramiche di svariate forme e colori, con pesci, fiori e disegni pastello caratteristici, donano a tutto l’ambiente un’aria mediterranea. E ad arricchire queste atmosfere contribuisce anche l’ulteriore nota di colore data dalle piccole finestre rosse e verdi con persiane, che armonizzano ancor più il già profondo legame tra interni ed esterni. La cucina in legno, realizzata su misura, si apre sul soggiorno, formando con questo una grande zona di raccoglimento, dove un ampio divano color panna ricamato a mano, insieme ad altri arredi dal design volutamente semplice e raffinato, invita a raccogliersi in intimità intorno al fuoco, tra le tinte calde del pavimento in cotto, del soffitto in legno e di vari quadri appesi alle pareti. Pareti che riflettono da lontano il rumore del mare.

 

 

   
condividi :
From simple shapes to heightened colour
18/11/2008
Lira fa un canestro da 3 punti
24/11/2005